Politiche dei trasporti

Porti di Venezia e Chioggia: positivo l'incontro in Prefettura

Tipo: 

  • News

Soddisfazione della Filt e dei delegati dei porti di Venezia e Chioggia per l’incontro in Prefettura dove tutti gli Enti di competenza sulla manutenzione dei canali portuali erano presenti. La programmata mobilitazione dei lavoratori a sostegno della richiesta di soluzioni per le limitazioni dell’accesso delle navi a Venezia e Chioggia, riteniamo sia stata importante ed abbia favorito la reciproca volontà di trovare i perché, gli ostacoli e le soluzioni della vicenda. Esprimiamo un giudizio positivo sull’impegno che il Prefetto e gli Enti presenti, Autorità di Sistema Portuale - il Presidente Pino Musolino, Direzione Marittima per il Veneto con il Contrammiraglio Piero Pelizzari, il Provveditorato Interregionale Opere Pubbliche Ing. Valerio Volpe, si sono assunti, e che sono stati trascritti e sottoscritti in un apposito verbale prefettizio assieme alle OO.SS e ai delegati sindacali. Si sono e impegnati in azioni soprattutto nei confronti del Ministero dell’Ambiente, ma anche della Regione Veneto per le possibili soluzioni che nel documento vengono proposte.

Porti di Venezia e Chioggia: sospeso lo sciopero

Tipo: 

  • News

Incontro in Prefettura il giorno 8 novembre sulla grave situazione del porto commerciale. Importante la convocazione in Prefettura come inizio di un percorso per l'indispensabile manutenzione dei canali e sulla manutenzione ordinaria dell'intero sistema portuale. Era stato programmato il primo dei tre giorni previsti di sciopero di tutti i lavoratori dei porti di Venezia e Chioggia per il 5 novembre. Come annunciato era stata organizzata una manifestazione pubblica con corteo, con concentramento dalle 8.00 dal porto di Venezia e prosecuzione per Via F.lli Bandiera, Rampa Cavalcavia, Corso del Popolo a Mestre e conclusione in Via Poerio con assemblea pubblica nel Centro culturale Santa Maria delle Grazie.
Tutta la comunità portuale e le Istituzioni invitate ad esprimere la propria opinione e sostegno alle ragioni della protesta dei lavoratori e a lavorare assieme per trovare le soluzioni.
Dall’annuncio della mobilitazione e delle proteste dei portuali, molte ed importanti sono state le dichiarazioni a sostegno delle ragioni della protesta, molte dalle Imprese del Porto, dalle Associazioni di categoria, dall’Autorità di Sistema Portuale e dal Sindaco di Venezia.

Porto Venezia: una battaglia a difesa dei lavatori

Tipo: 

  • News

“È una battaglia di civiltà che guarda avanti, al lavoro ed alla sua difesa e con convinzione e determinazione siamo accanto ai lavoratori”. È quanto afferma il segretario nazionale della Filt Cgil Natale Colombo sullo stato di agitazione, proclamato oggi unitariamente da Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti territoriali al porto commerciale di Venezia e Chioggia con l’obiettivo di dichiarare un pacchetto di 72 ore di sciopero.
Secondo Colombo “le stime sul lavoro perso e che si perderà non può lasciarci indifferenti e ci impone l’avvio di un percorso che non lascia scelta se non quelle della mobilitazione affinché il Ministero dell’Ambiente proceda rapidamente, per le proprie competenze, ad autorizzare gli interventi utili alla manutenzione ed all’escavo dei fondali. Va rispettato, certamente, l’ambiente ma anche i lavoratori affinché si salvaguardi il lavoro legato ai circa 50 mila container che si stimano in meno da qui alla fine dell’anno”.

Alitalia: servono risposte rapide o scadrà la cassa integrazione

Tipo: 

  • News

Sono vari i quotidiani che tornano oggi a parlare di Alitalia. Riprendiamo la notizia sulle pagine di Roma del Messaggero (servizio di Michele Di Branco, p. 16). Alitalia, corsa contro il tempo. I commissari straordinari della compagnia di bandiera hanno convocato i sindacati, per un incontro informale per fare il punto sull'offerta vincolante e il piano industriale che la cordata formata da Fs, Atlantia, Mef e Delta deve presentare entro la scadenza del 15 settembre. Il ministro dello Sviluppo economico, Luigi Di Maio, prima dell'apertura della crisi, aveva assicurato che il governo avrebbe «seguito la scrittura del piano, che deve essere sul lungo raggio ma, soprattutto, non deve sacrificare l'occupazione».

Cgil Veneto: crisi, considerare le tante emergenze economico-sociali

Tipo: 

  • News

“Siamo di fronte ad una crisi politica improvvisa e al buio che, per modalità, tempistiche e parole d’ordine, rappresenta una scelta irresponsabile, fatta sulla pelle dell’Italia e per un puro calcolo di potere”. A dirlo è Christian Ferrari, segretario generale della Cgil Veneto. “Quella di Matteo Salvini - Continua Ferrari - è una decisione avventuristica, che non tiene in alcun conto le tante emergenze economico-sociali del Paese. Una decisione che, come abbiamo visto ieri in Senato, non sembra neppure pienamente convinta, che presenta persino tratti di inconsapevolezza, a conferma che non esiste vento favorevole per il marinaio che non sa dove andare".

Sciopero Nazionale Trasporti: tutti i settori il 24.7 e Trasporto Aereo il 26.7.2019

Tipo: 

  • News

“Sciopero nazionale il prossimo 24 luglio in tutti i settori del trasporto pubblico locale, ferroviario, merci e logistica, marittimo e porti, autostrade, taxi, autonoleggio e il 26 luglio 2019 in tutto il trasporto aereo”. Lo hanno deliberato gli esecutivi nazionali di Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti “per dare sostegno alla piattaforma unitaria di proposte 'Rimettiamo in movimento il Paese' indirizzata al Governo”. 

Autonomia differenziata nel Veneto: tutte le informazioni

Tipo: 

  • News

Come cittadini e come lavoratori del Veneto siamo continuamente sollecitati dai media, ma soprattutto dalle polemiche del confronto istituzionale Nazionale e locale, sul tema dell’autonomia Veneta, più precisamente dell’Autonomia Differenziata. Che cosa conosciamo di questo tema? E soprattutto cosa cambierebbe per i lavoratori dei trasporti del Veneto? Servono delle informazioni chiare per costruire una personale e collettiva opinione di merito, oltre lo scontro ideologico e la propaganda semplificata.

Anche perché i grandi cambiamenti istituzionali mutano anche le condizioni di lavoro, di vita e di partecipazione nella società da parte dei cittadini.  In questo documento elaborato dalla Filt Veneto troverete, i fatti, il merito, le materie che ci riguardano direttamente come trasporti.

Anas: sul Modello Organizzativo serve un accordo metodologico

Tipo: 

  • News

Il 6 giugno si è svolto il previsto incontro sul Riassetto del Modello Organizzativo Territoriale, nel corso del quale Anas ha presentato e sinteticamente illustrato alle Organizzazioni Sindacali un primo documento esplicativo contenente le attività assegnate a ciascuna unità organizzativa, sia tecnica che amministrativa, in merito al quale il sindacato si impegnerà per le opportune integrazioni e revisioni, attraverso una propria elaborazione. Le organizzazioni sindacali, facendo riferimento al documento unitario elaborato sulla materia ed illustrato nel corso della riunione del 8 maggio 2019, hanno infatti ribadito la necessità di individuare, nel corso della discussione, le adeguate soluzioni rispetto alle principali criticità evidenziate, riguardanti: le peculiarità organizzative, di risorse e di rete stradale e autostradale di alcune regioni, in particolare per l’Area Amministrativa; accorpamenti regionali che interessano tra gli altri anche il Veneto-Friuli Venezia Giulia.

Leggi tutto in allegato

TPL: servono mezzi pubblici innovativi e sostenibili

Tipo: 

  • News

“Più risorse nell’ambito del Fondo investimenti per il rinnovo del parco mezzi e ripristino dei 300 mln del Fondo nazionale trasporti nella legge di assestamento al bilancio”. Lo chiede la Filt Cgil per il trasporto pubblico locale, in merito alle misure per la lotta all’inquinamento atmosferico e alle procedure di infrazione aperte dall’Unione Europa nei confronti dell’Italia, sottolineando che “i trasporti sono uno degli indici di pressione ambientale più forti nelle città”.
Per la Filt Cgil “un trasporto pubblico locale con mezzi innovativi e sostenibili rappresenta una risposta ad una cultura ambientale ed a come noi governiamo l’ambiente che diventa fondamentale come tema democratico del rapporto con i cittadini”.

29 maggio 2019

 

TPL: incontro al MIT, servono più impegni del ministero

Tipo: 

  • News

“Abbiamo preso atto dell’attenzione e dell’apertura al confronto da parte del Ministero, delle azioni messe in campo e abbiamo ribadito la necessità di un confronto politico, attraverso una prossima convocazione, sugli impegni presi per il settore”. Lo afferma la Filt Cgil sull’incontro avuto, unitariamente a Fit Cisl, Uiltrasporti, Faisa Cisal e Ugl Fna, con i rappresentati del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti sulle problematiche del trasporto pubblico locale, a seguito del presidio dei lavoratori del settore. “Sul taglio dei 300 milioni ai finanziamenti al settore – spiega la Federazione dei Trasporti della Cgil – abbiamo ribadito la necessità della stabilizzazione del Fondo nazionale trasporti e ricordato l’impegno politico a trovare la copertura nella legge di assestamento al bilancio entro il mese di luglio”.
“Sul tema della sicurezza – riporta infine la Filt – il Mit ci ha riferito che sta predisponendo una sede interministeriale permanente di confronto per contrastare il fenomeno sempre frequente delle aggressioni al personale”.

Pagine