Pendolari a Preganziol: Treno Fermati!

Tipo: 

Settore: 

Dipartimento: 

Territorio: 

Non si arrendono e continuano a mobilitarsi i pendolari della cittadina alle porte di Treviso dove sono molti quelli che studiano o lavorano nei dintorni di Mestre, Venezia e verso Padova e che vorrebbero più treni. Cittadini che continuano a protestare contro il taglio delle fermate deciso da Trenitalia con l’introduzione dell’orario cadenzato, nonostante le oltre 900 le firme raccolte e presentate di recente con una petizione alla Regione Veneto. Per questo intorno alle 7. 30 di questa mattina  i pendolari di Preganziol hanno dato vita ad un Flash Mob in stazione a supporto della richiesta presentata alla Regione e a Trenitalia perché i treni che fermano a Mogliano Veneto fermino anche a Preganziol. Anche perché il tanto atteso Servizio Ferroviario Metropolitano Regionale non è stato ancora attivato. Mentre i treni della linea Venezia-Udine sfrecciavano ciascuno dei passeggeri reggeva un cartello con la lettera che componeva la scritta: Treno Fermati!Molti anche i cartelli appesi con richieste o proteste tra cui: “basta coprifuoco: ultimo treno da Venezia alle 21,15”,  “Se a Preganziol fermate i treni saremo tutti più sereni”, “Più treni, meno stress”, “Rincorriamo un treno o un sogno?”, Più treni, meno inquinamento”.

La Filt Veneto è da sempre vicino alle richieste di dei pendolari e si è fatta più volte interprete delle loro esigenze con Regione e Trenitalia, soprattutto per quanto riguarda le linee che hanno subito “aggiustamenti” e tagli dei servizi a partire dall’introduzione dell’orario cadenzato dal dicembre 2013.

L’incontro con l’assessore regionale Donazzan del 4 dicembre scorso, da noi più volte sollecitato, è stata l’ultima occasione per presentare alla dirigenza regionale le richieste dei pendolari che non avevano ancora trovato soluzione, tra cui proprio quelle di ulteriori fermate a Preganziol. (In calce il link di tutto il resoconto)

 

Sull’orario cadenzato l’assessore aveva comunicato che era previsto un incontro diretto con la direzione regionale di Trenitalia Spa e che sull’esito di quell’incontro ci avrebbe dato tempestiva comunicazione.

Relativamente al SFMR l’assessore ha dichiarato che non ha risposte aggiornate. Che il suo impegno nel 2015 è di chiedere al Governo di assumere impegni in questo senso. Abbiamo ricordato all’assessore che ci sono sempre problemi di soldi e di volontà politica. Sarebbe bastato che si fosse fatto qualche viaggio a Roma in meno per il MO.SE. e qualcuno in più per gli investimenti ferroviari per garantire il completamento della prima fase del Sistema Ferroviario Metropolitano Regionale (12 anni di ritardo cronoprogramma regionale) e dare impulso alle altre tre fasi, che portano pari ritardo, e che sono ferme (5% di realizzazione la seconda, 0% terza e quarta).

L’incontro è stato aggiornato al 20 gennaio 2015 con la scaletta degli argomenti: Clausola sociale, bilancio 2015, biglietto unico. Ma la Filt Veneto non mancherà di ricordare ancora le richieste dei pendolari non ancora accolte.

Filt Veneto

9 gennaio 2015

 

Resoconto incontro tra Organizzazioni Sindacali e Regione del 4.12.2014

http://www.filt.veneto.cgil.it/content/tpl-e-ferroviario-incontro-con-as...

 

E’ possibile vedere il video del Flash mob di Preganziol su:

 

http://corrieredelveneto.corriere.it/veneziamestre/notizie/cronaca/2015/...

Tag: