Ryanair: garantire il rispetto delle legislazioni naz.li ed EU

Tipo: 

Settore: 

Dipartimento: 

Territorio: 

A seguito della richiesta inviata dai Segretari Generali Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uiltrasporti ad ETF ed ITF, il 25 ottobre si è svolto a Roma il primo incontro su Ryanair e, più in generale, sulle compagnie low-cost, finalizzato a dare avvio ad un coordinamento delle azioni da intraprendere a livello nazionale, europeo ed internazionale nei prossimi mesi. Le Federazioni italiane hanno illustrato l’esperienza in Italia, anche alla luce degli accadimenti delle ultime settimane, a seguito della cancellazione di centinaia di voli da parte della compagnia e le iniziative messe in atto. È stato ribadito come la situazione di Ryanair non sia più tollerabile in termini di: mancato rispetto dei diritti dei lavoratori, derivante dalla completa disapplicazione della normativa nazionale ed europea da parte della compagnia aerea; inesistenza delle tutele sociali; mancato riconoscimento del diritto dei lavoratori di aderire liberamente alle organizzazioni sindacali; mancanza di un contratto collettivo di riferimento. È stato evidenziato come, anche a seguito del recente pronunciamento della Corte di Giustizia Europea, sia questo il momento giusto per agire in maniera efficace e coordinata a livello nazionale ed europeo.

Leggi tutto nella nota allegata

 

Allegato: 

Tag: