Autonoleggio: soddisfazione per il rinnovo del contratto

Tipo: 

  • News

È stata firmata, dopo una trattativa no-stop di 24 ore, l’intesa per il rinnovo del contratto collettivo nazionale dei lavoratori dell’autonoleggio. Questo rinnovo riguarda circa 7mila lavoratori in un settore strategico in epoca di sharing economy e che incide per il 14% circa sul totale del venduto annuale del settore automobilistico. La vigenza contrattuale è 2016-2018. Relativamente alla parte normativa, come sindacati abbiamo chiesto e ottenuto garanzie per i lavoratori nei cambi di appalto, le tutele dell’articolo 18, l’esclusione contrattuale dell’uso dei voucher, maggiori tutele per i lavoratori che non hanno il contratto a tempo indeterminato, miglioramenti del welfare, soprattutto per i genitori e i lavoratori che assistono familiari disabili. Particolarmente significativa dal punto di vista sindacale è l’adesione generalizzata per via contrattuale alla previdenza complementare: in pratica le aziende verseranno circa 20 euro di contributo per tutti i lavoratori.

Terrorismo: S.Camusso scrive a iscritti e iscritte Cgil

Tipo: 

  • News

Il segretario generale della Cgil ha inviato una lettera sul terrorismo agli iscritti e alle iscritte. La Cgil è una grande organizzazione sindacale aperta, fondata sulla libertà di adesione, che non conosce e rifiuta discriminazioni di carattere religioso o di provenienza geografica. Democrazia e libertà sono il nostro dna e sono il fondamento della nostra Costituzione. Sono questi principi e valori che noi, il nostro Paese e l’Europa considerano inviolabili e che vogliamo strenuamente difendere. Li abbiamo conquistati con il sangue e con il dolore dei nostri padri che ci hanno aiutato a costruire un continente in pace. Abbiamo combattuto la paura, l’odio razziale, la fame, le diseguaglianze. Abbiamo avviato la costruzione di un’Europa prospera e solidale. Si è trattato di un sogno che ha iniziato a realizzarsi che non vogliamo perdere ma difendere e avverare.

Veneto Strade: il suo futuro si decide nelle prossime settimane?

Tipo: 

  • News

Su richiesta delle organizzazioni sindacali regionali Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti il 20 Luglio si è svolto l’incontro con l’assessore regionale ai trasporti e viabilità Elisa De Berti con delegazioni di Segreterie sindacali territoriali e RSU dei lavoratori. Forte è la preoccupazione delle organizzazioni sindacali e di tutti i lavoratori sul futuro della Società Veneto Strade, in scadenza delle concessioni da parte delle Provincie (che sono azioniste). La Provincia di Belluno, che non vuole incontrarci, si è caratterizzata nelle scorse settimane da una vivacità di proposte a cominciare da una convenzione con l’Anas cui consegnare la gestione delle sue strade provinciali. Il tutto all’insaputa della stessa azienda e della Regione Veneto. Abbiamo espresso all’Assessore Regionale tutto il nostro disappunto per quanto successo e presentato una serie di richieste (vedi comunicato allegato).

E’ fondamentale che le Provincie decidano se in questa azienda intendono stare da azioniste, allora onorino quanto di competenza per il servizio dell’azienda, altrimenti si attivino concordare con la regione i percorsi diversi di garanzia del servizio e dei lavoratori.

TPL e Regione Veneto­: incontro con Assessore De Berti

Tipo: 

  • News

Su richiesta delle organizzazioni sindacali regionali Filt – Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti il giorno 20 Luglio è avvenuto l’incontro con l’assessore regionale ai trasporti e viabilità Elisa De Berti per discutere sulla mobilità e servizio pubblico di trasporto nella Regione. Già nei precedenti incontri abbiamo richiesto alla Regione Veneto un confronto con le organizzazioni sindacali sul tema della mobilità e del servizio pubblico, non solo per le prerogative istituzionali della Regione e le sue responsabilità, ma soprattutto in un quadro normativo nazionale e regionale in evoluzione con la necessità che siano assunti in capo alla Regione gli elementi strategici di indirizzo e scelte che determinano lo sviluppo del Trasporto Pubblico Locale, il miglioramento della sua efficienza, il governo dei processi di cambiamento che oggi in tutte le nostre provincie gli Enti di Governo, gli Enti Locali e le aziende stanno compiendo. Leggi tutto nell’allegato

Autostrade: sciopero di 8 ore a fine luglio e 1 agosto

Tipo: 

  • News

Dopo due giorni di estenuanti trattative, il 15 luglio scorso le organizzazioni sindacali hanno preso atto della mancata volontà politica delle aziende del settore di rinnovare il CCNL in tempi rapidi. Le Aziende continuavano a respingere qualsiasi rivendicazione delle Organizzazioni Sindacali e contestualmente reiteravano le loro richieste anche su temi che avevano portato allo sciopero del 5 e 6 giugno scorsi. Nel volantino unitario allegato si riportano i temi principali e la parte economica. Mentre il versante sindacale produceva il massimo sforzo alla ricerca di mediazioni possibili, le Aziende rimanevano invece sulle proprie posizioni. Proposte irricevibili considerando che tali Aziende sono ricche, operano in regime di monopolio, sono tutelate da automatismi che determinano aumenti di pedaggi, ben al di sopra dell'inflazione, in presenza di aumento costante del traffico e dei profitti. Per questo è stato proclamato un nuovo

SCIOPERO GENERALE DI 8 ORE NELLE GIORNATE DI

Attentato a Nizza: dolore e solidarietà e una risposta democratica

Tipo: 

  • News

La Filt Veneto si unisce al messaggio della Cgil che pubblichiamo di seguito. “La segreteria nazionale della Cgil esprime, a nome di tutta l’organizzazione, il cordoglio e la vicinanza al popolo francese, ancora una volta duramente colpito da un attentato terroristico vile e criminale”. Così, nel pomeriggio del 15 luglio, una nota il sindacato di corso d’Italia. “Il terribile attacco che ha subito la Francia a Nizza, proprio nella notte della sua festa nazionale, il ferimento e l’uccisione di decine di cittadini francesi e di molti altri cittadini europei, rappresenta un’aggressione vile e criminale che sentiamo rivolta a tutti noi”, prosegue la nota.

SDA Grisignano: sciopero, ottenuto il ccnl per tutti!

Tipo: 

  • News

La lotta sindacale era partita lo scorso 12 maggio 2016 nel cantiere di Grisignano di Zocco a Vicenza dove vi è stata una giornata di sciopero da parte dei "driver" che lavorano per conto di SDA. Astensione dal lavoro finalizzata all'applicazione ed il rispetto del CCNL Trasporto Merci e Logistica (1 agosto 2013), con controparte le società aventi le gestioni per la distribuzione delle merci dalla stessa committenza. "Successivamente si sono svolti più incontri per sottoscrivere gli accordi sindacali necessari per l'emersione dalla insostenibile illegalità contrattuale e salariale che vivevano i lavoratori", afferma il segretario della Filt vicentina Daniele Conte.

Handler aeroporto VE: in programma un nuovo sciopero il 23 luglio

Tipo: 

  • News

Le organizzazioni sindacali emettono il comunicato unitario che pubblichiamo in allegato. Con esso si ringraziano tutti i lavoratori degli Handlers per la grande partecipazione allo sciopero del 5 luglio promosso unitariamente a difesa e a tutela del lavoro e dei diritti. Purtroppo l'indifferenza e la irresponsabilità delle aziende impongono di rafforzare l'iniziativa di lotta e ci costringono a dichiarare il prosieguo delle azioni con una nuova iniziativa di astensione di 8 ore per il giorno 23 luglio 2016 (dalle 10 alle 18). 

Tutti i lavoratori sono chiamati nuovamente ad una forte partecipazione attiva, consapevoli che il risultato dell'azione di sciopero diventa determinante per il futuro di tutta l'attività aeroportuale, per la garanzia dell'occupazione e per il rispetto delle regole e dei diritti. 

Incidente Ferroviario in Puglia: mai più!

Tipo: 

  • News

La Filt-Cgil Veneto esprime il suo cordoglio nei confronti delle famiglie colpite nella tragedia verificatasi il 12 luglio 2016 tra Ruvo e Corato sulla linea Bari-Barletta gestita dalla Società Ferrovia Nord Barese. Siamo di fronte ad una tragedia senza precedenti, il dolore di questi momenti lascia sgomenti. La SICUREZZA nei trasporti non può essere un accessorio, la SICUREZZA deve essere prioritaria ad ogni ragione economicistica, le vite umane non hanno prezzo. La necessità di capire le cause che hanno portato a questo disastro deve essere utile a non far ripetere situazioni di questo genere; lo sgomento deve far posto ad una analisi lucida che porti ad avere uno scenario, nel futuro prossimo, di Trasporto sereno e senza rischi per i viaggiatori e i lavoratori.

Veneto strade: si attende un confronto con la Regione Veneto

Tipo: 

  • News

Le RSU bellunesi della società Veneto Strade hanno emesso il comunicato che pubblichiamo in allegato. Sono molto preoccupati tutti i lavoratori per le esternazioni della Presidente della Provincia di Belluno che ha ipotizzato un rientro delle strade ex Anas in Anas attraverso un Service. Malgrado la richiesta di incontro la Provincia di Belluno a maggio ha comunicato che la convocazione sarebbe avvenuta solo a fronte di concreti sviluppi. Nei giorni scorsi invece si è appreso dalla stampa che nel progetto di service da affidare ad Anas non sono stati coinvolti né Veneto Strade, né la Regione Veneto. In Regione dichiarano, attraverso la stampa, di non essere stati coinvolti e di considerare la bozza di convenzione con Anas irricevibile. L’unica certezza è il credito che Veneto Strade vanta nei confronti dell’amministrazione provinciale e il taglio alle risorse del Governo centrale verso le Province. Urge chiarire tecnicamente le intenzioni reali di Provincia, Regione ed Azienda per capire quale futuro avrà Veneto Strade, a chi verrà affidata la manutenzione e in quale forma e che cosa si intende con Service.

Pagine

Abbonamento a Filt CGIL Regionale Veneto RSS