Fedex Tnt: parte negoziato al Ministero del Lavoro

Tipo: 

Settore: 

Dipartimento: 

Territorio: 

“Serve un coordinamento tra i Ministeri del Lavoro e dello Sviluppo Economico”. Lo chiede la Filt Cgil, in merito alla vertenza Fedex Tnt, che “come da procedura, dopo la fase di confronto in sede aziendale, è approdata il 19 giugno 2018 al Ministero del Lavoro, dove si tiene l’unico tavolo negoziale deputato a trovare un accordo con le necessarie garanzie occupazionali”. “Entro il 6 luglio, termine di chiusura della procedura – spiega la Federazione dei Trasporti della Cgil – la trattativa, con i prossimi incontri del 25 e 26 giugno con le due aziende e del 4 luglio di nuovo alla presenza del Ministero del Lavoro, deve entrare nel merito e scongiurare i 361 licenziamenti ed il trasferimento di 115 lavoratrici”.
Secondo la Filt Cgil “una soluzione che deve essere trovata, può risiedere nelle ricollocazioni con il mantenimento dei diritti normativi e salariali all’interno dei perimetri aziendali, sia per chi rischia il licenziamento sia per chi è impattato dalla procedura di trasferimento, oltreché dalla creazione di un polo di vendita per l’area del Mezzogiorno. Se nei prossimi incontri non emergeranno novità positive, i numeri delle ricollocazioni attualmente proposti sono ampiamente insufficienti – afferma infine la Filt Cgil – si terrà una mobilitazione nazionale unitaria con manifestazione a Roma mentre il prossimo 21 giugno, oltre alle iniziative attualmente in corso, si terranno assemblee e presidi su tutto il territorio nazionale”.

Tutte le informazioni aggiornate su: http://www.filtcgil.it/index.php/fedex-tnt-sindacati-inaccettabili-esuberi-e-trasferimenti-proclamato-stato-agitazione/

 

Tag: