audizione

Salario minimo: le valutazioni dei sindacati

Nell’audizione memoria unitaria sul salario minimo che si è tenuta ieri presso la Commissione Lavoro della Camera, Cgil, Cisl e Uil hanno illustrato e depositato una memoria unitaria sulle proposte in discussione. Per la Cgil era presente la segretaria confederale Tania Scacchetti. Sul sito della Cgil è a disposizione il testo completo della memoria unitaria:

Ryanair: inaccettabile attaccare i diritti dei dipendenti

Tipo: 

  • News

“La condotta della compagnia aerea Ryanair è palesemente antisindacale”. Lo affermano in una nota congiunta il segretario confederale Cgil, Vincenzo Colla, ed il segretario generale della Filt-Cgil, Alessandro Rocchi che informano di aver presentato il 14 dicembre 2017 “una precisa istanza alla Commissione di garanzia per il diritto di sciopero con la richiesta di avvio della procedura di valutazione della compagnia aerea”. Colla e Rocchi fanno rilevare che “la legge che disciplina l’esercizio del diritto di sciopero – la 146 del 90 – contiene degli obblighi che le imprese devono rispettare: obblighi che prevedono di concordare, mediante contratti collettivi le prestazioni indispensabili, gli obblighi di informazione all’utenza, l’obbligo delle procedure di raffreddamento”.
Da ciò la richiesta alla Commissione di avviare “apposito procedimento di valutazione per irrogazioni della sanzioni previste dalla legge 146/90 nei confronti di Ryanair, e di produrre conseguente delibera che indichi alla compagnia a desistere dal comportamento non conforme alle leggi italiane”.
La Cgil e la Filt chiedono inoltre alla stessa Commissione di essere convocati in audizione.

Proteste contro aggressioni al personale della mobilità: 1 episodio al giorno!

Tipo: 

  • News

"Le Organizzazione Sindacali di Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Ugl Taf e Fast Mobilità, oggi in audizione, hanno manifestato e argomentato alla Commissione di Garanzia la loro contrarietà rispetto al recente provvedimento preso dall'Autorità in tema di sciopero ferroviario contro i gravi eventi lesivi dell'incolumità e sicurezza dei lavoratori, accaduti in questo ultimo periodo e in continuo incremento.

Ma alla Regione Veneto interessano le nostre strade?

Tipo: 

  • News

Dopo le ultime affermazioni della Regione Veneto apparse sulla stampa locale in cui dal 1 gennaio 2017 Veneto Strade non erogherà più i servizi di manutenzione della viabilità alla provincia di Belluno in quanto inadempiente sotto il profilo finanziario, le organizzazioni sindacali oggi 23 dicembre si sono riunite in assemblea con i lavoratori ed hanno approvato all’unanimità il seguente ordine del giorno. Ancora senza soluzione il destino di Veneto Strade che chiude l’anno con nessuna certezza per il futuro, con molti soggetti che sulla stampa dicono di essere interessati, in realtà senza nessun vero pretendente. Le organizzazioni sindacali unitariamente hanno chiesto da tempo l’apertura di un tavolo di discussione con la Regione e a tutt’oggi ancora nessuna risposta, soprattutto nessun coinvolgimento diretto di chi rappresenta i lavoratori, sempre più preoccupati per il proprio destino.Oggi 23 dicembre in occasione dell’assemblea dei dipendenti la Filt Cgil, la Fit Cisl e Uiltrasporti del Veneto hanno condiviso una nuova strategia affinché la questione diventi prioritaria e sia affrontata con la volontà di dare risposte concrete ai lavoratori ed ai cittadini che le strade le attraversano.

Bilancio Regione sul trasporto pubblico: esito audizione 25 febbraio 2014

Tipo: 

  • News

Per le Federazioni l’incontro di martedì 25 febbraio 2014 scorso ha costituito l’ennesima occasione per ribadire che il trasporto pubblico è prioritario nella misura in cui si stanziano le risorse a favore dello stesso. Inoltre l’occasione per ribadire l’esigenza di fondi ordinari costanti per le manutenzioni stradali. Ringraziamo anche in questa occasione la sensibilità della Commissione consiliare che ci dà modo di illustrare e argomentare le esigenze irrinunciabili per un trasporto di qualità. Ora ci aspettiamo che il provvedimento che sarà portato in aula consiliare il mese p.v. contenga adeguate risposte ai temi della mobilità sollevati con la nota lasciata alla commissione bilancio.

Audizione in Seconda Commissione Consiglio Veneto 17 luglio 2013.

Tipo: 

  • News

Le Federazioni sindacali regionali dei trasporti hanno partecipato alla audizione programmata dalla Seconda Commissione del Consiglio Regionale svolta stamattina a Palazzo Ferro Fini in aula del Consiglio. Abbiamo illustrato l’esigenza che bisogna partire bene con il servizio cadenzato ferroviario con al centro l’utente. Se finalmente si parte, “signori in carrozza ” dopo ben 23 anni dalla decisione politica del Piano Regionale dei Trasporti del 1990, è bene farlo avendo cura di limitare al minimo le possibili criticità!

Per questa ragione abbiamo considerato importante quanto espresso nella seduta dai tanti comitati degli utenti sorti per rivendicare maggiore e migliore qualità del servizio. Abbiamo illustrato per sommi capi che bisogna assolutamente garantire le risorse economiche, le risorse umane, il materiale rotabile necessario ad elevare quantità e qualità del servizio. Rinnoviamo l’esigenza di un franco confronto (vedi richiesta allegata) quanto prima con assessore competente e società di servizio per arrivare all’appuntamento lungamente atteso senza smagliature o coperte troppo corte!

Abbonamento a RSS - audizione