Viabilità: Crollo ponte a Genova. Più manutenzione e sicurezza

Tipo: 

Settore: 

Dipartimento: 

Territorio: 

"Cordoglio e vicinanza ai familiari delle vittime, con un pensiero particolare per i due lavoratori dei nostri settori deceduti nel crollo del viadotto. Ora bisogna individuare le responsabilità e intervenire per la sicurezza". “Nell'immediatezza del disastro del ponte Morandi abbiamo scelto il silenzio per il rispetto sincero per le famiglie delle vittime, il cui numero cresceva di ora in ora, perché il dolore, come purtroppo accaduto, non accetta commenti, affermazioni e sproloqui fuori luogo”.

Lo afferma la Filt Cgil nazionale, aggiungendo: “Oggi ci sentiamo di esprimere cordoglio e vicinanza ai familiari delle vittime con un pensiero particolare per i due lavoratori dei nostri settori deceduti nel crollo del viadotto, un dipendente del corriere Dhl Express, vittima con la sua famiglia ed un portuale della Culmv ed inoltre di chiedere per loro l’individuazione al più presto delle responsabilità ma anche progettazione e manutenzione delle infrastrutture per la sicurezza di tutti”.

Il ringraziamento del sindacato di categoria, in particolare, "va a tutti coloro che, dal momento del crollo, hanno lavorato giorno e notte per recuperare i superstiti e restituire le vittime alle proprie famiglie. Un grazie lo esprimiamo ai lavoratori ed alle lavoratrici direttamente impattati dalla tragedia, considerando che tutti i settori produttivi dei trasporti sono direttamente coinvolti. Così come ringraziamo - sostiene infine la federazione - il gruppo dirigente della Filt di Genova e della Liguria che dal 14 agosto si sta adoperando per fornire e condividere le migliori soluzioni possibili per la mobilità e la viabilità cittadina, nonché per l'intera comunità produttiva del porto e per il flusso delle merci”.

21 agosto 2018

Vedi anche su: http://www.filtcgil.it/index.php/crollo-ponte-filt-cgil-cordoglio-per-vittime-e-feriti/

Pubblichiamo gli atti del Consiglio dei Ministri delle seduta N° 15 del 15 agosto 2018 e N° 16 del 18 agosto 2018.

La lettura per esteso degli argomenti contenenti degli omissis è possibile tramite il portale del Governo. Comunicato stampa del Consiglio dei Ministri n.15 del 15 Agosto 2018

Il Consiglio dei Ministri si è riunito oggi, mercoledì 15 agosto 2018, alle ore 16.30 presso l'Ufficio territoriale del Governo - Prefettura di Genova, sotto la presidenza del Presidente Giuseppe Conte. Ha svolto le funzioni di Segretario il Vicepresidente del Consiglio Luigi Di Maio.

***** 

GENOVA, DICHIARATO LO STATO D'EMERGENZA

Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Presidente Giuseppe Conte, ai sensi del decreto legislativo 2 gennaio 2018, n. 1, sulla base delle informazioni e dei dati acquisiti nell'ambito del Comitato operativo convocato presso il Dipartimento della protezione civile, in costante raccordo con la Regione Liguria e con le componenti e strutture operative del sistema di protezione civile nazionale, ha deliberato la dichiarazione dello stato d'emergenza a causa del crollo di un tratto del viadotto Polcevera, noto come ponte Morandi, sulla A10, a Genova, avvenuto nella mattinata del 14 agosto 2018. Il Consiglio dei Ministri ha quindi stanziato la somma di cinque milioni di euro da destinare ai primi interventi e all'avvio delle attività di soccorso e di assistenza alla popolazione colpita e degli interventi più urgenti.

*****

Il Consiglio dei Ministri è terminato alle ore 17.50.

Comunicato stampa del Consiglio dei Ministri n. 16 del 18 Agosto 2018

Il Consiglio dei Ministri si è riunito oggi, sabato 18 agosto 2018, alle ore 15.50, presso l’Ufficio territoriale del Governo - Prefettura di Genova, sotto la presidenza del Presidente Giuseppe Conte. Segretario il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Giancarlo Giorgetti.

*****

GENOVA, STANZIATI ALTRI 28,5 MILIONI PER L’EMERGENZA

Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Presidente Giuseppe Conte, considerato che dagli accertamenti effettuati dal Dipartimento della protezione civile e dalla Regione Liguria ai fini di una prima valutazione delle risorse necessarie a far fronte all’emergenza determinata dal crollo di un tratto del viadotto Polcevera, noto come ponte Morandi, a Genova, sono emerse necessità ulteriori rispetto a quelle già rappresentate il giorno successivo all’accaduto, ha disposto ai sensi del decreto legislativo 2 gennaio 2018, n. 1, che lo stanziamento di risorse previsto nella prima delibera dello stato di emergenza del 15 agosto scorso sia integrato nella misura di  28 milioni e 470 mila euro, a valere sul Fondo per le emergenze nazionali. La cifra stanziata corrisponde a quella richiesta dalla Regione Liguria al fine di realizzare gli interventi urgenti per la viabilità alternativa, di potenziare il sistema dei trasporti e di individuare sistemazioni abitative per i nuclei familiari che hanno dovuto abbandonare le proprie abitazioni considerate a rischio a causa del crollo.

Il Presidente Giuseppe Conte, inoltre, ha svolto una relazione al Consiglio dei Ministri sulle iniziative intraprese dal Governo al fine dell’accertamento della responsabilità del concessionario e delle conseguenze sul rapporto concessorio e sugli obblighi di risarcimento.

*****

Il Consiglio dei Ministri è terminato alle ore 16.40.

 

 

Tag: