Previdenza

Logistica a VI: vertenza Avior-Gas jeans, 40 lavoratori assunti

Tipo: 

  • News

Si è conclusa nei migliori dei modi la vertenza dei Soci lavoratori della Cooperativa Avior, occupati presso Grotto spa, l’azienda della moda di Chiuppano, nota per il marchio Gas Jeans. Dal 7 marzo circa una quarantina di lavoratori hanno incrociato le braccia perché, a seguito di un calo della produttività di Grotto non avevano più un lavoro garantito, la retribuzione era calata in quanto come Soci lavoratori, erano pagati solo per le ore effettivamente lavorate e soprattutto dopo anni di lavoro, fedelI a quest’azienda, non accettavano di avere risposte incerte.“Le loro richieste - afferma la segreteria generale FILT CGIL Valeria Di Giorgio - sono sempre state rivolte soprattutto alla committenza Grotto, la quale ha partecipato, concretamente al tavolo solo nella fase finale, dando finalmente delle risposte concrete”.

Manovra: iniziative unitarie nazionali Cgil, Cisl, Uil a Napoli, Milano e Roma

Tipo: 

  • News

Ai sindacati la manovra finanziaria messa a punto dal governo, seppure ancora in via di definizione, piace davvero poco. E oggi mercoledì 19 dicembre 2018 ne parlano diffusamente in tre attivi unitari che si svolgono in contemporanea a Roma, Milano e Napoli. La decisione è stata presa da Cgil, Cisl e Uil dopo l’incontro con il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, che si è svolto lunedì 10 dicembre, nel corso del quale i tre segretari generali hanno illustrato le loro priorità per la legge di bilancio 2019.

Anas: informativa assistenza sanitaria

Tipo: 

  • News

Pubblichiamo l’informativa allegata, relativa alla riunione svoltasi nelle giornata di ieri dedicata all’assistenza sanitaria integrativa, nel corso della quale è stata preannunciata la presentazione di una proposta, con alcune anticipazioni, riservata al personale in quiescenza ed ai relativi familiari, che dovrà essere oggetto di valutazione con il sindacato, e per la cui definizione la Filt Cgil si è costantemente impegnata in questi anni.

Ryanair: regolamento aziendale non è contratto e non tutela equipaggi

Tipo: 

  • Documenti

“Più che un contratto si tratta di un regolamento aziendale”. Lo affermano unitariamente Filt Cgil e Uiltrasporti, in merito alla notizia della firma da parte di Anpac del primo contratto collettivo di lavoro per i piloti di Ryanair, basati in Italia, aggiungendo che “siamo ben lontani da un contratto collettivo, in quanto non è regolato dal diritto italiano ma da quello irlandese”.
Secondo le due organizzazioni sindacali inoltre “l’accordo raggiunto oggi non garantisce libertà di affiliazione sindacale, impedisce, per la durata del contratto, ai lavoratori di aderire a iniziative sindacali, obbliga i piloti al pagamento della propria divisa di lavoro, non assicura agli equipaggi il pasto a bordo durante il servizio e consente la sottoscrizione di contratti paralleli da parte di agenzie interinali, oltre ad essere ampiamente insufficiente l’investimento messo in campo dall’azienda in materia di salario e previdenza”.

Previdenza: depennata dall'agenda di governo?

Tipo: 

  • News

La questione del superamento della legge Fornero è stata esclusa dalla conferenza stampa del premier Conte. Ghiselli: "Finora nessuna risposta. Si passi dalle parole ai fatti: occorre aprire un confronto con i sindacati". Il tema della previdenza e quello di una riforma complessiva che superi la legge Fornero "sembrano essere stati depennati dall'agenda del governo”. Lo osserva il segretario confederale della Cgil nazionale, Roberto Ghiselli commentando la conferenza stampa odierna del presidente del consiglio Giuseppe Conte, prima della pausa estiva, durante la quale non si è fatto alcun accenno alla questione.

“Altre fonti – prosegue il dirigente sindacale -, ipotizzano l’intenzione di varare esclusivamente la cosiddetta “quota 100”, misura che se realizzata con i vincoli e le penalizzazioni previste ad oggi riguarderebbe pochissimi lavoratori e altro non sarebbe che un ulteriore parziale ritocco alla legge Fornero che rimarrebbe intatta nel suo impianto”.

MALATTIE PROFESSIONALI E INFORTUNI DEL PERSONALE AERONAVIGANTE ITALIANO

Tipo: 

  • News

Il12 aprile 2018, si è tenuto presso la sede dell’INAIL un incontro tra le Organizzazioni sindacali, Associazioni professionali e la Direzione Centrale del Rapporto Assicurativo dell’Istituto in materia di infortuni e di riconoscimento delle malattie professionali. Questo incontro, scaturito da una sollecitazione formale da parte delle organizzazioni sindacali all'Inail, è stato determinato dall’esigenza di fornire una maggiore tutela alle nostre categorie su aspetti della vita lavorativa che, fortemente influenzati negli anni recenti dai rapidi cambiamenti delle attività di volo, possono produrre a nostro avviso, anche ulteriori rischi per la salute.

Pensioni. Cgil: ridare equità al sistema previdenziale italiano

Tipo: 

  • News

Un intervento sul nostro sistema previdenziale è urgente e necessario. Il nuovo Parlamento e il futuro Governo, hanno un compito fondamentale: ridare equità al sistema pensando in primo luogo ai giovani, oggi così penalizzati da rischiare la totale perdita di fiducia nella previdenza pubblica”. Lo ha detto ieri il segretario generale della Cgil, Susanna Camusso. “Cgil, Cisl e Uil - ricorda la leader del sindacato di Corso d’Italia - hanno avanzato una proposta capace di dare risposte concrete alle tante iniquità dell’attuale legge”. “Continueremo a sostenere la nostra piattaforma unitaria e la porteremo al confronto con i nostri futuri interlocutori”. E proprio sulle pensioni e sui sistemi previdenziali in Europa si è concentrata ieri l’iniziativa della Cgil e della Fondazione Di Vittorio che si è tenuta a Roma, al centro Congressi Frentani.

Si è discusso di uno studio comparato sui sistemi previdenziali europei.

Riscatto servizio militare o civile e ricongiungimento periodi utili ai fini pensionistici

Tipo: 

  • News

Hai sistemato il servizio militare o servizio civile relativamente alla tua posizione contributiva? Intendi farlo? Questa operazione non è automatica, ma avviene solo con opportuna domanda. La FILT-CGIL è a disposizione per aiutarti; l’operazione è gratuita per gli iscritti alla CGIL. Cosa devi fare? Passa nelle sedi FILT-CGIL e ricordati di portare con te un documento d’identità, codice fiscale e copia del congedo illimitato o dell’avvenuto servizio civile. Per saperne di più non esitare a rivolgerti ai Delegati d’Impianto o alle sedi FILT-CGIL del Veneto.

Le sedi dei ferrovieri a cui puoi rivolgerti sono:

Mestre via Dante, 114 - tel 041.929375

Verona stazione ferroviaria Verona P.N. (vicino parcheggio) 045.8004857

Treviso - sede Cgil - via  Enrico Dandolo, 2

Benefici previdenziali amianto: modifiche determinate dalla legge di bilancio 2018

Tipo: 

  • News

Continuano ad arrivare da parte di molti lavoratori del Gruppo FSI richieste di spiegazioni sui benefici previdenziali per l'esposizione all'amianto, nella speranza che siano intervenute, recentemente, sostanziali novità che amplierebbero la platea degli aventi diritto. Per evitare malintesi ed alimentare false speranze, ci sentiamo in dovere di chiarire le novità introdotte. L'INPS, con messaggio n° 696 del 15-02-2018 con oggetto “Benefici per l'esposizione all'amianto previsti dall'articolo 1 comma 246 della legge n°205 del 27-12-2017 (legge di bilancio 2018)”, specifica gli ambiti e la normativa per poter usufruire dei benefici previdenziali di cui all’art. 13, comma 8 della legge 257/92. Vale la pena specificare che il comma sopra citato dispone delle parziali modifiche dell’art.1, comma 277, della legge n. 208 del 28 dicembre 2015. Tale disciplina dispone che ai lavoratori del settore della produzione di materiale rotabile ferroviario che hanno prestato la loro attività nel sito produttivo, senza essere dotati degli equipaggiamenti di protezione adeguati all'esposizione alle polveri di amianto, durante le operazioni di bonifica dall'amianto poste in essere mediante sostituzione del tetto, sono riconosciuti, nei limiti stabiliti dal presente comma, i benefici previdenziali di cui all'articolo 13, comma 8, della legge 27 marzo 1992, n.

Pensioni: il motivo della bocciatura per Cgil

Tipo: 

  • News

Il governo aveva assunto alla fine del 2016 degli impegni con le organizzazioni sindacali. “Ci aveva detto che la legge di bilancio per il 2017 aveva spazi limitati, ma che lungo l’arco del 2017 e in vista della legge di bilancio per il 2018 avremmo definito quelle che lo stesso governo conveniva essere delle ingiustizie” spiega Camusso. E le “ingiustizie” riguardavano “il tema delle lavoratrici, del lavoro di cura e dell’accelerazione della loro età pensionabile; i meccanismi iniqui che sono previsti rispetto ai giovani che non avranno mai la flessibilità, salvo che siano molto ricchi dal punto di vista contributivo; il tema delle pensioni anticipate. Insomma, l’insieme delle manomissioni che erano state determinate al sistema e che richiedevano ora di essere affrontate”.

Pagine