Pari opportunità

Women in Rail: avviato il tavolo per l’accordo EU nel sett. ferroviario

Tipo: 

  • News

Le donne rappresentano meno del 20% della forza lavoro ferroviaria, molto al di sotto del tasso di partecipazione delle donne al mercato del lavoro (46%). Per alcune categorie professionali, questa cifra è persino inferiore. Il 16 ottobre 2019 la CER Community of European Railway and Infrastructure Companies, in rappresentanza dei datori di lavoro del settore ferroviario, e l’ETF European Transport Workers 'Federation, in rappresentanza dei lavoratori, hanno avviato i negoziati per un accordo a livello di UE volto a promuovere l'occupazione femminile nel settore.

Le compagnie ferroviarie e i sindacati sono convinti che la situazione dovrebbe essere cambiata per non perdere il prezioso contributo delle donne, promuovere la diversità sul posto di lavoro e infine avvicinare l'immagine del settore ferroviario a quella della società in cui viviamo.

Contratto addetti impianti a fune: firmata ipotesi rinnovo

Tipo: 

  • Contratti

“Firmata con l’associazione datoriale Anef l’ipotesi di accordo per il rinnovo del contratto collettivo nazionale degli addetti agli impianti di trasporto a fune”, ne danno notizia Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti e Savt, aggiungendo che: “c’è soddisfazione per un rinnovo arrivato, dopo un’approfondita trattativa, prima della sua naturale scadenza, prevista per il prossimo 30 aprile in un settore conta circa 15mila lavoratrici e lavoratori”.
“L’ipotesi di accordo – spiegano le organizzazioni sindacali – che nei prossimi giorni sarà sottoposta a validazione da parte dei lavoratori del settore, prevede 72 euro di aumento retributivo a regime, suddiviso in tre tranche per la vigenza 2019-2022 del contratto. Inoltre sono previsti più 100 euro annui a titolo di welfare, che possono essere incrementati a 110 euro se il lavoratore destina la quota alla previdenza complementare. Incrementate anche le tutele in caso di malattia ed equiparato il trattamento, economico e normativo, tra lavoratori stagionali e a tempo indeterminato”.

Manovra 2019: lavorare fino al parto, il no della Cgil

Tipo: 

  • News

“La maternità non si sostiene facendo scomparire l’obbligo di astensione dal lavoro prima della nascita, così non si garantisce la libertà alle lavoratrici, né tantomeno si tutela la salute della gestante e quella del nascituro. Per queste ragioni l'emendamento alla manovra della Lega dedicato alle politiche della famiglia, approvato dalla commissione Bilancio della Camera, va immediatamente modificato”. È quanto ha dichiarato ieri in una nota, Loredana Taddei, responsabile Politiche di genere della Cgil nazionale.

“Quanto proposto - incalza la dirigente sindacale - mina la libertà delle donne, soprattutto di quelle più precarie e meno tutelate, che in Italia, purtroppo, sono sempre più numerose e rischierebbero così di trovarsi di fronte a veri e propri ricatti del datore di lavoro”.

Congresso Cgil: la piattaforma di genere. Tutte insieme…

Tipo: 

  • News

Pubblichiamo in allegato la piattaforma di genere redatta in occasione del Congresso Cgil 2018 che si intitola “Tutte insieme. Vogliamo tutto” con analisi, priorità e proposte. Il documento comprende quattro capitoli che riguardano: la condizione occupazionale delle donne in Italia, la disparità salariale e organizzazione del lavoro, la salute delle donne, Molestie e violenze nei luoghi di lavoro e fuori dagli stessi.

“Nel nostro Paese delle donne si parla poco e spesso male. L’orgoglio di essere portatrici della cultura della differenza e la rivendicazione della parità di genere non sono più sufficienti.

Abbiamo bisogno di riscoprire cultura, memoria, storia per costruire tutte insieme, giovani e meno giovani, un Paese a misura di donne.

Dall’otto marzo in poi servono azioni sistematiche per la parità

Tipo: 

  • News

Per il Coordinamento donne della Filt Veneto la giornata dell’otto marzo rappresenta un’importante occasione per evidenziare le condizioni di lavoro, l’occupazione femminile nel settore trasporti e le varie azioni necessarie a migliorarne la qualità. Ma prima di trattare questi argomenti forse è il caso di ricordare cosa c’è dietro questa ricorrenza per riscoprire e preservare i suoi significati profondi, tuttora validi. La sua storia comincia più di 100 anni fa con il VII Congresso della 2° internazionale socialista tenutosi a Stoccarda nel 1907. Tra i vari temi all’ordine del giorno vennero inserite la questione femminile e il voto alle donne.

Riconosciuto l’avanzamento di carriera anche durante l’assenza per maternità

Tipo: 

  • News

Federica Vedova Segretaria Filt Cgil del Veneto così commenta: “L’importanza della sentenza è che viene riconosciuto il diritto all’avanzamento di carriera anche durante l’assenza per maternità. Il settore è quello degli handlers, ma il rischio discriminazione lo possiamo trovare anche in altri settori tanto che la Filt del Veneto sull’onda del successo riportato ha deciso di promuovere altre cause per rivendicare il principio di non discriminazione di genere a livello diffuso. Siamo convinti che sia la modalità più adeguata per celebrare l’8 marzo, rendendo praticabile un diritto sancito dalla legge italiana e spesso violato dalle aziende”.

Con la sentenza n. 841/17 pubblicata il 20 febbraio 2018, la Corte di Appello di Venezia ha confermato la sentenza di primo grado del Giudice del Lavoro di Venezia n. 336/2016.

CPO FS NAZ: tanti auguri e tanta conciliazione

Tipo: 

  • News

Pubblichiamo il messaggio di Natale del Comitato Pari Opportunità che pone l'attenzione sul tema della conciliazione vita-lavoro, molto sentito soprattutto dalle lavoratrici e che comincia a riguardare anche i lavoratori. "Care colleghe, cari colleghi, Le Feste Natalizie sono un momento speciale per vivere gli affetti familiari, una splendida occasione per recuperare il tempo da dedicare ai propri cari. Ma anche ai propri interessi, alle proprie distrazioni, alle proprie passioni o semplicemente al riposo. Vi auguriamo di vivere queste giornate in piena serenità e gioia, certe infatti che questi sentimenti possano rifondere la giusta energia per affrontare il nuovo anno.

Molestie: ok emendamento ma poco efficace senza sanzioni

Tipo: 

  • News

“L'emendamento contro le molestie sui luoghi di lavoro, approvato in via definitiva dalla Commissione Bilancio della Camera, è un passo avanti.” Lo afferma in una nota la Cgil. “Tuttavia per essere efficace deve essere accompagnato da un sistema sanzionatorio che colpisca chi non assicura condizioni di lavoro tali da garantire l'integrità fisica e morale delle lavoratrici e dei lavoratori”. “Al tempo stesso - aggiunge la Cgil - evidenziamo che la responsabilità rispetto all'applicazione della norma non può che essere in capo all'impresa, che ha il dovere di mantenere un ambiente di lavoro in cui sia pienamente rispettata la dignità di ognuna e di ognuno.”

“Come organizzazione sindacale - conclude la Cgil - continueremo le battaglie di questi anni per rafforzare le norme legislative e contrattuali finalizzate a combattere il fenomeno inaccettabile della violenza e delle molestie nei luoghi di lavoro, le cui dimensioni sono sempre più preoccupanti”.

Prevenzione molestie: la campagna della Filt Veneto

Tipo: 

  • News

Parte la campagna 2017 di sensibilizzazione che la Filt Veneto da alcuni anni mette in atto per la prevenzione e il contrasto alle molestie sessuali nei luoghi di lavoro in coincidenza con la giornata internazionale contro la violenza alle donne del 25 novembre. La violenza su una donna non è un fatto privato, ma un fenomeno sociale e un problema culturale che registra un costo altissimo in termini di vittime e sofferenza dei loro familiari, un dramma che mina lo sviluppo del nostro Paese anche sul versante economico.

Pagine