Gruppo FS

Trenitalia Veneto: sciopero personale mobile 12-13.10.2019

Tipo: 

  • News

Dopo uno sciopero sentito e partecipato nel giorno 8 settembre e in mancanza di risposte concrete della dirigenza di Trenitalia, la vertenza continua per risolvere le problematiche del personale mobile del Veneto. A seguito della prima azione di sciopero sono state portato all’attenzione nazionale alcune tematiche:  i turni continuano ad essere estremamente gravosi in tutti gli impianti e laddove ci sono servizi notturni, non vengono distribuiti equamente fra il personale come prevedono gli accordi nazionali. La formazione erogata è insufficiente; non vengono rispettati gli accordi nazionali e nemmeno la normativa sull’orario di lavoro, tutele per le condizioni di lavoro del personale disattese.

Gruppo FSI. Piano industriale 2019-2023: gli elementi da chiarire

Tipo: 

  • News

“Presenta indubbiamente obiettivi e azioni positive, in un arco temporale di 5 anni, rispetto ai 10 precedenti, che potrebbe rendere maggiormente verificabili investimenti e obiettivi”. Così Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti sul piano industriale 2019-2023 presentato oggi dal Gruppo Fs, aggiungendo che “il piano si focalizza maggiormente sul trasporto ferroviario, in termini di offerta e qualità, mette in preventivo importanti investimenti infrastrutturali e tecnologici e prevede assunzioni per 15 mila unità”.

Grave infortunio stazione di Belluno: ancora una volta i lavoratori pagano la mancata sicurezza

Tipo: 

  • News

Un grave incidente è accaduto nel pomeriggio del 24 settembre 2018 a tre operai che stavano svolgendo la manutenzione dei binari nei pressi della stazione ferroviaria di Belluno. I tre uomini sono rimasti ustionati, uno in modo grave, in seguito ad un'esplosione avvenuta nel vano motore di un macchinario con gru, utilizzato per la manutenzione dell’infrastruttura ferroviaria. Gli operai che lavorano per una ditta in appalto delle Ferrovie sono stati soccorsi dai vigili del fuoco e a dal personale del suem 118.

L'operaio più grave è stato trasferito con l'elisoccorso al centro grandi ustioni dell'ospedale di Padova; dove è stato portato anche un altro dei tre feriti, mentre quello con ustioni meno gravi, è stato trasportato al pronto soccorso di Belluno.

Pubblichiamo il comunicato della Filt Veneto di seguito e in allegato

FS: bene focalizzare piano industriale sui PENDOLARI. Chiesto incontro

Tipo: 

  • News

“Bene focalizzare sul trasporto ferroviario regionale dei pendolari”. Così il segretario nazionale della Filt Cgil Michele De Rose sull’intervista al Sole 24 Ore del nuovo amministratore del Gruppo FS Italiane, Gianfranco Battisti, aggiungendo che “ci aspettiamo di essere convocati per affrontare i temi presenti nel nuovo piano”. “Da ciò che è stato anticipato – prosegue il dirigente sindacale della Filt – condividiamo la continuità nel piano di investimenti sulle infrastrutture e sui nuovi treni, così come previsto dal piano Connettere l’Italia.

Inoltre, come chiedevamo, apprezziamo l’intenzione di puntare meno sulle acquisizioni non strettamente collegate al core business, cercando invece di valorizzare le risorse interne e la professionalità dei ferrovieri, anche attraverso il riconoscimento del premio di risultato 2018 e l’avvio del confronto per il rinnovo del contratto della Mobilità. In merito al tema delle alleanze strategiche nelle diverse modalità di trasporto – osserva infine De Rose – serve da parte del Governo un intervento per mettere FS nella condizione di fare chiarezza”

Liberazione: ricordare il contributo dei ferrovieri

Tipo: 

  • News

E’ ancora attuale lo slogan “pace, pane, lavoro, dignità”, che i lavoratori gridavano durante gli scioperi del 1943/44, scioperi che diedero un profondo colpo al fascismo, animarono la resistenza e difesero le fabbriche? La risposta è un deciso sì. Questo pensiero è riportato nel volantino del DLF e delle organizzazioni sindacali dei ferrovieri di Padova che il 24 aprile 2018 hanno ricordato con una corona di alloro posta in stazione i ferrovieri allora caduti.

Gruppo FSI: firmati importanti accordi

Tipo: 

  • Accordi

In data odierna, presso la Holding del Gruppo FSI, si sono chiusi tre accordi importanti, riguardanti, il premio di produzione, la manutenzione dei Rotabili di Trenitalia e la sede di partecipazione.  Rispetto alle proposte iniziali del Gruppo, in particolar modo quelle riguardanti il PdR e la Manutenzione Rotabili, gli accordi contengono importanti avanzamenti rispetto alle proposte iniziali del gruppo FSI.  Per il PdR dopo mesi di confronto, le Segreterie Nazionali sono riuscite a definire per accordo la base minima di premio pari al 64% del valore soglia, (600 euro netti su livello C livello minimo), non prevista dalle proposte aziendali.

Trenitalia Reg.le Veneto: revoca sciopero equipaggi

Tipo: 

  • News

Il 1 febbraio 2018 le Organizzazioni Sindacali del Veneto si sono incontrate con Trenitalia sui temi legati allo sciopero dichiarato per domenica 4 febbraio. È stato siglato un verbale d’accordo con l’Azienda con la convinzione di riuscire ad ottenere per il Personale di Macchina e Bordo del Veneto delle condizioni di lavoro migliori, per questo lo sciopero del 4 febbraio è stato revocato.

Capotreno: siamo con lui e crediamo nella sua professionalità

Tipo: 

  • News

Un Capo Treno, nello svolgimento delle proprie mansioni lavorative, ha avuto la sfortuna di imbattersi in una vicenda con dei connotati che ci lasciano allibiti. Per fare rispettare le norme e condurre la propria professione con senso del dovere e della giustizia ha subìto delle conseguenze penali, oltre ad essere protagonista suo malgrado di una vicenda assurda. Ci guardiamo bene dall’esprimere giudizi su una sentenza, anche perché siamo ancora in assenza delle motivazioni. Chiediamo però che tutele dia il legislatore a chi svolge il proprio lavoro, alzandosi a tutte le ore del giorno e della notte e riposando ad orari improbabili; chiediamo che tutele abbiano questi lavoratori sottoposti quotidianamente a critiche, invettive ed aggressioni che con il loro operato garantiscono sicurezza e Servizio per i cittadini che utilizzano il treno come mezzo di trasporto.

Forse dobbiamo subire tutto senza poter mai vedere riconosciuta la DIGNITÀ come persone oltre che come lavoratori; non vorremmo che oggi questa sentenza insegni ai lavoratori che a volte è meglio far finta di non vedere.

Trenitalia manutenzione Mestre: 90% la partecipazione allo sciopero

Tipo: 

  • News

Oltre il 90% del personale dell’Impianto di Manutenzione di Trenitalia di Mestre ha aderito all’iniziativa di protesta del 9 gennaio 2018. L’incertezza e la preoccupazione per il futuro dell’impianto, la riduzione delle manutenzioni per Mestre, l’insicurezza in termini di livelli occupazionali e di qualità del lavoro, sono emersi dalla grande partecipazione alla mobilitazione. Lo sciopero odierno è da considerarsi l’inizio di un percorso vertenziale che si pone come obiettivi mantenimento dei livelli occupazionali presenti nel territorio, sviluppo ed investimenti che tengano conto delle competenze già disponibili; in attesa e in funzione di scelte aziendali diverse che mettano al centro il lavoro tenendo in considerazione l’eccellenza espressa nella manutenzione di Trenitalia a Mestre. L’Impianto Manutenzione di Mestre deve rimanere un punto di riferimento nazionale di Trenitalia e i Lavoratori, organizzati dalle Segreterie Regionali del Veneto, oggi hanno dato un segnale importante di unità e forza.

In assenza di adeguate risposte si proseguirà con le azioni che si renderanno necessarie per la tutela dell’occupazione e della professionalità oggi presenti nel nostro territorio.

Trenitalia: sciopero personale manutenzione impianto di Mestre

Tipo: 

  • News

Le Organizzazioni Sindacali del Veneto hanno dichiarato unitariamente uno sciopero di 8 ore dalle 9 alle 17 per il giorno 9 gennaio 2018 del Personale Trenitalia della Manutenzione DPLH dell’Impianto di Mestre. La motivazione si deve ad una situazione di poca chiarezza in cui i Lavoratori dell’impianto si trovano ad operare ormai da troppo tempo e le conseguenti prospettive occupazionali del sito. La conclusione dei processi commerciali che hanno coinvolto Trenitalia negli ultimi due anni, più nello specifico la modifica con la sostituzione dei treni FrecciaBianca con i FrecciaRossa, ha portato ad una drammatica riduzione delle manutenzioni per ciò che riguarda Mestre (la manutenzione Freccia Rossa è prevalentemente effettuata a Milano) e rende assolutamente insufficiente in termini di quantità e qualità il lavoro di circa 250 dipendenti di Trenitalia.

Pagine