Perché votare SI! al referendum del trasporto Aereo

Tipo: 

Settore: 

Dipartimento: 

Territorio: 

Si sta tenendo in tutti gli aeroporti italiani e veneti il referendum tra i lavoratori aeroportuali di terra e volo la consultazione referendaria sul rinnovo del contratto. Lunedì 15 dicembre è il giorno finale dell’espressione di voto dei lavoratori interessati. Lunedì saranno approntati seggi volanti  e assemblee sindacali per raccogliere il voto di tutto il personale in servizio negli scali. Perché votare SI? Il trasporto aereo ha sempre visto, ben prima della liberalizzazione, solamente la presenza di contratti specificie di singole imprese.Un settore non regolato che ha affrontato la più grave crisi mai vissuta.Oltre alle crisi aziendali più note quali Alitalia, Meridiana, Sea Handling, Ground Care, abbiamo assistito allascomparsa della quasi totalità delle compagnie aeree nazionali, favorendo l’avvento delle Low Cost, ad unasituazione di rischio chiusura per molte imprese di handling, ad un quadro di incertezza da cui non si è più usciti. Questo pur in presenza di una ripresa del traffico aereo nel 2014 che non ha però ancora avuto effetti positivi sul lavoro.

In questo quadro, l’utilizzo degli ammortizzatori sociali, che sino a pochi anni fa era sconosciuto al trasporto aereo, ha riguardato circa 2/3 delle imprese del settore e circa la metà degli attuali occupati.

La costruzione del Contratto Nazionale ha quindi cercato di tenere insieme dentro un unico quadro di

riferimento i lavoratori dell’intero settore, garantendo specificità e professionalità di ogni singola categoria

……. ‹‹ il nuovo CCNL è il riferimento regolatorio sul versante lavoro e si applica a tutto il personale

di terra e di volo per l’intera industria del Trasporto Aereo …. ›› questo principio, contenuto nell’ambito

di applicazione, è molto importante in un contesto caratterizzato da spinte all’aziendalismo e alla volontà

espressa di molte aziende di uscire dal contratto nazionale per farsi il proprio contratto aziendale di comodo e al ribasso.

Un contratto che ha avuto il passaggio fondamentale con la definizione di una parte generale comune e la

progressiva definizione delle diverse sezioni in cui il contratto è suddiviso;

la parte Generale è stata sottoscritta il 2 agosto 2013 e a seguire, le quattro sezioni di seguito riportate:

Assocontrol, Assocatering, Assaereo, Assaeroporti.

Per quanto riguarda Assohandler e Fairo ancora non si è giunti ad un’intesa.

Si è deciso quindi di aprire formale vertenza nei confronti delle aziende a loro associate e di portare al voto tutti i lavoratori sulla parte comune (compresi i lavoratori degli handlers e delle compagnie straniere) e sulle parti specifiche per ogni sezione.

La realizzazione del CCNL è solo il primo obiettivo di un percorso che deve proseguire rivendicando una riforma del settore che metta argine ad una concorrenza selvaggia e senza regole che tanti danni sta provocando.

 

Vedi tutti le informazioni sui settori specifici negli allegati al link di questo sito: http://www.filt.veneto.cgil.it/content/trasporto-aereo-come-partecipare-al-referendum-del-ccnl

Tag: