APS/BUSITALIA: armonizzazione? Non ci siamo!

Tipo: 

Settore: 

Dipartimento: 

Territorio: 

È ripreso il confronto relativo all’armonizzazione APS in Busitalia Veneto dopo un mese di stop dovuto al fatto che la società non era ancora nelle condizioni di fornire i turni invernali e presentare una proposta di armonizzazione come previsto dagli accordi perché, dopo oltre 20 anni sono state chiesti al Comune e alla Provincia delle modifiche sostanziali al servizio con la conseguente messa in discussione di tutta l’organizzazione del lavoro. Senza alcun confronto politico e sindacale, Comune (Bitonci) e Provincia (Soranzo) hanno approvato il piano di attività proposto dall’azienda che prevede un taglio di percorrenze pari a quasi 1 milione di chilometri/anno non solo relativo alle sovrapposizioni tra extraurbano e urbano ma anche sul servizio urbano nel suo insieme, in pratica dal 16 settembre molte zone delle nostre città avranno meno servizi.

Fino a che punto il TPL è un servizio sociale? Fino a che punto il TPL deve mirare all’utile di bilancio? La pioggia di milioni di euro per il TPL in molte parti del nostro paese (es Roma, Sicilia) sono frutto di azioni politiche magari territoriali ?

Dov’è la Provincia di Padova? Dov’è il Comune di Padova? Che ruolo stanno svolgendo?

Contestiamo fortemente i tagli al servizio e non faremo mancare la nostra protesta, coinvolgendo anche gli utenti, la cittadinanza e tutte le associazioni cittadine sensibili al tema. (leggi tutto nell’allegato)

Il confronto con la società riprende venerdì su tutti i temi oggetto di armonizzazione.

Alla luce delle informazioni ricevute, e come promesso nell’assemblea del 6 agosto scorso, la Filt di Padova ritiene indispensabile che i lavoratori si esprimano e che diano alle OO.SS e RSA un mandato chiaro e forte per il proseguo del confronto.

Per questo sono convocate le seguenti riunioni

GIOVEDI 27 AGOSTO 2015

dalle 9 30 alle 11 30

Dalle 15 30 alle 17 30

Presso sala delegati di via Rismondo - Padova

 

Allegato: 

Tag: