Diritti

Ryanair: illecito scegliere unilateralmente sindacati

Tipo: 

  • News

“E’ illecita la condotta di Ryanair che sceglie unilateralmente gli interlocutori sindacali a lei più graditi, a prescindere dalla reale rappresentanza”. E’ quanto riferiscono Filt Cgil e Uiltrasporti sulla sentenza del giudice del lavoro di Busto Arsizio, spiegando che “è stato accolto un nostro ulteriore ricorso contro i comportamenti antisindacali tenuti dalla compagnia irlandese, a danno dei lavoratori e delle organizzazioni sindacali”.

Autonoleggio: firmata ipotesi ccnl

Tipo: 

  • News

“Un significativo avanzamento sia dal punto di vista salariale sia da quello normativo con la definizione della nuova scala parametrale e il nuovo inquadramento che i lavoratori aspettavano da più di 15 anni”. Così la segretaria nazionale della Filt Cgil Cristina Settimelli sull’ipotesi di accordo per rinnovo del contratto nazionale dei settori dell’autonoleggio, della gestione dei parcheggi e sosta e del soccorso stradale, sottoscritto oggi, unitariamente a Fit Cisl e Uiltrasporti, con l’associazione datoriale del settore, Aniasa e che riguarda circa 20 mila addetti complessivi.

Autostrade: sciopero nazionale 13 e 14 ottobre 2019

Tipo: 

  • News

Confermato sciopero lo sciopero nazionale di domenica 13 e lunedì 14 ottobre, l’avvio di iniziative nei confronti del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, compresa una manifestazione nazionale a Roma, affinché nei bandi di gara per le nuove concessioni autostradali sia inserita la clausola di salvaguardia sociale e contrattuale ed infine pieno mandato a proseguire nella mobilitazione nel caso che, dopo lo sciopero, non si arrivi al rinnovo del contratto nazionale.

Autostrade: 4 ore di sciopero 25 e 26 agosto 2019

Tipo: 

  • News

“Nuovo sciopero di 4 ore nelle autostrade i prossimi 25 e 26 agosto”. A proclamare la protesta sono unitariamente Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Sla Cisal e Ugl Viabilità e Logistica “a seguito della rottura della trattativa per il rinnovo del contratto nazionale di settore e della necessità di proseguire la mobilitazione del personale dopo il primo sciopero effettuato gli scorsi 4 e 5 agosto”.

Cgil, Cisl e Uil su crisi: mettere al centro il mondo del lavoro

Tipo: 

  • News

Cgil, Cisl e Uil esprimono grande preoccupazione per l’attuale situazione di instabilità politica prodotta in pieno periodo feriale che, se non risolta rapidamente, può ulteriormente ridurre le condizioni per la crescita del Paese, aggravare la situazione economica e sociale di tutto il mondo del lavoro e dei pensionati, non far svolgere alcun ruolo al nostro Paese nella costruzione di una nuova Europa sociale. È il momento della serietà, del pieno rispetto dei principi, dei valori e dei comportamenti indicati dalla nostra Carta Costituzionale, nata dalla resistenza e dalla sconfitta del fascismo e del nazismo.
La soluzione della crisi compete al Parlamento che, dopo un dibattito ampio, libero e trasparente deve votare o sfiduciare il governo, e al Presidente della Repubblica, garante della Costituzione, cui va tutta la nostra stima e il sostegno incondizionato anche nella verifica di una reale possibilità di dare un nuovo governo al Paese.

Rider: decreto deludente. Sì al ccnl Logistica

Tipo: 

  • Documenti

“E’ negativo il nostro giudizio sulle norme per i rider, contenute nel decreto misure urgenti per la tutela del lavoro e per la risoluzione delle crisi aziendali”. Ad affermarlo il segretario nazionale della Filt Cgil Michele De Rose, spiegando che “le misure introdotte attraverso l’intervento legislativo sono deludenti ed insufficienti, mancando del coraggio necessario per imporre una svolta al lavoro dei ciclofattorini”.
“Nel decreto – spiega il dirigente sindacale della Filt Cgil – non ci sono infatti i necessari riferimenti al divieto di cottimo, al diritto alla disconnessione e non sono presenti le tutele sindacali, il riposo, un orario minimo garantito e un compenso dignitoso.

Anche alla luce di queste lacune per noi l’unico modo per assicurare tutele e riconoscere diritti ai rider rimane il contratto nazionale della logistica. La strada – spiega De Rose – recentemente è stata tracciata dal primo accordo territoriale di secondo livello, sottoscritto lo scorso maggio a Firenze, che disciplina, di concerto con le piattaforme, il lavoro dei rider. Una richiesta di riconoscimento di diritti e tutele che – afferma infine il dirigente sindacale – abbiamo registrato anche in tutte le città, da nord a sud, che abbiamo attraversato con gli appuntamenti della campagna ‘No easy riders’, promossa dalla Cgil”.

Trasporto Aereo: rinnovata Parte Comune Ccnl

Tipo: 

  • News

“Rinnovata la parte comune del contratto nazionale del trasporto aereo”. Lo riferiscono unitariamente Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti e Ugl Trasporto Aereo, sottolineando che “i miglioramenti riguardano gli articoli relativi ai diritti e le tutele sociali per tutti i lavoratori del settore, compresi i dipendenti di Enav”.
“E’ un passo importante quello fatto oggi – spiegano le quattro organizzazioni sindacali – in quanto, in un settore liberalizzato, non è scontato fare passi in avanti”.

Porti: altissima adesione sciopero per il ccnl il 23.5.2019

Tipo: 

  • News

Ieri 23 maggio 2019 Stop di 24 ore negli scali, previsti presìdi in tutta Italia e in Veneto alla stazione marittima, a Marghera e a Chioggia. I sindacati denunciano lo stallo nelle trattative per il ccnl, i tagli a spese dei lavoratori, il tentativo di destrutturare l'impianto di regole vigente, l'assenza di regia del ministero.

“È altissima l’adesione allo sciopero di 24 ore dei lavoratori portuali ed è ampissima la partecipazione ai presìdi e alle manifestazioni organizzate da ogni porto”. A dirlo sono i segretari nazionali della Filt Cgil Natale Colombo, della Fit Cisl Maurizio Diamante e della Uiltrasporti Marco Odone, commentando l’andamento della protesta organizzata per l’intera giornata in tutti gli scali del Paese: "È un’azione importante e utile manifestare apertamente e attraverso la voce dei lavoratori la fase di stallo del rinnovo contrattuale”, aggiungono gli esponenti sindacali: “Il contratto e la necessità di adeguarlo ai nuovi bisogni, e le regole necessarie a salvaguardare l’occupazione e la professionalità del lavoro portuale, restano punti irrinunciabili per il sindacato”.

Contratto addetti impianti a fune: firmata ipotesi rinnovo

Tipo: 

  • Contratti

“Firmata con l’associazione datoriale Anef l’ipotesi di accordo per il rinnovo del contratto collettivo nazionale degli addetti agli impianti di trasporto a fune”, ne danno notizia Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti e Savt, aggiungendo che: “c’è soddisfazione per un rinnovo arrivato, dopo un’approfondita trattativa, prima della sua naturale scadenza, prevista per il prossimo 30 aprile in un settore conta circa 15mila lavoratrici e lavoratori”.
“L’ipotesi di accordo – spiegano le organizzazioni sindacali – che nei prossimi giorni sarà sottoposta a validazione da parte dei lavoratori del settore, prevede 72 euro di aumento retributivo a regime, suddiviso in tre tranche per la vigenza 2019-2022 del contratto. Inoltre sono previsti più 100 euro annui a titolo di welfare, che possono essere incrementati a 110 euro se il lavoratore destina la quota alla previdenza complementare. Incrementate anche le tutele in caso di malattia ed equiparato il trattamento, economico e normativo, tra lavoratori stagionali e a tempo indeterminato”.

TX Logistik AG F. Italia: Primo Sciopero per l’applicazione del CCNL

Tipo: 

  • News

Primo sciopero per l’applicazione del contratto collettivo di lavoro della Mobilità - Attività Ferroviarie. Le regole ci sono, bisogna applicarle. Grazie alla massiccia partecipazione del personale di Condotta e del personale Polifunzionale (TPT), sono state raggiunte punte di altissima adesione (100%) alla prima azione di sciopero di 8 ore proclamato per rivendicare l’applicazione del CCNL della Mobilità Attività Ferroviarie del 16/12/2016 ai dipendenti di TX Logistik Italia, Impresa Ferroviaria Tedesca rientrante nel Polo Logistico di Mercitalia Logistics del Gruppo FSI.

I lavoratori hanno una forte motivazione a continuare la vertenza, consapevoli che queste battaglie sono determinanti per il futuro di tutti.

Pagine