Orario di lavoro

E-commerce: apertura del tavolo di confronto con le associazioni della distribuzione

Tipo: 

  • News

“L’apertura del tavolo sull’e-commerce segna un primo passo verso una maggiore tutela dei lavoratori della logistica legata a questo settore”, così Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uiltrasporti, al termine dell’incontro odierno con Assoespressi, associazione datoriale aderente a Confetra, che rappresenta le aziende specializzate nell’attività di distribuzione per il commercio elettronico, aggiungendo che “da oggi si avvia un percorso di confronto sulle problematiche specifiche del settore della consegna delle merci nell’ambito dell’e-commerce”.
“Durante questo primo incontro – proseguono le organizzazioni sindacali – a partire dalle specificità del settore, si è convenuti sulla necessità di valorizzare il ruolo del contratto collettivo nazionale della logistica, trasporto merci e spedizione a tutela dei lavoratori, di mettere in campo le azioni necessarie a sostenere l’impresa ed infine di individuare le regole per governare le sfide e i cambiamenti in corso, in un settore che sta crescendo rapidamente”.
“Per le prossime riunioni – concludono Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uiltrasporti – abbiamo chiesto di affrontare i temi relativi all’organizzazione, ai carichi e alla qualificazione e valorizzazione del lavoro”.

Trasporto stradale, Pacchetto Mobilità: il NO dei Parlamentari EU

Tipo: 

  • News

Nella giornata di ieri la Commissione Occupazione e Affari Sociali del Parlamento Europeo ha discusso le proposte contenute nel Mobility Package, votando a favore di una retribuzione equa, di norme rigorose sul cabotaggio e di un’adeguata distribuzione dei tempi di riposo, sostenendo il divieto di trascorrere il riposo settimanale all’interno dei veicoli (Vedi i volantini allegati)

Si tratta di un primo ma importante risultato su temi per i quali ETF e Filt-Cgil stanno portando avanti la loro mobilitazione nell’ambito della “Fair Transport Europe Campaign”.

Coordinamento Regionale Ferrovieri: il punto della nostra iniziativa sindacale

Tipo: 

  • News

Segnaliamo in estrema sintesi le iniziative realizzate nell’ultimo anno nell’ambito degli appalti, di FS e di altre imprese ferroviarie presenti in Veneto come RTC. Dopo l’elezione di RSU e RLS avvenuta a novembre 2015 è stato presentato al Comitato Direttivo Filt Veneto il 4 maggio 2016 e votato il coordinamento regionale dei ferrovieri istituito, nella sua nuova formulazione, con l’obiettivo di migliorare la capacità di intervento sulle vertenze e nelle contrattazioni ai vari livelli nel gruppo FS del Veneto. Il coordinamento è affidato ad Alessandro Piras mentre la responsabilità resta al segretario Generale Filt Veneto. Il coordinamento risponde alla necessità di adeguare l’organizzazione della Filt in tale comparto alla realtà dei ferrovieri in modo da seguire al meglio la contrattazione nel quadro delle mutate articolazioni regionali del gruppo FS che hanno assunto dimensioni organizzative che vanno oltre la singola provincia.

Autotrasporto. Mobilitazione contro norme UE. Condivise preoccupazioni delle OS

Tipo: 

  • News

A seguito della mobilitazione del settore dell’autotrasporto nazionale, che si è svolta lunedì 29 maggio 2017, le ragioni della protesta sono state esposte e discusse da Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti del Veneto nell’incontro con l’assessora al lavoro Elena Donazzan del 6 giugno scorso. Le misure che la Commissione Europea vorrebbe proporre intendono modificare la regolazione dei tempi di guida e di riposo per i camionisti ed inoltre escludere gli stessi dall’applicazione della Direttiva sui distacchi che varrebbe solo se il periodo speso dal conducente in un dato paese supera i 5 giorni”. Per la Filt e le altre O.S. è gravissimo che si voglia ridurre il tempo di riposo settimanale da 45 a 24 ore e spostare per 2 o 3 settimane il riposo di 45 ore, allungando il tempo di guida degli autisti. Se le modifiche della C.E. fossero approvate le ricadute sulla qualità del lavoro sarebbero pesantissime e si modificherebbero gli accordi e l’organizzazione del lavoro contrattata a livello aziendale. Sarebbero inoltre a rischio la sicurezza sul lavoro e la sicurezza sulle strade.

Aeroporto VE: apre il punto di rosso intervento

Tipo: 

  • News

L'otto marzo 2017 è stato presentato in una conferenza stampa il nuovo sportello della Cgil di Venezia presso la saletta sindacale dell'aeroporto di Tessera. Si tratta di uno sportello gestito in collaborazione dalla Filt, dalla Filcams, categoria sindacale del commercio e turismo e dalla camera del lavoro metropolitana di Venezia.

Air Dolomiti: accordo a misura di conciliazione

Tipo: 

  • Accordi

Si è svolto ieri 20 ottobre 2016 a Verona l’incontro con la direzione di Air Dolomiti in merito ad alcuni temi particolarmente sensibili: la gestione dei part time assegnati e la concessione di nuovi part time sulla base delle esigenze di cura, di conciliazione vita-lavoro e di salute, e il tema dell’FTL (flight time limitations) riguardante non solo la verifica dell’applicazione, ma la necessità di chiarire alcuni passaggi tecnici relativi all’orario di lavoro degli assistenti di volo (AABB). Sulla questione FTL è necessario approfondire con una riunione dedicata esclusivamente a questo tema anche se abbiamo avuto la rassicurazione che l’azienda applica in ogni sua parte la normativa. Per quanto riguarda i part time non solo abbiamo ottenuto un numero superiore rispetto a quello previsto contrattualmente, ma abbiamo conquistato la disponibilità, da parte aziendale, ad aumentarne il numero. In questo senso l’azienda ci comunicherà a breve la disponibilità a ulteriori trasformazioni di contratti full time in part time, che come Filt stiamo monitorando. Federica Vedova Segretaria Filt Veneto 

Sciopero Alitalia: Altissima adesione

Tipo: 

  • News

“Altissima adesione allo sciopero di piloti ed assistenti di volo del Gruppo Alitalia – Alitalia Cityliner”. E’ quanto riferiscono unitariamente Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti e Ugl Trasporto Aereo sottolineando che “al netto delle cancellazioni preventive effettuate dalla compagnia, l’adesione del personale navigante si attesta intorno al 95%, a dimostrazione della fondatezza delle ragioni della protesta”. “Lo sciopero di 4 ore – ricordano le quattro Federazioni dei trasporti – il primo dopo molti anni, è stato indetto a seguito delle decisioni unilaterali della compagnia in merito a licenziamenti di assistenti di volo per bassa produttività anche a seguito di infortuni sul lavoro, al mancato rispetto dell’esonero al lavoro notturno, alle violazioni contrattuali in tema di composizione equipaggi di volo, all’aumento dell’orario di lavoro, alla cessione di attività a vettori extra comunitari ed alle concessioni di viaggio”. 5 luglio 2016                                                        

Pagine