Tutti

Lutto alla Filt VI: Ciao Valeria! E’ mancata la Segretaria Generale Di Giorgio

Tipo: 

  • News

E' con infinita tristezza e dolore che la segreteria Filt di Vicenza comunica che ieri 22 gennaio 2020, è venuta a mancare la Segretaria Generale Valeria Di Giorgio, prima donna a dirigere la categoria provinciale. Valeria è stata la Segretaria che ha saputo dare alla Filt di Vicenza un nuovo impulso e una nuova identità, la compagna che non si è mai risparmiata (anche se già combatteva con la malattia) nelle varie vertenze e tante battaglie per i diritti dei lavoratori, la donna e anche madre che ha saputo affrontare ogni situazione senza mai piegarsi e sempre a testa alta. Dipendente DHL e da lungo tempo iscritta alla Cgil si è avvicinata all’impegno sindacale attraverso le politiche di genere e i diritti delle lavoratrici, in particolare la conciliazione vita-lavoro, partecipando alle attività del Coordinamento Donne Cgil di Vicenza.

Dapprima delegata nella sua azienda, viene poi eletta Segretaria Generale della Filt di Vicenza in occasione dell’ultimo congresso del 2018.

Cgil Veneto: crisi, considerare le tante emergenze economico-sociali

Tipo: 

  • News

“Siamo di fronte ad una crisi politica improvvisa e al buio che, per modalità, tempistiche e parole d’ordine, rappresenta una scelta irresponsabile, fatta sulla pelle dell’Italia e per un puro calcolo di potere”. A dirlo è Christian Ferrari, segretario generale della Cgil Veneto. “Quella di Matteo Salvini - Continua Ferrari - è una decisione avventuristica, che non tiene in alcun conto le tante emergenze economico-sociali del Paese. Una decisione che, come abbiamo visto ieri in Senato, non sembra neppure pienamente convinta, che presenta persino tratti di inconsapevolezza, a conferma che non esiste vento favorevole per il marinaio che non sa dove andare".

Cgil, Cisl e Uil su crisi: mettere al centro il mondo del lavoro

Tipo: 

  • News

Cgil, Cisl e Uil esprimono grande preoccupazione per l’attuale situazione di instabilità politica prodotta in pieno periodo feriale che, se non risolta rapidamente, può ulteriormente ridurre le condizioni per la crescita del Paese, aggravare la situazione economica e sociale di tutto il mondo del lavoro e dei pensionati, non far svolgere alcun ruolo al nostro Paese nella costruzione di una nuova Europa sociale. È il momento della serietà, del pieno rispetto dei principi, dei valori e dei comportamenti indicati dalla nostra Carta Costituzionale, nata dalla resistenza e dalla sconfitta del fascismo e del nazismo.
La soluzione della crisi compete al Parlamento che, dopo un dibattito ampio, libero e trasparente deve votare o sfiduciare il governo, e al Presidente della Repubblica, garante della Costituzione, cui va tutta la nostra stima e il sostegno incondizionato anche nella verifica di una reale possibilità di dare un nuovo governo al Paese.

Sciopero Nazionale Trasporti: tutti i settori il 24.7 e Trasporto Aereo il 26.7.2019

Tipo: 

  • News

“Sciopero nazionale il prossimo 24 luglio in tutti i settori del trasporto pubblico locale, ferroviario, merci e logistica, marittimo e porti, autostrade, taxi, autonoleggio e il 26 luglio 2019 in tutto il trasporto aereo”. Lo hanno deliberato gli esecutivi nazionali di Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti “per dare sostegno alla piattaforma unitaria di proposte 'Rimettiamo in movimento il Paese' indirizzata al Governo”. 

Salario minimo: le valutazioni dei sindacati

Nell’audizione memoria unitaria sul salario minimo che si è tenuta ieri presso la Commissione Lavoro della Camera, Cgil, Cisl e Uil hanno illustrato e depositato una memoria unitaria sulle proposte in discussione. Per la Cgil era presente la segretaria confederale Tania Scacchetti. Sul sito della Cgil è a disposizione il testo completo della memoria unitaria:

Pagine

Abbonamento a RSS - Tutti