Artigianato e bilateralità

Bilateralità Veneta oltre 25 anni di contrattazione

Tipo: 

  • News

In Veneto il rapporto bilaterale tra le associazioni confederali e di categoria delle imprese e delle organizzazioni sindacali è stato tema di discussioni fin dai primi anni 80. Particolarmente nel mondo dell’artigianato, come, anche se in misura inferiore, nel mondo dell’industria. Indubbiamente la realtà produttiva ed economica del territorio ha permesso innanzitutto una radicata presenza delle associazioni delle imprese praticamente in tutti i comparti lavorativi, prevalentemente nelle piccole imprese e una importante rappresentanza sindacale che aveva permesso di contrattare nelle rispettive filiere importanti accordi regionali.

E’ l’accordo Interconfederale Regionale del 1988, che ribadisce il modello contrattuale su due livelli, uno nazionale e uno territoriale (Provincia o Regione) e che partendo dagli accordi regionali sul settore della ceramica, dell’edilizia, dei grafici, degli alimentaristi, degli accordi regionali sui CFL e sull’apprendistato per i settori artigiani non coperti dalla contrattazione nazionale, che si struttura un’intesa complessiva sulle relazioni industriali e sugli scopi, sui diritti sindacali, e sulle successive intese per tutti gli altri settori, compreso il trasporto merci.

Merci Logistica: Rilanciare il valore del lavoro

Tipo: 

  • News

Innanzitutto la dimensione del settore merci e logistica nel Veneto per meglio comprendere di cosa discutiamo. Sono circa 1.500 le imprese di trasporto iscritte all’albo degli autotrasportatori delle province del Veneto, nelle loro diverse articolazioni. Secondo Unioncamere nel Veneto su dati statistici del 2013 sono censiti circa 18.000 siti di impresa nel settore trasporti delle quali circa 9.000 sono imprese individuali ed il resto per il 40% sono autotrasportatori e 25% sono della logistica. Più complessa la rilevazione dell’occupazione nel settore dove si intreccia con diverse tipologie di servizi e di indicatori.

Fondo Sanilog: migliorie sulle prestazioni di assistenza sanitaria

Tipo: 

  • News

Riportiamo in allegato un semplice schema che riassume le prestazioni di assistenza sanitaria previste dal Fondo Sanilog per i lavoratori del CCNL Trasporto Merci e Logistica. A partire dal 15 novembre 2015 le prestazioni sono state incrementate senza alcun ulteriore onere a carico dell’azienda e del dipendente. Le più importanti novità del piano sanitario Sanilog vanno dalla prevenzione cardiovascolare e oncologica alle visite specialistiche con franchigia ridotta presso i centri convenzionati Unisalute. Migliorano le prestazioni diagnostiche e terapeutiche di alta specializzazione extra ricovero, ai trattamenti fisioterapici già previsti si aggiungono quelli a seguito di una qualunque malattia che le renda necessarie. Sono previste visite oculistiche per bambini e migliorie riguardanti le visite e prestazioni odontoiatriche.

 

Sanilog: Chi aderisce a Conftrasporto deve pagare il contributo al fondo Sanilog

Tipo: 

  • News

Pubblichiamo in allegato la nota unitaria Filt-Fit-Uiltrasporti inviata a Conftrasporto sulle prestazioni sanitarie, che abbiamo sollecitato alla segreteria nazionale dopo la lettura del sito www.uominietrasporti.itil 9 giugno scorso che riportiamo di seguito. “Nelle scorse settimane sono state recapitate a molte imprese di autotrasporto una richiesta del contributo in scadenza al Fondo Sanilog, relativo al semestre 15/05/2014 – 15/11/2014. Fiap, associazione dell’autotrasporto aderente a Conftrasporto, fa sapere al riguardo che nell’accordo di rinnovo del CCNL Logistica, Trasporto merci e Spedizione del 1° agosto 2013, c’è anche una disposizione al riguardo che dice testualmente che «per le imprese aderenti alla Conftrasporto viene previsto un periodo entro il quale Conftrasporto e le OO.SS. si confronteranno al fine di svolgere gli opportuni approfondimenti circa l’adesione ad un fondo sanitario del settore, tenuto conto dell’appartenenza al sistema confederale Conftrasporto.

Artigiani: Contributo di 850 € fino al 30 giugno

Tipo: 

  • News

Per le ditte artigiane che operano la trattenuta EBAV in busta paga c'è la possibilità di avere fino al 30 giugno un contributo una tantum di euro 850! Gli interessati possono trovare nel volantino allegato le informazioni del caso. Importante avere anzianità di almeno 3 anni presso la stessa azienda e che vi sia il versamento EBAV. Per chi opera in altri territori della regione è possibile rivolgersi ai delegati Filt provinciali.

Accordo detassazione artigianato

Tipo: 

  • News

Pubblichiamo in allegato copia dell’accordo Regionale interconfederale per tutti i settori dell’Artigianato sottoscritta in data 26 Maggio.L’intesa ricalca l’accordo per il 2013 in materia di tassazione agevolata e decontribuzione e fa riferimento al DPCM 19 Febbraio 2014 che, tra l’altro, ha portato a 3.000 euro il tetto massimo di retribuzione derivante dall’aumento di produttività da conteggiare per la detassazione.

Autotrasporto artigiano: testo sui permessi controfirmato da tutte le parti

Tipo: 

  • Accordi

Pubblichiamo in allegato l’accordo realizzato con le controparti artigiane relativamente alle giornate di permesso retribuite del personale viaggiante, i valori tabellari degli elementi retributivi regionali ERC e EET del livello 3° super iunior 3SJ, infine la validità della assistenza sanitaria erogata da Sani in Veneto in luogo di Sanilog.

Confartigianato Trasporti firma il contratto collettivo Autotrasporto. CNA-Fita sottoscrive il CCNL con un'integrazione. Ecco i contenuti

Tipo: 

  • Contratti

Confartigianato Trasporti nella tarda serata del 17 dicembre ha formalizzato la sottoscrizione dell’accordo di rinnovo del contratto collettivo Autotrasporto Merci, Logistica e Spedizione, rinnovato lo scorso 1° agosto.  Insieme al CCNL è stata anche sottoscritta l'ipotesi di accordo per la definizione di un «Protocollo per il rilancio del settore autotrasporto merci». Il contratto collettivo era stato già sottoscritto dai sindacati confederali dei lavoratori dipendenti, mentre rispetto alla parte datoriale artigianale, alla quale appartengono le aziende iscritte alla Confartigianato, non ha mai incontrato il favore di CNA-Fita. 19 dicembre 2013

 

CNA-Fita, insieme alle altre organizzazioni datoriali e FILT–CGIL, FIT-CISL e UILTRASPORTI-UIL, ha sottoscritto un protocollo che integra la sezione artigiana del CCNL del 1° agosto 2013 e consente, attraverso la sottoscrizione di accordi sperimentali a livello territoriale, condizioni di contesto migliori per imprese e lavoratori. Vediamo i dettagli di questa intesa.

Pagine