News e Documenti

Porti di Venezia e Chioggia: positivo l'incontro in Prefettura

Tipo: 

  • News

Soddisfazione della Filt e dei delegati dei porti di Venezia e Chioggia per l’incontro in Prefettura dove tutti gli Enti di competenza sulla manutenzione dei canali portuali erano presenti. La programmata mobilitazione dei lavoratori a sostegno della richiesta di soluzioni per le limitazioni dell’accesso delle navi a Venezia e Chioggia, riteniamo sia stata importante ed abbia favorito la reciproca volontà di trovare i perché, gli ostacoli e le soluzioni della vicenda. Esprimiamo un giudizio positivo sull’impegno che il Prefetto e gli Enti presenti, Autorità di Sistema Portuale - il Presidente Pino Musolino, Direzione Marittima per il Veneto con il Contrammiraglio Piero Pelizzari, il Provveditorato Interregionale Opere Pubbliche Ing. Valerio Volpe, si sono assunti, e che sono stati trascritti e sottoscritti in un apposito verbale prefettizio assieme alle OO.SS e ai delegati sindacali. Si sono e impegnati in azioni soprattutto nei confronti del Ministero dell’Ambiente, ma anche della Regione Veneto per le possibili soluzioni che nel documento vengono proposte.

Porti di Venezia e Chioggia: sospeso lo sciopero

Tipo: 

  • News

Incontro in Prefettura il giorno 8 novembre sulla grave situazione del porto commerciale. Importante la convocazione in Prefettura come inizio di un percorso per l'indispensabile manutenzione dei canali e sulla manutenzione ordinaria dell'intero sistema portuale. Era stato programmato il primo dei tre giorni previsti di sciopero di tutti i lavoratori dei porti di Venezia e Chioggia per il 5 novembre. Come annunciato era stata organizzata una manifestazione pubblica con corteo, con concentramento dalle 8.00 dal porto di Venezia e prosecuzione per Via F.lli Bandiera, Rampa Cavalcavia, Corso del Popolo a Mestre e conclusione in Via Poerio con assemblea pubblica nel Centro culturale Santa Maria delle Grazie.
Tutta la comunità portuale e le Istituzioni invitate ad esprimere la propria opinione e sostegno alle ragioni della protesta dei lavoratori e a lavorare assieme per trovare le soluzioni.
Dall’annuncio della mobilitazione e delle proteste dei portuali, molte ed importanti sono state le dichiarazioni a sostegno delle ragioni della protesta, molte dalle Imprese del Porto, dalle Associazioni di categoria, dall’Autorità di Sistema Portuale e dal Sindaco di Venezia.

Ryanair: illecito scegliere unilateralmente sindacati

Tipo: 

  • News

“E’ illecita la condotta di Ryanair che sceglie unilateralmente gli interlocutori sindacali a lei più graditi, a prescindere dalla reale rappresentanza”. E’ quanto riferiscono Filt Cgil e Uiltrasporti sulla sentenza del giudice del lavoro di Busto Arsizio, spiegando che “è stato accolto un nostro ulteriore ricorso contro i comportamenti antisindacali tenuti dalla compagnia irlandese, a danno dei lavoratori e delle organizzazioni sindacali”.

RSU-RLS SVT Vicenza: la Filt è il 1° sindacato!

Tipo: 

  • News

Grande soddisfazione per la Filt Cgil Vicentina che, nelle elezioni della RSU e RLS che si sono svolte il 29-30 ottobre 2019, torna ad essere il primo sindacato nella più grande azienda di Trasporto Pubblico Locale di Vicenza “SVT srl” Società Vicentina Trasporti. Il consenso dato ai candidati della lista Filt Cgil è di 128 preferenze pari al 30,7%, con un forte vantaggio rispetto alle altre organizzazioni sindacali. Risultato dovuto dopo anni di impegno, serietà e coerenza dei nostri RSU e RLS uscenti.

Autonoleggio: firmata ipotesi ccnl

Tipo: 

  • News

“Un significativo avanzamento sia dal punto di vista salariale sia da quello normativo con la definizione della nuova scala parametrale e il nuovo inquadramento che i lavoratori aspettavano da più di 15 anni”. Così la segretaria nazionale della Filt Cgil Cristina Settimelli sull’ipotesi di accordo per rinnovo del contratto nazionale dei settori dell’autonoleggio, della gestione dei parcheggi e sosta e del soccorso stradale, sottoscritto oggi, unitariamente a Fit Cisl e Uiltrasporti, con l’associazione datoriale del settore, Aniasa e che riguarda circa 20 mila addetti complessivi.

Porto Venezia: una battaglia a difesa dei lavatori

Tipo: 

  • News

“È una battaglia di civiltà che guarda avanti, al lavoro ed alla sua difesa e con convinzione e determinazione siamo accanto ai lavoratori”. È quanto afferma il segretario nazionale della Filt Cgil Natale Colombo sullo stato di agitazione, proclamato oggi unitariamente da Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti territoriali al porto commerciale di Venezia e Chioggia con l’obiettivo di dichiarare un pacchetto di 72 ore di sciopero.
Secondo Colombo “le stime sul lavoro perso e che si perderà non può lasciarci indifferenti e ci impone l’avvio di un percorso che non lascia scelta se non quelle della mobilitazione affinché il Ministero dell’Ambiente proceda rapidamente, per le proprie competenze, ad autorizzare gli interventi utili alla manutenzione ed all’escavo dei fondali. Va rispettato, certamente, l’ambiente ma anche i lavoratori affinché si salvaguardi il lavoro legato ai circa 50 mila container che si stimano in meno da qui alla fine dell’anno”.

Women in Rail: avviato il tavolo per l’accordo EU nel sett. ferroviario

Tipo: 

  • News

Le donne rappresentano meno del 20% della forza lavoro ferroviaria, molto al di sotto del tasso di partecipazione delle donne al mercato del lavoro (46%). Per alcune categorie professionali, questa cifra è persino inferiore. Il 16 ottobre 2019 la CER Community of European Railway and Infrastructure Companies, in rappresentanza dei datori di lavoro del settore ferroviario, e l’ETF European Transport Workers 'Federation, in rappresentanza dei lavoratori, hanno avviato i negoziati per un accordo a livello di UE volto a promuovere l'occupazione femminile nel settore.

Le compagnie ferroviarie e i sindacati sono convinti che la situazione dovrebbe essere cambiata per non perdere il prezioso contributo delle donne, promuovere la diversità sul posto di lavoro e infine avvicinare l'immagine del settore ferroviario a quella della società in cui viviamo.

Autostrade: sciopero nazionale 13 e 14 ottobre 2019

Tipo: 

  • News

Confermato sciopero lo sciopero nazionale di domenica 13 e lunedì 14 ottobre, l’avvio di iniziative nei confronti del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, compresa una manifestazione nazionale a Roma, affinché nei bandi di gara per le nuove concessioni autostradali sia inserita la clausola di salvaguardia sociale e contrattuale ed infine pieno mandato a proseguire nella mobilitazione nel caso che, dopo lo sciopero, non si arrivi al rinnovo del contratto nazionale.

Trenitalia Veneto: sciopero personale mobile 12-13.10.2019

Tipo: 

  • News

Dopo uno sciopero sentito e partecipato nel giorno 8 settembre e in mancanza di risposte concrete della dirigenza di Trenitalia, la vertenza continua per risolvere le problematiche del personale mobile del Veneto. A seguito della prima azione di sciopero sono state portato all’attenzione nazionale alcune tematiche:  i turni continuano ad essere estremamente gravosi in tutti gli impianti e laddove ci sono servizi notturni, non vengono distribuiti equamente fra il personale come prevedono gli accordi nazionali. La formazione erogata è insufficiente; non vengono rispettati gli accordi nazionali e nemmeno la normativa sull’orario di lavoro, tutele per le condizioni di lavoro del personale disattese.

Alitalia: servono risposte rapide o scadrà la cassa integrazione

Tipo: 

  • News

Sono vari i quotidiani che tornano oggi a parlare di Alitalia. Riprendiamo la notizia sulle pagine di Roma del Messaggero (servizio di Michele Di Branco, p. 16). Alitalia, corsa contro il tempo. I commissari straordinari della compagnia di bandiera hanno convocato i sindacati, per un incontro informale per fare il punto sull'offerta vincolante e il piano industriale che la cordata formata da Fs, Atlantia, Mef e Delta deve presentare entro la scadenza del 15 settembre. Il ministro dello Sviluppo economico, Luigi Di Maio, prima dell'apertura della crisi, aveva assicurato che il governo avrebbe «seguito la scrittura del piano, che deve essere sul lungo raggio ma, soprattutto, non deve sacrificare l'occupazione».

Pagine