Cooperazione

Logistica a VI: vertenza Avior-Gas jeans, 40 lavoratori assunti

Tipo: 

  • News

Si è conclusa nei migliori dei modi la vertenza dei Soci lavoratori della Cooperativa Avior, occupati presso Grotto spa, l’azienda della moda di Chiuppano, nota per il marchio Gas Jeans. Dal 7 marzo circa una quarantina di lavoratori hanno incrociato le braccia perché, a seguito di un calo della produttività di Grotto non avevano più un lavoro garantito, la retribuzione era calata in quanto come Soci lavoratori, erano pagati solo per le ore effettivamente lavorate e soprattutto dopo anni di lavoro, fedelI a quest’azienda, non accettavano di avere risposte incerte.“Le loro richieste - afferma la segreteria generale FILT CGIL Valeria Di Giorgio - sono sempre state rivolte soprattutto alla committenza Grotto, la quale ha partecipato, concretamente al tavolo solo nella fase finale, dando finalmente delle risposte concrete”.

Sottoscritto protocollo di regole per Appalti e Legalità

Tipo: 

  • News

“Sottoscritto oggi a Roma da Filcams, Filt e Flai Cgil il Protocollo nazionale ‘La forza dell’Agire Comune – le regole per Appalti e Legalità‘”. Lo riferiscono le tre categorie sindacali del Commercio, Turismo e Servizi, dei Trasporti e dell’Agroindustria della Cgil, sottolineando che “non è più rinviabile un intervento di azione sindacale strutturato, condiviso ed organizzato negli appalti della filiera dell’agroalimentare per arginare la terziarizzazione selvaggia, il dumping contrattuale, la precarizzazione e lo sfruttamento dei lavoratori, gli appalti al massimo ribasso, la debolezza delle norme legislative negli appalti privati e l’illegalità”.

Fercam: salva l'occupazione nella filiale di Casale

Tipo: 

  • News

“Dopo una lunga e dura trattativa Sindacato e lavoratori portano a casa un grande risultato” afferma la Segretaria Generale Filt di Treviso Samantha Gallo. Nel passaggio di gestione di magazzino e bollettazione, sono stati salvati 37 posti di lavoro e garantiti retribuzione, inquadramenti, anzianità di servizio, tutele e impiego esclusivo nella sede trevigiana. Questo, dopo lunghi mesi, l’esito della trattativa condotta dalla FILT CGIL di Treviso con Fercam e con il Consorzio CISS, relativamente al cambio di affidamento nella gestione magazzino e ufficio bollettazione della filiale Fercam di Casale sul Sile. Anni di errori nella compilazione delle buste paga e continui ritardi nei pagamenti degli stipendi, da quando alla Società Cooperativa L.M.P. di Desio è stata affidata la gestione del magazzino e dell’ufficio bollettazione della filiale Fercam di Casale sul Sile dal Consorzio CISS, titolare dell’appalto. Dallo scorso settembre la situazione si è aggravata sempre più, con due scioperi proclamati, fino al venire a conoscenza del mancato versamento del TFR dei lavoratori al fondo INPS. Ora, dopo interminabili giornate di trattativa tra Treviso, Verona e Bolzano, il tutto si è concluso con il subentro della Società Cooperativa Next Service di Villorba.

Sciopero Merci Logistica: chiudere in tempi rapidi il contratto di filiera

Tipo: 

  • News

“Adesioni altissime, da nord a sud, fino al 100% nei centri e nei magazzini di distribuzione e spedizione delle merci, agli ingressi di porti e degli interporti con lunghe file di camion, nelle filiali dei corrieri espressi”. E’ quanto riferisce la Filt Cgil in merito allo sciopero generale nel settore dell’autotrasporto, della logistica, delle spedizioni proclamato unitariamente a Fit Cisl e Uiltrasporti “per il rinnovo del contratto nazionale unico di settore”.

L’adesione allo sciopero nella nostra regione oggi è stato del 90% nei corrieri e la Filt in Veneto esprime forte soddisfazione per i tanti autotrasportatori che hanno incrociato le braccia, soprattutto in Fercam. In tutte le provincie c’è stata una buona riuscita di presidi e volantinaggi come nel porto di Venezia (fermo oggi fino alle 17), all’interporto di Padova e Verona (proseguono fino a domani). Gli scioperanti hanno distribuito volantini ricevendo la solidarietà dei passanti e dei cittadini.

Il trasporto merci si ferma. Ecco perchè!

Tipo: 

  • News

Si comincia venerdì 27 nelle aziende con merci pericolose e in ottemperanza alla legge 146, e si prosegue Lunedì 30 e martedì 31 per tutte le altre aziende del settore del trasporto merci, quindi trasportatori, corrieri espressi con magazzini e drivers, il cosiddetto e-commerce, agenzie marittime e di spedizioni, tutta la filiera della logistica dal facchinaggio alla movimentazione. La stima nazionale interessa circa 800.000 lavoratori, nel Veneto la filiera riguarda circa 70.000 lavoratori e moltissime imprese, dalle grandi dell’autotrasporto e della logistica dei magazzini, alle piccole dell’artigianato, e della cooperazione molto presenti in Veneto.

Logistica, autotrasporto e corrieri: 27, 30 e 31 ottobre 2017 mobilitazioni per sciopero

Tipo: 

  • News

“Presidi nei porti di Venezia, Genova, Livorno, negli interporti di Padova, Bologna, Bari e nelle aree della logistica di Vercelli, Asti, Piacenza ed una miriade di iniziative capillari, a Torino in Piazza Castello, a Firenze presso il Ponte alle Grazie, a Roma davanti alla sede del Ministero dei Trasporti, nei mercati ortofrutticoli di Genova e Palermo, nell’area benzina di Calenzano, presso le sedi locali di aziende del settore come Sda, Fercam, Brt, sono alcune delle iniziative organizzate in occasione dello sciopero generale dei prossimi 27, 30 e 31 ottobre nei settori della logistica, dell’autotrasporto e della distribuzione e spedizione delle merci”. E’ quanto annuncia la Filt Cgil, in vista della protesta proclamata unitariamente a Fit Cisl e Uiltrasporti “per il rinnovo del contratto nazionale, scaduto da quasi due anni”.

Attivo Filt. Vogliamo il CCNL unico Merci Logistica

Tipo: 

  • News

Il Veneto, assieme a Emilia Romagna e Lombardia in questi anni è stato sul fronte di una battaglia sui diritti dei lavoratori della Logistica, gestendo situazioni durissime di scontro con la parte datoriale. Come Filt Veneto abbiamo lottato spesso contro committenti di altri settori come la Grande Distribuzione, l’Alimentazione e l’industria, che hanno costruito un modello che, scaricando sui più deboli e sfruttando oltre ogni limite i lavoratori soprattutto migranti, ha permesso loro di arricchirsi, di generare un mercato distorto, illegale e totalmente deregolamentato, dove spesso l’organizzazione e la gestione dei magazzini veniva lasciata a gruppi etnici, a cooperative spurie e illegali, a piccole imprese senza nessuna capacità imprenditoriale.

Gateway Ups a Tessera: importante accordo della Filt Venezia

Tipo: 

  • Accordi

Il 17 luglio 2017, in occasione di un cambio appalto, la Filt Cgil di Venezia ha ottenuto dei diritti importanti per i lavoratori del magazzino Gateway Ups a Tessera. Infatti, il Consorzio Vega, succeduto nell'appalto al cedente consorzio Gaia, ha firmato con la Filt un accordo in cui, oltre ad assumere tutti i lavoratori alle precedenti condizioni contrattuali a tempo indeterminato, senza periodo di prova, non solo ha riconfermato i diritti conquistati precedentemente (come il buono pasto e la possibilità  per le coppie di fatto e quelle costituite da persone g.l.b.t.q. di usufruire degli stessi diritti contrattuali fruiti dalle coppie regolarmente sposate), ma ha riconosciuto a tali lavoratori un'indennità di disagio di 6,30 euro lordi per giornata di presenza.

Coordinamento Regionale Merci e Logistica: un anno di attività

Tipo: 

  • News

Ad un anno di distanza facciamo il punto della situazione su questo coordinamento presentato all’ultimo Comitato Direttivo di fine giugno. Come Filt del Veneto abbiamo rilanciato la nostra iniziativa sindacale con un documento sulla logistica, approvato dal Comitato Direttivo del 4 maggio 2016, che definisce le linee strategiche della nostra azione nel Veneto e nei territori organizzandoci con un coordinamento regionale condotto da Romeo Barutta e composto dai responsabili e segretari che seguono il settore.

L’azione del coordinamento ci ha permesso di seguire le filiere commerciali delle vertenze degli appalti in tutte le provincie e di un maggiore coinvolgimento di tutti i compagni/e cui è corrisposto un forte impegno di lavoro, ma anche una accresciuta nostra capacità di rappresentare il settore e lottare per i diritti dei lavoratori. Soprattutto in questi mesi, la ripresa del conflitto sindacale ha caratterizzato la nostra azione nei cambi di appalto come nei diritti dei driver, contro sfruttamento e dumping sul costo del lavoro.

Ccnl Cooperazione: dichiarazione stato di agitazione

Tipo: 

  • News

Dopo l'ultimo incontro con le Centrali Cooperative per il rinnovo del CCNL Logistica, Trasporto Merci e Spedizione, del 11 aprile 2017, le Segreterie Nazionali di Filt Cgil, Fit Cisl e UilTrasporti dichiarano l'apertura dello stato di agitazione di tutti i lavoratori, soci e dipendenti, delle cooperative operanti nelle attività di logistica. Tale azione si rende necessaria a fronte del repentino arretramento perpetrato dalle controparti nella trattativa in corso. Le organizzazioni sindacali hanno lavorato per trovare le soluzioni idonee alle complesse attività del settore, che non possono però prescindere dalla tutela delle condizioni e della professionalità dei lavoratori e ritengono, pertanto, inaccettabile l’atteggiamento assunto dalle controparti mirato esclusivamente alla riduzione dei costi e all’abbattimento delle retribuzioni. Mentre la delegazione trattante sindacale ha prodotto proposte coerenti per affrontare le problematiche a suo tempo evidenziate dalle parti, le centrali cooperative si sono bruscamente sottratte alla discussione ed hanno invece avanzato richieste provocatorie e inaccettabili. (vedi la nota unitaria in allegato)

Pagine