Anas: nuova fase di transizione. Presidio al MIT per sollecitare risposte

Tipo: 

  • News

Le segreterie nazionali hanno indetto per il 18 dicembre 2018 un presidio di delegati sindacali, lavoratrici e lavoratori Anas, presso il Ministero delle Infrastrutture e Trasporti, a Roma, per esprimere forte preoccupazione per la nuova fase di transizione e di incertezza che si prospetta per Anas e per sollecitare un incontro precedentemente richiesto.

Nella richiesta di incontro erano stati evidenziati i seguenti punti:

- conoscere le determinazioni e gli obiettivi fissati dal Ministero rispetto al futuro assetto di Anas Spa, in relazione a dichiarazioni, più volte rese agli organi di stampa, che prefigurano la prossima uscita della Società dal Gruppo FS, in assenza dell’indicazione di una nuova, diversa, collocazione;

Anas: informativa assistenza sanitaria

Tipo: 

  • News

Pubblichiamo l’informativa allegata, relativa alla riunione svoltasi nelle giornata di ieri dedicata all’assistenza sanitaria integrativa, nel corso della quale è stata preannunciata la presentazione di una proposta, con alcune anticipazioni, riservata al personale in quiescenza ed ai relativi familiari, che dovrà essere oggetto di valutazione con il sindacato, e per la cui definizione la Filt Cgil si è costantemente impegnata in questi anni.

Sicurezza: feriti tre operai di una ditta esterna che eseguiva manutenzione per Ferrovie

Tipo: 

  • News

Tre operai sono rimasti feriti nella notte a Firenze dopo che un treno merci in transito ha urtato la piattaforma su rotaia da cui stavano eseguendo lavori di manutenzione con una scala motorizzata. È accaduto poco dopo la mezzanotte nella galleria ferroviaria Pellegrino, fra le stazioni di Campo Marte e Statuto. L'urto ha sbalzato sulla massicciata i tre uomini che sono stati soccorsi dai Vigili del fuoco e consegnati al personale del 118 che li ha stabilizzati e immobilizzati prima di trasferirli al pronto soccorso. A quanto si apprende, le loro condizioni non sono gravi, ma la linea ferroviaria di 'cintura' tra le stazioni di Firenze è rimasta chiusa per tutta la notte e soltanto alle 6 è stato riaperto un binario. Sul posto è arrivata la scientifica della Polizia di Stato e Polfer e personale Rfi per eseguire i rilievi.

Manovra 2019: lavorare fino al parto, il no della Cgil

Tipo: 

  • News

“La maternità non si sostiene facendo scomparire l’obbligo di astensione dal lavoro prima della nascita, così non si garantisce la libertà alle lavoratrici, né tantomeno si tutela la salute della gestante e quella del nascituro. Per queste ragioni l'emendamento alla manovra della Lega dedicato alle politiche della famiglia, approvato dalla commissione Bilancio della Camera, va immediatamente modificato”. È quanto ha dichiarato ieri in una nota, Loredana Taddei, responsabile Politiche di genere della Cgil nazionale.

“Quanto proposto - incalza la dirigente sindacale - mina la libertà delle donne, soprattutto di quelle più precarie e meno tutelate, che in Italia, purtroppo, sono sempre più numerose e rischierebbero così di trovarsi di fronte a veri e propri ricatti del datore di lavoro”.

Viabilità e TPL: chiesto incontro ad assessore trasporti regionale

Tipo: 

  • News

Si svolgerà il 10 dicembre l’incontro tra le Federazioni Sindacali regionali dei trasporti e l’assessora ai trasporti della Regione Veneto Elisa De Berti. Le ragioni della richiesta di incontro riguardano le questioni della viabilità e del trasporto pubblico locale su gomma con la ripresa del confronto sulle “linee guida” discusse nell’attivo unitario del 19 febbraio 2018 e la situazione sulle certezze del finanziamento regionale al settore per il 2019. Per quanto riguarda il secondo tema non è chiaro a che punto è il progetto societario con Anas per il futuro di Veneto Strade e la sua copertura finanziaria per il 2019. In una fase di incertezza relativa alla direzione di Anas e alla sua missione in Veneto è necessario chiarire e confermare il ruolo e la funzione di Veneto Strade rispetto alla manutenzione della rete viaria nella nostra regione.

Infine riguardo la Società Sistemi Territoriali SpA si vogliono conoscere le ricadute sul servizio e sui lavoratori del Disegno di legge 399, già approvato, relativo alla costituzione della Società Infrastrutture Venete.

Stefano Malorgio è il nuovo Segretario Generale della Filt Cgil

Tipo: 

  • News

“Stefano Malorgio è il nuovo Segretario Generale della Filt Cgil, la Federazione dei lavoratori dei trasporti della Cgil che rappresenta oltre 150 mila lavoratori”. Lo riferisce la stessa Federazione, al termine della due giorni del Congresso Nazionale che si è chiuso a Milano il 28 novembre 2018 con la convocazione dell’Assemblea Generale, aggiungendo che “Stefano Malorgio succede ad Alessandro Rocchi, prematuramente scomparso”.
“Il nuovo segretario è stato eletto dall’Assemblea Generale della Federazione su proposta della Cgil con 122 voti favorevoli, 7 contrari, 3 astenuti, e 1 scheda nulla su 133 votanti dei 150 componenti dell’Assemblea”.

Filt Cgil: 27 e 28 novembre 2018 a Milano XI Congresso nazionale

Tipo: 

  • News

 Si aperto a Milano il 27 novembre 2018 l’XI Congresso nazionale della Filt Cgil che prosegue fino a domani con l’intervento conclusivo del segretario confederale della Cgil, Vincenzo Colla. Al termine dei lavori congressuali sarà convocata l’Assemblea generale che eleggerà il nuovo segretario generale della Federazione.
Nel corso della prima giornata è intervenuta, la segretaria generale della Cgil Susanna Camusso per la commemorazione del segretario generale della Filt Alessandro Rocchi, recentemente scomparso, ricordandolo come “un dirigente sindacale di poche parole, ma sempre attento al merito delle questioni economico sindacali della confederazione e della sua categoria che ha seguito fino all’ultimo”.
Al congresso come ospiti sono intervenuti anche il Presidente ETF – Federazione Europea dei Trasporti, Frank Moreels, Segretario Generale ETF, Eduardo Chagas, l’Assessore al Lavoro del Comune di Milano, Cristina Tajani, il segretario generale aggiunto della Fit Cisl Salvatore Pellecchia ed il segretario generale della Uiltrasporti Claudio Tarlazzi.

Filt Cgil in lutto. Scomparso il Segr. Gen. A.Rocchi. Un ricordo della Filt Veneto

Tipo: 

  • News

È venuto a mancare ieri 4 novembre 2018 a 58 anni, dopo una breve malattia, Alessandro Rocchi segretario generale della Filt nazionale che ha diretto la categoria anche nel Veneto dal 2003 al 2008. La Cgil e la Filt del Veneto sono profondamente addolorate per la scomparsa di un compagno ed un amico intelligente ed attento che ha dato un indiscutibile e prezioso contributo alla vita del sindacato nella regione.

Nato nel 1960, romano, dopo una breve esperienza da disegnatore meccanico presso una società privata di costruzioni civili, nel 1981 Rocchi viene assunto, per concorso pubblico, dalle Ferrovie dello Stato. Si iscrive alla Cgil nel 1985. Prima delegato dei macchinisti del Deposito locomotive Roma San Lorenzo, poi, dal 1988 al 1991, nel coordinamento sindacale del settore ferrovieri della Filt Lazio.

Dal 1992 al 2002 svolge la sua attività sindacale presso la Filt nazionale, occupandosi del settore ferrovieri.

Grave infortunio stazione di Belluno: ancora una volta i lavoratori pagano la mancata sicurezza

Tipo: 

  • News

Un grave incidente è accaduto nel pomeriggio del 24 settembre 2018 a tre operai che stavano svolgendo la manutenzione dei binari nei pressi della stazione ferroviaria di Belluno. I tre uomini sono rimasti ustionati, uno in modo grave, in seguito ad un'esplosione avvenuta nel vano motore di un macchinario con gru, utilizzato per la manutenzione dell’infrastruttura ferroviaria. Gli operai che lavorano per una ditta in appalto delle Ferrovie sono stati soccorsi dai vigili del fuoco e a dal personale del suem 118.

L'operaio più grave è stato trasferito con l'elisoccorso al centro grandi ustioni dell'ospedale di Padova; dove è stato portato anche un altro dei tre feriti, mentre quello con ustioni meno gravi, è stato trasportato al pronto soccorso di Belluno.

Pubblichiamo il comunicato della Filt Veneto di seguito e in allegato

Appalti ferroviari: la politica miope di Governo e Committenza

Tipo: 

  • News

Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Ugl TAF e Fast Confsal ringraziano tutte le lavoratrici ed i lavoratori impiegati nei servizi ferroviari in appalto per la massiccia adesione, fino al 100% in alcuni territori, allo sciopero nazionale del 24 settembre. Si tratta degli addetti ai servizi ferroviari in appalto di pulizia dei treni e delle stazioni, della ristorazione a bordo treno e accompagnamento sui vagoni notte che hanno partecipato ai vari presidi che si sono svolti in molte stazioni e città tra cui Torino, Genova, Milano, Bologna, Firenze, Roma e Bari e Paola, dove sono a rischio centinaia di posti di lavoro a causa dell’esaurimento degli ammortizzatori sociali.

Ricordiamo le motivazioni della protesta: affidamento dei lotti messi a gara con ribassi eccessivi, continui cambi appalto per l’assegnazione dei servizi, mancata applicazione delle clausole sociali e occupazionali, in palese violazione del dlgs. 50/2016 e del ccnl, esaurimento degli ammortizzatori sociali.

Pagine

Abbonamento a Filt CGIL Regionale Veneto RSS