Autonoleggio

Autonoleggio: firmata ipotesi ccnl

Tipo: 

  • News

“Un significativo avanzamento sia dal punto di vista salariale sia da quello normativo con la definizione della nuova scala parametrale e il nuovo inquadramento che i lavoratori aspettavano da più di 15 anni”. Così la segretaria nazionale della Filt Cgil Cristina Settimelli sull’ipotesi di accordo per rinnovo del contratto nazionale dei settori dell’autonoleggio, della gestione dei parcheggi e sosta e del soccorso stradale, sottoscritto oggi, unitariamente a Fit Cisl e Uiltrasporti, con l’associazione datoriale del settore, Aniasa e che riguarda circa 20 mila addetti complessivi.

HERTZ: piattaforma per la contrattazione di 2° livello

Tipo: 

  • News

Pubblichiamo la piattaforma del 16 ottobre 2017 che contiene la parte normativa e parte economica per la contrattazione di 2° livello Hertz 2017-2019 e che sarà presentata a lavoratrici e lavoratori, in attesa dell’inizio del confronto con l’azienda. Il rinnovo della contrattazione aziendale rappresenta un importante occasione per dare risposta alle aspettative ed ai bisogni delle lavoratrici e dei lavoratori e per consolidare e far crescere la presenza del sindacato nei luoghi di lavoro. Il miglioramento delle condizioni di lavoro e degli sviluppi professionali, l’allargamento dei diritti collettivi ed individuali, la salvaguardia del posto di lavoro, e la distribuzione di quote di incremento salariale legate al miglioramento delle performances aziendali sono i terreni di intervento privilegiati dalla contrattazione aziendale; tutto ciò – affrontato in un rapporto diretto e di partecipazione con le lavoratrici ed i lavoratori e in un contesto aziendale concreto e conosciuto – misurerà la nostra capacità di rappresentare i mutamenti intervenuti nelle aziende e bisogni vecchi e nuovi che esprimono le lavoratrici ed lavoratori.

Autonoleggio: forse non tutti sanno che …

Tipo: 

  • News

In seguito all’uscita di un articolo sul Gazzettino dal Titolo “L’autonoleggio con le radiazioni” la Filt Cgil e la Uiltrasporti rispondono con la cronologia dei fatti alla supposta assenza di intervento delle organizzazioni sindacali in tema di salute e sicurezza dei lavoratori dell’autonoleggio, impegnati presso lo scalo veneziano.

Che la Fit Cisl denunci un mancato intervento delle altre organizzazioni sindacali e di tutti gli attori coinvolti nella vicenda, Spisal compreso, ci costringe a ricordare tutto il percorso degli ultimi 3 anni e mezzo.  Spiace che un sindacato che ha meno peso sul piano territoriale e nazionale nel settore dell’autonoleggio abbia scelto la strada della denuncia alla stampa e della visibilità più facile invece di percorrere unitariamente la strada del lavoro quotidiano e faticoso del raggiungimento dell’obiettivo.

Si auspica che la stessa sigla si misuri con la realtà dei fatti e che non si fermi al coinvolgimento di un quotidiano locale, ma lavori per la reale tutela dei lavoratori che rappresentiamo.

Avis e Maggiore: stato di agitazione anche a Venezia

Tipo: 

  • News

Le segreterie nazionali congiuntamente alle RSA, dopo aver tentato più volte di aprire un dialogo costruttivo con la dirigenza di Avis e Maggiore, provato ad evidenziare le tante difficoltà e le pressioni che le lavoratrici e i lavoratori vivono su tutto il territorio nazionale, nonché una disorganizzazione diffusa che provoca stress, tensioni e scarsa qualità del servizio offerto, ad oggi non riscontrano da parte dell'azienda nessuna inversione di rotta. A fronte dei problemi evidenziati e delle pressioni che aumenteranno in questi giorni festivi, l’azienda propone, soltanto, un calendario di incontri spalmato fino a marzo oppure non da risposta alcuna. A ciò si unisce una gestione dei personale orientata al risparmio e allo smantellamento dei diritti dei lavoratori per un’azienda che vanta utili, che si dice leader nel mercato, che tiene alla propria immagine.

Pertanto è dichiarato lo stato di agitazione e una prima azione di sciopero per l’intero turno il giorno 23 dicembre 2016 di tutti i dipendenti Avis e maggiore e car care ad essa collegati.

Leggi tutto nel comunicato allegato.

Autonoleggio: sciolta riserva sul ccnl

Tipo: 

  • News

Pubblichiamo in allegato la nota unitaria inviata in data odierna ad Aniasa di scioglimento della riserva del Ccnl di luglio 2016. La Filt Veneto ha condiviso il testo contrattuale nelle assemblee delle diverse aziende che fanno riferimento al contratto riscontrando una forte partecipazione attiva alla consultazione da parte dei molti lavoratori e delle tante lavoratrici che operano nel settore.I l voto favorevole dato alla piattaforma segnala un grande attenzione e una diffusa consapevolezza tra i nostri iscritti che hanno seguito da vicino la vertenza durante tutto il suo percorso. L’approvazione del contratto conferma che le procedure di validazione dei rinnovi contrattuali previste dall’Accordo Interconfederale del 10 gennaio 2014 su rappresentanza e democrazia sindacale sono riconosciute dai lavoratori, attraverso la partecipazione al voto, e sono uno strumento di rafforzamento dell’iniziativa del Sindacato nei confronti delle controparti datoriali.

Maggiore Rent: accordo mobilità

Tipo: 

  • News

Pubblichiamo il verbale ministeriale e l'accordo sindacale in cui da 140 esuberi la procedura si è conclusa con esodo volontario e ricollocazioni che interessa anche lavoratrici di Maggiore Rent in Veneto. La società collocherà in mobilità alcuni dipendenti, sulla base del criterio della non opposizione al licenziamento. Per le lavoratrici attualmente in maternità è prevista la tutela per la conservazione del posto di lavoro fino al termine dell’astensione del lavoro prevista. La società corrisponderà ai lavoratori una somma a titolo di incentivo all’esodo con le modalità concordate nell’accordo. E’ prevista una tutela aggiuntiva per i lavoratori con età anagrafica superiore ai 40 anni che saranno in mobilità nel periodo dal 1 gennaio al 30 giugno 2016.

Maggiore Rent: continua la trattativa

Tipo: 

  • News

Continua la trattativa in sede Aniasa relativamente all'esame congiunto in seno alla procedura di licenziamento collettivo (L. 223/91). La discussione fatta nell’incontro del 2 novembre 2015 si è concentrata nella costruzione di un percorso alternativo ai licenziamenti, che li possa trasformare in uscite volontarie incentivate. Ci sarebbe anche una clausola di salvaguardia per 48 mesi ed una dilatazione dei tempi delle ipotetiche uscite volontarie fino al 30 settembre 2016. Esiste poi una sorta di apertura a valutare il part-time per gli operatori di banco.

Maggiore: 23 ottobre sciopero contro i 141 licenziamenti

Tipo: 

  • News

Il 23 ottobre, data di inizio dell’esame congiunto della procedura di licenziamento collettivo per la Società Maggiore Rent è proclamato lo sciopero per l’intera giornata contro i 141 licenziamenti sul territorio nazionale. Contemporaneamente all’apertura del tavolo di trattativa si svolgerà un sit-in sotto l’associazione Aniasa che rappresenta le aziende che aderiscono al contratto nazionale collettivo dell’autonoleggio. Lo scopo della manifestazione è di dare visibilità all’incongruenza dei licenziamenti in un’azienda con un bilancio in attivo che dichiara contemporaneamente esuberi. Ricordiamo che Maggiore ha usufruito degli ammortizzatori sociali per 12 mesi riuscendo rientrare dalla crisi e sono state fatte delle interrogazioni parlamentari per chiedere chiarimento di una simile strategia aziendale. Ci risulta quindi inaccettabile che si proceda ai licenziamenti di un’azienda sana senza trovare una soluzione alternativa. La Filt Veneto e tutte le lavoratrici e lavoratori parteciperanno a tutte le azioni previste e si batterà per una per un finale diverso da quello già scritto dalla nuova proprietà. In allegato il comunicato unitario e il testo redatto dalla Filt Cgil Naz.le per la richiesta di interrogazione parlamentare. 

Pagine