Autotrasporto. Mobilitazione contro norme UE. Condivise preoccupazioni delle OS

Tipo: 

Settore: 

Dipartimento: 

Territorio: 

A seguito della mobilitazione del settore dell’autotrasporto nazionale, che si è svolta lunedì 29 maggio 2017, le ragioni della protesta sono state esposte e discusse da Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti del Veneto nell’incontro con l’assessora al lavoro Elena Donazzan del 6 giugno scorso. Le misure che la Commissione Europea vorrebbe proporre intendono modificare la regolazione dei tempi di guida e di riposo per i camionisti ed inoltre escludere gli stessi dall’applicazione della Direttiva sui distacchi che varrebbe solo se il periodo speso dal conducente in un dato paese supera i 5 giorni”. Per la Filt e le altre O.S. è gravissimo che si voglia ridurre il tempo di riposo settimanale da 45 a 24 ore e spostare per 2 o 3 settimane il riposo di 45 ore, allungando il tempo di guida degli autisti. Se le modifiche della C.E. fossero approvate le ricadute sulla qualità del lavoro sarebbero pesantissime e si modificherebbero gli accordi e l’organizzazione del lavoro contrattata a livello aziendale. Sarebbero inoltre a rischio la sicurezza sul lavoro e la sicurezza sulle strade.

Tutti i dettagli di questa iniziativa sono pubblicati su: http://www.filt.veneto.cgil.it/content/autisti-lotta-contro-la-riduzione-del-riposo

L’assessora regionale del Veneto ha condiviso le preoccupazioni dei rappresentanti sindacali e il suo intervento nei confronti del Governo e dei parlamentari europei a tutela delle condizioni di vita e di lavoro del personale viaggiante si trova nel comunicato e nell’articolo allegati.

Allegato: 

Tag: