Diritti

Trasporto Aereo: rinnovata Parte Comune Ccnl

Tipo: 

  • News

“Rinnovata la parte comune del contratto nazionale del trasporto aereo”. Lo riferiscono unitariamente Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti e Ugl Trasporto Aereo, sottolineando che “i miglioramenti riguardano gli articoli relativi ai diritti e le tutele sociali per tutti i lavoratori del settore, compresi i dipendenti di Enav”.
“E’ un passo importante quello fatto oggi – spiegano le quattro organizzazioni sindacali – in quanto, in un settore liberalizzato, non è scontato fare passi in avanti”.

Porti: altissima adesione sciopero per il ccnl il 23.5.2019

Tipo: 

  • News

Ieri 23 maggio 2019 Stop di 24 ore negli scali, previsti presìdi in tutta Italia e in Veneto alla stazione marittima, a Marghera e a Chioggia. I sindacati denunciano lo stallo nelle trattative per il ccnl, i tagli a spese dei lavoratori, il tentativo di destrutturare l'impianto di regole vigente, l'assenza di regia del ministero.

“È altissima l’adesione allo sciopero di 24 ore dei lavoratori portuali ed è ampissima la partecipazione ai presìdi e alle manifestazioni organizzate da ogni porto”. A dirlo sono i segretari nazionali della Filt Cgil Natale Colombo, della Fit Cisl Maurizio Diamante e della Uiltrasporti Marco Odone, commentando l’andamento della protesta organizzata per l’intera giornata in tutti gli scali del Paese: "È un’azione importante e utile manifestare apertamente e attraverso la voce dei lavoratori la fase di stallo del rinnovo contrattuale”, aggiungono gli esponenti sindacali: “Il contratto e la necessità di adeguarlo ai nuovi bisogni, e le regole necessarie a salvaguardare l’occupazione e la professionalità del lavoro portuale, restano punti irrinunciabili per il sindacato”.

Contratto addetti impianti a fune: firmata ipotesi rinnovo

Tipo: 

  • Contratti

“Firmata con l’associazione datoriale Anef l’ipotesi di accordo per il rinnovo del contratto collettivo nazionale degli addetti agli impianti di trasporto a fune”, ne danno notizia Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti e Savt, aggiungendo che: “c’è soddisfazione per un rinnovo arrivato, dopo un’approfondita trattativa, prima della sua naturale scadenza, prevista per il prossimo 30 aprile in un settore conta circa 15mila lavoratrici e lavoratori”.
“L’ipotesi di accordo – spiegano le organizzazioni sindacali – che nei prossimi giorni sarà sottoposta a validazione da parte dei lavoratori del settore, prevede 72 euro di aumento retributivo a regime, suddiviso in tre tranche per la vigenza 2019-2022 del contratto. Inoltre sono previsti più 100 euro annui a titolo di welfare, che possono essere incrementati a 110 euro se il lavoratore destina la quota alla previdenza complementare. Incrementate anche le tutele in caso di malattia ed equiparato il trattamento, economico e normativo, tra lavoratori stagionali e a tempo indeterminato”.

TX Logistik AG F. Italia: Primo Sciopero per l’applicazione del CCNL

Tipo: 

  • News

Primo sciopero per l’applicazione del contratto collettivo di lavoro della Mobilità - Attività Ferroviarie. Le regole ci sono, bisogna applicarle. Grazie alla massiccia partecipazione del personale di Condotta e del personale Polifunzionale (TPT), sono state raggiunte punte di altissima adesione (100%) alla prima azione di sciopero di 8 ore proclamato per rivendicare l’applicazione del CCNL della Mobilità Attività Ferroviarie del 16/12/2016 ai dipendenti di TX Logistik Italia, Impresa Ferroviaria Tedesca rientrante nel Polo Logistico di Mercitalia Logistics del Gruppo FSI.

I lavoratori hanno una forte motivazione a continuare la vertenza, consapevoli che queste battaglie sono determinanti per il futuro di tutti.

E-commerce: apertura del tavolo di confronto con le associazioni della distribuzione

Tipo: 

  • News

“L’apertura del tavolo sull’e-commerce segna un primo passo verso una maggiore tutela dei lavoratori della logistica legata a questo settore”, così Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uiltrasporti, al termine dell’incontro odierno con Assoespressi, associazione datoriale aderente a Confetra, che rappresenta le aziende specializzate nell’attività di distribuzione per il commercio elettronico, aggiungendo che “da oggi si avvia un percorso di confronto sulle problematiche specifiche del settore della consegna delle merci nell’ambito dell’e-commerce”.
“Durante questo primo incontro – proseguono le organizzazioni sindacali – a partire dalle specificità del settore, si è convenuti sulla necessità di valorizzare il ruolo del contratto collettivo nazionale della logistica, trasporto merci e spedizione a tutela dei lavoratori, di mettere in campo le azioni necessarie a sostenere l’impresa ed infine di individuare le regole per governare le sfide e i cambiamenti in corso, in un settore che sta crescendo rapidamente”.
“Per le prossime riunioni – concludono Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uiltrasporti – abbiamo chiesto di affrontare i temi relativi all’organizzazione, ai carichi e alla qualificazione e valorizzazione del lavoro”.

ANAS: modello organizzativo, piattaforma Ccnl, rinnovo RLS

Tipo: 

  • News

Pubblichiamo le richieste di incontro trasmesse ad Anas il 14 settembre 2018, che segnano la ripresa dell’attività da parte del sindacato, successivamente alla pausa estiva. Secondo il programma dei lavori già definito si prevede l’apertura formale del confronto sul rinnovo contrattuale attraverso l’illustrazione delle proposte e delle linee programmatiche indicate nella piattaforma, trasmessa alla fine del mese di giugno. Va proseguita la discussione, avviata da tempo sull’esercizio, nella quale occorre affrontare in particolare le problematiche derivanti dall’acquisizione della rete stradale e quelle connesse al ripianamento del personale, e sul modello organizzativo territoriale, la cui applicazione ha determinato non poche criticità, puntualmente segnalate dal sindacato, che dovranno essere esaminate.

Ryanair: referendum sul recente accordo

Tipo: 

  • News

“Un referendum i prossimi 11,12 e 13 settembre tra tutti i piloti Ryanair per esprimersi sulla validità o meno dell’accordo, firmato nei giorni scorsi, tra la parte datoriale e l’associazione professionale Anpac”. Ad annunciarlo Filt Cgil e Uiltrasporti spiegando che “la consultazione è aperta ai piloti con base in Italia, sia alle dipendenze di Ryanair, sia assunti dalle agenzie di lavoro interinale con contratti di lavoro anche a tempo determinato”.
“Con il referendum – sostengono infine Filt Cgil e Uiltrasporti – intendiamo dare alla totalità dei lavoratori l’opportunità di poter esprimere la propria opinione sull’accordo sindacale dei piloti”.

5 settembre 2018.

Vedi anche: http://www.filt.veneto.cgil.it/content/ryanair-regolamento-aziendale-non-%C3%A8-contratto-e-non-tutela-equipaggi

 

Sncf Voyage Italia: confermato sciopero il 5 ottobre 2018

Tipo: 

  • News

Fumata nera all'incontro. Stop il prossimo 5 ottobre nei collegamenti tra Italia e Francia. Fit, Filt, Fast Confsal: “Hanno avuto un atteggiamento di sufficienza e di chiusura netta, rispetto alle richieste”. “Sncf Voyage Italia continua a rifiutare di applicare ai propri dipendenti un contratto collettivo nazionale di lavoro, condiviso con le organizzazioni sindacali maggiormente rappresentative, per cui lo sciopero del prossimo 5 ottobre è confermato”, così dichiarano Filt-Cgil, Fit-Cisl e Fast Confsal, a seguito dell’incontro che si è tenuto, come prescritto dalla legge sugli scioperi, con la società che opera nei servizi ferroviari tra Italia e Francia.
“Sncf Italia – proseguono le organizzazioni sindacali – ha assunto un atteggiamento di sufficienza e di chiusura netta, rispetto alle richieste del sindacato e si è anche rifiutata perentoriamente di esaminare nel merito le criticità che, a nostro giudizio, potrebbero mettere seriamente a rischio la salute e la sicurezza delle lavoratrici e dei lavoratori e potenzialmente la regolarità dell’esercizio ferroviario”.

Ryanair: nuovo stop alla trattativa

Tipo: 

  • News

Fumata nera nella trattativa tra sindacati irlandesi e compagnia aerea. L’intesa è essenziale per risolvere le dispute in tutta Europa. C'è il rischio di nuovi scioperi in Germania, Belgio, Svezia e Olanda a settembre, dopo lo stop del 10 agosto scorso. Il dialogo tra i sindacati irlandesi dei piloti e i vertici Ryanair ha subito una nuova, inattesa battuta di arresto il 19 agosto scorso. Secondo quanto ha riportato l'agenzia Bloomberg, tra l’altro, il negoziato, che sembrava a un passo dalla soluzione, non riprenderà prima della prossima settimana, anche se ancora non è stato fissata alcuna data.

Di conseguenza anche i sindacati di Germania, Belgio, Svezia e Olanda sono sul piede di guerra per le condizioni di lavoro imposte dal vettore e hanno già proclamato e messo in atto una serie di scioperi che ne ha fortemente penalizzato l'attività estiva. L'ultimo sciopero, indetto il 10 agosto, ha lasciato a terra 400 aerei.

Ryanair: sciopero piloti in Europa

Tipo: 

  • News

Si fermano ancora i piloti Ryanair. Non in Italia, dove la normativa impedisce di scioperare fino al primo settembre, ma in altri 5 importanti paesi dell'Ue: Irlanda, Svezia, Belgio, Olanda e Germania. Le richieste però sono le stesse dello sciopero effettuato anche nel nostro paese a fine luglio e cioè migliori condizioni contrattuali e retribuzioni più elevate. Le dimensioni di questa nuova protesta saranno molto consistenti, con la cancellazione di quasi 400 voli (250 da e per la Germania e 146 negli altri paesi) su 2.400 voli in Europa, con circa 55mila passeggeri coinvolti. "Avremmo aderito volentieri allo sciopero europeo di domani - spiega Fabrizio Cuscito, coordinatore nazionale del trasporto aereo della Filt Cgil - ma è stato comunque un successo enorme". La richiesta dei sindacati - sottolinea Cuscito - è di avere "per tutti i piloti Ryanair, che in parte sono assunti da agenzie interinali, il medesimo contratto collettivo; inoltre, diritti in materia di welfare e la libertà di potersi iscrivere al sindacato".

Pagine