MALATTIE PROFESSIONALI E INFORTUNI DEL PERSONALE AERONAVIGANTE ITALIANO

Tipo: 

Settore: 

Dipartimento: 

Territorio: 

Il12 aprile 2018, si è tenuto presso la sede dell’INAIL un incontro tra le Organizzazioni sindacali, Associazioni professionali e la Direzione Centrale del Rapporto Assicurativo dell’Istituto in materia di infortuni e di riconoscimento delle malattie professionali. Questo incontro, scaturito da una sollecitazione formale da parte delle organizzazioni sindacali all'Inail, è stato determinato dall’esigenza di fornire una maggiore tutela alle nostre categorie su aspetti della vita lavorativa che, fortemente influenzati negli anni recenti dai rapidi cambiamenti delle attività di volo, possono produrre a nostro avviso, anche ulteriori rischi per la salute.

Inoltre, c’è da ricordare che l’attuale e frammentato sistema di copertura assicurativa, realizzato da ciascuna compagnia di navigazione attraverso polizze private, non consente, anche, per un mancato trasferimento di dati, l’elaborazione di alcuna statistica relativa alle malattie professionali e agli infortuni occorsi, diversamente dalle altre categorie di lavoratori che, usufruendo della copertura INAIL, sono oggetto di un monitoraggio statistico continuo, destinato anche alla realizzazione di appropriate procedure di prevenzione dai rischi lavorativi.

La mancata assimilazione alle altre categorie di lavoratori determina una profonda discriminazione, anche quando i naviganti, dopo aver lasciato il lavoro, in pensione, fossero colpiti da malattie correlate alla professione svolta. In questo caso i naviganti aerei non potrebbero ricorrere a tutte le potenziali tutele attivabili nei confronti dell’istituzione pubblica, diversamente da tutti gli altri lavoratori che hanno invece questa possibilità.

L’incontro che è stato giudicato positivo, e destinato ad aumentare le tutele assicurative di categorie troppo a lungo considerate “speciali e privilegiate", pone le basi per una collaborazione con l’INAIL che potrà determinare numerose soluzioni e l’avvio di ricerche mirate (avendo anche a riferimento il quadro normativo europeo), destinate a incrementare la conoscenza dei rischi lavorativi presenti nel settore anche attraverso uno studio epidemiologico delle malattie ricorrenti presenti tra il personale aeronavigante e marittimo, considerato che la categoria del personale di volo non ha ancora oggi un registro nazionale delle malattie causate dall’attività svolta ovvero ad esse correlate.

La filt si impegna a fornire tempestive informazioni sugli sviluppi di questo nuovo e fondamentale percorso.

 

Allegato: 

Tag: