CAV: le firme a sostegno Carta dei Diritti Cgil

Tipo: 

Settore: 

Dipartimento: 

Territorio: 

Ai lavoratori e alle lavoratrici CAV di Mestre che il 7 giugno hanno aderito alla Campagna per la Carta dei Diritti Cgil firmando e per i 3 referendum e per la Carta va il ringraziamento della Filt Veneto. Un bel esercizio di democrazia nei luoghi di lavoro cominciato a febbraio con le assemblee per la presentazione della Campagna e ora nella sua fase di arrivo con la raccolta delle firme. L’adesione ai referendum sta segnando il coinvolgimento attivo e l’interesse dei molti dipendenti sulle questioni che riguardano il loro presente lavorativo e quello di chi approccerà un impiego in futuro.

La segretaria regionale della Filt Veneto Federica Vedova ricorda che "la Carta per i diritti universali del lavoro è la riscrittura del diritto del lavoro in nome di un principio di uguaglianza che travalichi le varie forme e tipologie nelle quali esso si è diversificato e frammentato negli anni. Tutta la Cgil è impegnata in un grande confronto che mette al centro le tutele dei lavoratori, in questi anni attaccate e indebolite da un ostinato processo di destrutturazione di cui il Jobs act è solo l’ultimo atto".

I delegati sindacali che hanno partecipato alla raccolta firme spiegano i motivi per cui si sono impegnati in questa iniziativa e perché invitano tutti i lavoratori a firmare per i tre referendum che chiedono l’abrogazione dei voucher, la reintroduzione della piena responsabilità solidale negli appalti e la reintegrazione in caso di licenziamento illegittimo.

Per Pasquale Bartiromo “contribuire con la propria firma è sintomo di volontà di cambiamento affinché si annulli la disuguaglianza delle tutele e dei diritti nel lavoro, nella speranza che le prossime generazioni proseguano il loro impegno in questa direzione”.

Dario Massarotto sottolinea infine che “bisogna ridare diritti e dignità al lavoro con un con una proposta condivisa affinché si possano migliorare le prospettive future di tutti, in particolare dei giovani lavoratori”.

 

Per cambiare la situazione di continuo degrado delle condizioni di lavoro serve anche la tua firma! 

Firmate e fate firmare più persone possibile entro la fine di giugno, il calendario dei luoghi dove firmare in Veneto è aggiornato quotidianamente nei vari siti Cgil.

Per chi risiede in provincia di Venezia vedere su: http://www.cgilvenezia.it/it/

Per la provincia di Padova vedere su: http://www.cgilpadova.it/images/pdf/banchetti.pdf

 

Altre informazioni sono pubblicate sul sito Cgil: http://www.cgil.it/

 

I tre quesiti referendari pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale n.69 del 23 marzo 2016, finalizzati al sostegno della proposta di legge di iniziativa popolare, hanno come oggetto i seguenti temi:

la cancellazione del lavoro accessorio (voucher);

la reintroduzione della piena responsabilità solidale in tema di appalti;

nuova tutela reintegratoria nel posto di lavoro in caso di licenziamento illegittimo per tutte le aziende al disopra dei cinque dipendenti.

La campagna per i quesiti referendari proseguirà fino all’8 luglio (ma le firme devono essere raccolte entro la fine di giugno per le convalide nei Comuni), mentre quella per la Carta terminerà l’8 ottobre.

 

 

 

Tag: