ANAS

Anas: sul Modello Organizzativo serve un accordo metodologico

Tipo: 

  • News

Il 6 giugno si è svolto il previsto incontro sul Riassetto del Modello Organizzativo Territoriale, nel corso del quale Anas ha presentato e sinteticamente illustrato alle Organizzazioni Sindacali un primo documento esplicativo contenente le attività assegnate a ciascuna unità organizzativa, sia tecnica che amministrativa, in merito al quale il sindacato si impegnerà per le opportune integrazioni e revisioni, attraverso una propria elaborazione. Le organizzazioni sindacali, facendo riferimento al documento unitario elaborato sulla materia ed illustrato nel corso della riunione del 8 maggio 2019, hanno infatti ribadito la necessità di individuare, nel corso della discussione, le adeguate soluzioni rispetto alle principali criticità evidenziate, riguardanti: le peculiarità organizzative, di risorse e di rete stradale e autostradale di alcune regioni, in particolare per l’Area Amministrativa; accorpamenti regionali che interessano tra gli altri anche il Veneto-Friuli Venezia Giulia.

Leggi tutto in allegato

Anas: Riassetto organizzazione territoriale. Osservazioni Filt

Tipo: 

  • News

Le Organizzazioni sindacali hanno espresso da subito le proprie riserve ed evidenziato possibili criticità rispetto al nuovo modello di assetto territoriale adottato da Anas,  dal 9 gennaio 2017, attraverso la costituzione delle c.d. Macroaree, relativamente alla decisione di effettuare degli accorpamenti territoriali ed alla composizione dei coordinamenti, ai ruoli di responsabilità e ai processi organizzativi adottati, nonché rispetto agli obbiettivi di efficientamento prospettati, richiedendone la sospensione dell’applicazione e proponendo modifiche e correzioni, avanzate anche attraverso l’elaborazione di documenti dedicati al tema in esame.

A fronte della decisione di parte aziendale di procedere nel riordino territoriale prospettato, ne hanno comunque richiesto il rinvio della fase applicativa, ritenendo comunque essenziale avviare una discussione, coerente con la complessità della materia affrontata, al termine della quale è stato stipulato l’accordo del 25 luglio 2017, che ha fissato tempi e modalità di applicazione e di revisione del modello, secondo un programma dei lavori predefinito.

La configurazione proposta costituisce sicuramente un terreno più avanzato di discussione, nell’ambito del confronto da svolgersi tra le parti.

Anas: nuova fase di transizione. Presidio al MIT per sollecitare risposte

Tipo: 

  • News

Le segreterie nazionali hanno indetto per il 18 dicembre 2018 un presidio di delegati sindacali, lavoratrici e lavoratori Anas, presso il Ministero delle Infrastrutture e Trasporti, a Roma, per esprimere forte preoccupazione per la nuova fase di transizione e di incertezza che si prospetta per Anas e per sollecitare un incontro precedentemente richiesto.

Nella richiesta di incontro erano stati evidenziati i seguenti punti:

- conoscere le determinazioni e gli obiettivi fissati dal Ministero rispetto al futuro assetto di Anas Spa, in relazione a dichiarazioni, più volte rese agli organi di stampa, che prefigurano la prossima uscita della Società dal Gruppo FS, in assenza dell’indicazione di una nuova, diversa, collocazione;

Anas: informativa assistenza sanitaria

Tipo: 

  • News

Pubblichiamo l’informativa allegata, relativa alla riunione svoltasi nelle giornata di ieri dedicata all’assistenza sanitaria integrativa, nel corso della quale è stata preannunciata la presentazione di una proposta, con alcune anticipazioni, riservata al personale in quiescenza ed ai relativi familiari, che dovrà essere oggetto di valutazione con il sindacato, e per la cui definizione la Filt Cgil si è costantemente impegnata in questi anni.

Anas: serve un confronto a livello territoriale

Tipo: 

  • News

Pubblichiamo le note unitarie predisposte per sollecitare la calendarizzazione degli incontri già richiesti su Esercizio e Modello organizzativo territoriale, secondo il programma dei lavori fissato, evitando iniziative di tipo unilaterale ed assicurando il pieno svolgimento del confronto a livello territoriale, e per comunicare ad Anas di aver previsto l’estensione del periodo temporale fissato per il rinnovo dei rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza, allegando il relativo comunicato per i territori.

 

ANAS: modello organizzativo, piattaforma Ccnl, rinnovo RLS

Tipo: 

  • News

Pubblichiamo le richieste di incontro trasmesse ad Anas il 14 settembre 2018, che segnano la ripresa dell’attività da parte del sindacato, successivamente alla pausa estiva. Secondo il programma dei lavori già definito si prevede l’apertura formale del confronto sul rinnovo contrattuale attraverso l’illustrazione delle proposte e delle linee programmatiche indicate nella piattaforma, trasmessa alla fine del mese di giugno. Va proseguita la discussione, avviata da tempo sull’esercizio, nella quale occorre affrontare in particolare le problematiche derivanti dall’acquisizione della rete stradale e quelle connesse al ripianamento del personale, e sul modello organizzativo territoriale, la cui applicazione ha determinato non poche criticità, puntualmente segnalate dal sindacato, che dovranno essere esaminate.

Anas: piattaforma ccnl 2019-21

Tipo: 

  • News

Le Segreterie Nazionali hanno trasmesso il 28 giugno 2018 alla Società Anas la Piattaforma relativa al rinnovo contrattuale del Gruppo Anas 2019-2021 comprensiva dei contributi e delle osservazioni emerse durante la consultazione dei lavoratori attraverso le assemblee, tenutesi le scorse settimane, che hanno registrato un ampio consenso rispetto all’ipotesi presentata. Ora si attende la convocazione aziendale. Pubblichiamo in allegato la piattaforma e qui di seguito stralci della premessa che inquadrano il contesto socio economico in cui si inserisce l’azienda.

“I recenti dati macro economici e gli stessi indicatori sull’andamento del traffico viario, segnalano che il Paese si sta gradualmente riprendendo, anche se in modo disomogeneo e con evidenti differenziazioni tra le diverse aree geografiche, dalla crisi economica più lunga e più grave degli ultimi anni, che ha investito anche il settore dei trasporti.

Anas-Fs: serve un tavolo permanente per la gestione del processo di integrazione

Tipo: 

  • News

Lo scorso 20 dicembre 2017 le scriventi Segreterie Nazionali hanno incontrato il Presidente di ANAS Armani, nell’ambito del prosieguo del confronto ripreso dopo la proclamazione dello stato di agitazione del personale. L’incontro ha rappresentato l’occasione per fare il punto sulle diverse questioni di carattere societario in cui è impegnata attualmente ANAS. In primis, rispetto all’integrazione con il gruppo FS, rallentata a fronte delle riserve espresse dal CIPE sul Contratto di Programma ed ora superate per l’avvenuto loro recepimento in un nuovo contratto, il Presidente ha riconfermato, anche rispetto a quanto dichiarato dal Ministro Delrio, che esistono tutte le condizioni affinché questa possa avvenire entro pochi giorni mediante un “decreto di avveramento” ed una delibera dell’Assemblea dei Soci di FS finalizzata ad un aumento di capitale al quale il MEF aderirà conferendo ANAS. Successivamente, il passaggio “materiale” delle azioni dovrebbe concretizzarsi entro la prima metà di gennaio, dopo il pronunciamento dell’antitrust.

Veneto Strade: preoccupazione per il suo destino

Tipo: 

  • News

La giornata di oggi 13 novembre 2017 è decisiva per il destino di Veneto Strade perché l’assessora regionale ai trasporti Elisa De Berti ha convocato alle ore 16 tutte le provincie venete per comprendere definitivamente la loro disponibilità ad uscire dall’assetto societario e favorire l’unica soluzione possibile con l’entrata di Anas. Una società fatta dalla Regione Veneto, dalla provincia di Belluno (unica che ha ancora la convenzione) e Anas è l’unica soluzione possibile per mantenere il contratto in essere, la tutela occupazionale e la garanzia del servizio. Contemporaneamente all’incontro istituzionale di questo pomeriggio i lavoratori, insieme alle rappresentanze sindacali unitarie, hanno organizzato un presidio davanti alla sede centrale di Veneto Strade a Mestre.

Chiunque abbia letto i giornali è consapevole che ancora una volta si è in presenza di una situazione aziendale altamente tesa che non dovrebbe esistere. Non siamo di fronte ad una produzione andata fuori moda o ad un’azienda che ha sbagliato investimenti sul mercato, siamo drammaticamente di fronte ad un’azienda che eroga un servizio essenziale come la manutenzione e la gestione delle strade.

Anas: sottoscritto il nuovo Modello territoriale

Tipo: 

  • Accordi

Il 25 Luglio 2017 è stato sottoscritto l’accordo sul nuovo Modello territoriale di Anas, giunto al termine di una fase di confronto lunga e complessa, che ha visto il Sindacato impegnato in un lavoro di elaborazione su di un progetto che non ha condiviso e rispetto al quale aveva richiesto un rinvio nell’attuazione, segnalando puntualmente le criticità rilevate. L’accordo raggiunto, a parere delle Organizzazioni sindacali, è da valutarsi positivamente, perché permette di ricondurre la materia nell’ambito del confronto tra le parti, ribadendo anche il ruolo assegnato alla contrattazione decentrata, e garantendo alla discussione l’arco temporale di un anno, con un primo momento di verifica previsto già a gennaio 2018. Nell’intesa viene inoltre ribadita la funzione strategica dell’articolazione organizzativa di Anas, con compito di maggior presidio del territorio, rafforzando le strutture organizzative delle Aree Compartimentali inizialmente proposte e prevedendo la relativa allocazione delle risorse, che continueranno a svolgere le medesime funzioni assicurate sino ad ora.

Pagine