TPL: NO! ai tagli di 300 mln di € per il trasporto pendolari

Tipo: 

  • News

Anche la Filt Veneto parteciperà al presidio che si svolgerà il 16 maggio 2019 davanti al Ministero delle Infrastrutture e Trasporti per chiedere l’apertura di un tavolo di confronto, da parte del Ministro, per una discussione su tutte le problematiche che stanno impattando negativamente nel Trasporto pubblico locale.

Le lavoratrici i lavoratori e le Organizzazioni Sindacali Filt Cgil, Fit Cisl, UilTrasporti, Faisa Cisal e Ugl FNA sono preoccupati del paventato taglio di 300 milioni di euro al fondo nazionale del trasporto pubblico locale.  I continui annunci del Governo sull’ l'impegno di sviluppare il trasporto pendolari, va in contraddizione con la riduzione delle risorse destinate ad esso.  Infatti, risulta complicato aumentare la qualità e la quantità di trasporto, in un settore ove la sostanziale riduzione dei finanziamenti si è ripetuta negli anni fino ad arrivare alla Legge di Bilancio 2019, che ha previsto all’articolo 1, comma 1118, un ulteriore taglio di 300 milioni di euro.

M. Landini augura: Buon primo maggio a tutte e tutti!

Tipo: 

  • News

La Festa dei lavoratori è una giornata importante non solo per il sindacato. Fin da quando è nata è stata contrassegnata dalla lotta per i diritti dei lavoratori, per unificare il mondo del lavoro, per ridurre le diseguaglianze, per emancipare chi lavora. Allora la rivendicazione fondamentale era quella della riduzione dell’orario: otto ore per lavorare, otto ore per riposare, otto ore per vivere. Era il tema dei tempi di vita e di lavoro, attuale allora come oggi.

Trasporto Aereo: i perché dello sciopero nazionale del 21 maggio 2019

Tipo: 

  • News

Proclamazione seconda azione di sciopero nazionale di 24 ore per il giorno 21 maggio 2019, dalle ore 00.00 alle ore 23.59 per tutto il personale dipendente delle società/compagnie del settore Trasporto Aereo. Le ragioni della vertenza nazionale sono le seguenti. In questi ultimi vent’anni il settore del trasporto aereo ha vissuto una fase di accentuata dicotomia, una costante crescita del numero dei passeggeri e del volato da un lato, mentre, dall’altro, una sempre maggiore crisi delle imprese della filiera del trasporto aereo con un proliferare di situazioni fallimentari, in alcuni casi della stessa impresa più volte nel tempo, come nel caso di Alitalia.

Contratto addetti impianti a fune: firmata ipotesi rinnovo

Tipo: 

  • Contratti

“Firmata con l’associazione datoriale Anef l’ipotesi di accordo per il rinnovo del contratto collettivo nazionale degli addetti agli impianti di trasporto a fune”, ne danno notizia Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti e Savt, aggiungendo che: “c’è soddisfazione per un rinnovo arrivato, dopo un’approfondita trattativa, prima della sua naturale scadenza, prevista per il prossimo 30 aprile in un settore conta circa 15mila lavoratrici e lavoratori”.
“L’ipotesi di accordo – spiegano le organizzazioni sindacali – che nei prossimi giorni sarà sottoposta a validazione da parte dei lavoratori del settore, prevede 72 euro di aumento retributivo a regime, suddiviso in tre tranche per la vigenza 2019-2022 del contratto. Inoltre sono previsti più 100 euro annui a titolo di welfare, che possono essere incrementati a 110 euro se il lavoratore destina la quota alla previdenza complementare. Incrementate anche le tutele in caso di malattia ed equiparato il trattamento, economico e normativo, tra lavoratori stagionali e a tempo indeterminato”.

Logistica a VI: vertenza Avior-Gas jeans, 40 lavoratori assunti

Tipo: 

  • News

Si è conclusa nei migliori dei modi la vertenza dei Soci lavoratori della Cooperativa Avior, occupati presso Grotto spa, l’azienda della moda di Chiuppano, nota per il marchio Gas Jeans. Dal 7 marzo circa una quarantina di lavoratori hanno incrociato le braccia perché, a seguito di un calo della produttività di Grotto non avevano più un lavoro garantito, la retribuzione era calata in quanto come Soci lavoratori, erano pagati solo per le ore effettivamente lavorate e soprattutto dopo anni di lavoro, fedelI a quest’azienda, non accettavano di avere risposte incerte.“Le loro richieste - afferma la segreteria generale FILT CGIL Valeria Di Giorgio - sono sempre state rivolte soprattutto alla committenza Grotto, la quale ha partecipato, concretamente al tavolo solo nella fase finale, dando finalmente delle risposte concrete”.

Elezioni RSU-RLS Arcese VI: grande risultato per la Filt

Tipo: 

  • News

Ieri 11 aprile 2019 si sono svolte le elezioni delle RSU dei cantieri Arcese S.p.A. di Montecchio Maggiore (VI) e sono stati assegnati alla FILT CGIL di Vicenza, con la maggioranza dei voti, 2 componenti RSU di cui uno anche con funzione di Rappresentante dei lavoratori della Sicurezza (RLS). Un importante risultato a partire dall’alta partecipazione dei lavoratori che conferma la piena legittimità democratica delle Rappresentanze Sindacali Unitarie come valore centrale di democrazia e libertà nei luoghi di lavoro. Per questo grande risultato, ottenuto dai candidati eletti, la FILT CGIL ringrazia tutti i lavoratori e le lavoratrici che con la loro scelta hanno premiato il lavoro fatto in questi anni, confermando ancora fiducia e motivazione a proseguire l’importante azione di tutela dei loro diritti.

TPL: i sindacati a Toninelli chiedono certezza di risorse

Tipo: 

  • News

“Serve certezza di risorse al trasporto pubblico locale”. Lo chiedono Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Ugl Fna e Faisa Cisal, evidenziando che “il ministro delle Infrastrutture e Trasporti Danilo Toninelli deve svincolare le risorse del Fondo Nazionale Trasporti per il tpl dagli andamenti tendenziali di finanza pubblica”. “La legge di bilancio 2019 – ricordano le organizzazioni sindacali – ha accantonato, dichiarandoli indisponibili, 2 miliardi di euro provenienti da vari capitoli, in particolare 300 milioni dal Fondo Nazionale per il tpl.

Nei giorni scorsi lo stesso ministro ha prima affermato che i 300 milioni erano stati sbloccati e ha poi emesso il decreto che liquida alle regioni la prima tranche, pari all’80%, del Fondo Nazionale”.

Modifiche al Codice della Strada: quali rischi per utenza e autisti?

Tipo: 

  • News

Pubblichiamo la lettera che le Segreterie nazionali hanno inviato alla Commissione Trasporti della Camera dei Deputati che presenta i rischi non solo per i conducenti, ma anche per i ciclisti derivanti dalle modifiche al che Codice della Strada. “E’ noto che sta iniziando presso le Vostre sedi la discussione in merito alle modifiche da applicare al Codice della Strada, elemento fondamentale per la regolazione della mobilità, sia in termini privati che in termini di trasporto collettivo.

A tal proposito, vorremmo portare la Vostra attenzione su alcuni temi dirimenti, che hanno una ripercussione importante nel settore, considerando le limitazioni e le problematiche in tema di sicurezza, sia in termini di safety che di security.

Infortunio mortale lavoratore di Veneto Strade. Ora basta!

Tipo: 

  • News

Ancora un infortunio mortale sulle strade, per le strade. Ancora un lavoratore che ha perso la vita, investito mentre allestiva un cantiere stradale. E’ un bollettino di guerra che con spaventosa cadenza macchia di sangue le nostre strade, da nord a sud (è di qualche settimana fa l’infortunio mortale di un diepndente Anas in Puglia). Sarà la magistratura ad accertare le cause e la dinamica dell’infortunio e le eventuali responsabilità penali.

A noi oggi invece spetta denunciare, ancora una volta, come le condizioni di lavoro non consentano ai lavoratori di svolgere la propria attività quotidiana in sicurezza e serenità, come il blocco delle assunzioni abbia ormai ridotto il personale ai minimi termini, non consentendo nemmeno il rispetto degli standard minimi, come il sistema degli appalti delle attività non permetta efficaci controlli sul rispetto delle normative in materia di sicurezza sul lavoro, visto che sono soprattutto i lavoratori in appalto più coinvolti negli infortuni.

Pagine

Abbonamento a Filt CGIL Regionale Veneto RSS