condizioni di lavoro

RSU-RLS SVT Vicenza: la Filt è il 1° sindacato!

Tipo: 

  • News

Grande soddisfazione per la Filt Cgil Vicentina che, nelle elezioni della RSU e RLS che si sono svolte il 29-30 ottobre 2019, torna ad essere il primo sindacato nella più grande azienda di Trasporto Pubblico Locale di Vicenza “SVT srl” Società Vicentina Trasporti. Il consenso dato ai candidati della lista Filt Cgil è di 128 preferenze pari al 30,7%, con un forte vantaggio rispetto alle altre organizzazioni sindacali. Risultato dovuto dopo anni di impegno, serietà e coerenza dei nostri RSU e RLS uscenti.

Autonomia differenziata nel Veneto: tutte le informazioni

Tipo: 

  • News

Come cittadini e come lavoratori del Veneto siamo continuamente sollecitati dai media, ma soprattutto dalle polemiche del confronto istituzionale Nazionale e locale, sul tema dell’autonomia Veneta, più precisamente dell’Autonomia Differenziata. Che cosa conosciamo di questo tema? E soprattutto cosa cambierebbe per i lavoratori dei trasporti del Veneto? Servono delle informazioni chiare per costruire una personale e collettiva opinione di merito, oltre lo scontro ideologico e la propaganda semplificata.

Anche perché i grandi cambiamenti istituzionali mutano anche le condizioni di lavoro, di vita e di partecipazione nella società da parte dei cittadini.  In questo documento elaborato dalla Filt Veneto troverete, i fatti, il merito, le materie che ci riguardano direttamente come trasporti.

Porti: proclamato sciopero per il 23 maggio 2019 

Tipo: 

  • News

“Sciopero nazionale di 24 ore di tutti i lavoratori dei porti il prossimo 23 maggio”. A proclamarlo unitariamente Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti “per la fase di stallo, dovuta alla indisponibilità datoriale, nella trattativa per il rinnovo del contratto nazionale del settore”. “Il Ccnl unico di settore, in quanto valore insostituibile di regolazione e di tutela – spiegano le organizzazioni sindacali – è uno dei temi centrali alla base della vertenza a salvaguardia del lavoro portuale e delle proprie specificità. Oggi nei mutamenti in atto nei porti italiani, con la partecipazione di compagnie di navigazione e fondi finanziari negli assetti delle imprese terminaliste, la strategia è rivolta a ricavare tagli di costo nelle filiere di trasporto a spese dei lavoratori portuali e delle condizioni di lavoro e di sicurezza.

Una situazione – spiegano infine Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti – ignorata dal Governo che elude ogni richiesta di confronto con le organizzazioni sindacali e trascurata da molti presidenti delle Autorità di Sistema Portuale che non svolgono il previsto ruolo di garanti nel funzionamento dei porti, che sono infrastrutture pubbliche perni del sistema paese”.

Infortunio mortale lavoratore di Veneto Strade. Ora basta!

Tipo: 

  • News

Ancora un infortunio mortale sulle strade, per le strade. Ancora un lavoratore che ha perso la vita, investito mentre allestiva un cantiere stradale. E’ un bollettino di guerra che con spaventosa cadenza macchia di sangue le nostre strade, da nord a sud (è di qualche settimana fa l’infortunio mortale di un diepndente Anas in Puglia). Sarà la magistratura ad accertare le cause e la dinamica dell’infortunio e le eventuali responsabilità penali.

A noi oggi invece spetta denunciare, ancora una volta, come le condizioni di lavoro non consentano ai lavoratori di svolgere la propria attività quotidiana in sicurezza e serenità, come il blocco delle assunzioni abbia ormai ridotto il personale ai minimi termini, non consentendo nemmeno il rispetto degli standard minimi, come il sistema degli appalti delle attività non permetta efficaci controlli sul rispetto delle normative in materia di sicurezza sul lavoro, visto che sono soprattutto i lavoratori in appalto più coinvolti negli infortuni.

Mobility Package: Il no dei conducenti e presidi in Veneto

Tipo: 

  • News

Manifestazioni e presidi in Veneto al porto di Venezia ed agli interporti di Padova, di Verona e la zona industriale di Vicenza sono annunciati per il 14 gennaio 2019 in occasione dello sciopero nazionale di 24 ore del trasporto merci. Iniziative anche davanti alle stazioni di autobus si terranno il 21 gennaio in concomitanza con lo sciopero nazionale (4 ore) degli autisti del trasporto pubblico locale. Entrambe le vertenze riguardano provvedimenti su cui il parlamento europeo è chiamato a deliberare a breve. Ieri 10 gennaio la Commissione Trasporti del Parlamento Europeo ha votato le proposte contenute nel Mobility Package.

Ryanair: incontro tra sindacati europei a Roma

Tipo: 

  • News

“Si svolgerà domani a Roma, per la prima volta in Italia, il meeting unitario transnazionale dei sindacati rappresentativi di piloti e assistenti di volo di Ryanair”. Ad annunciarlo Filt Cgil e Uiltrasporti, che si riuniranno con i sindacati provenienti da diversi Paesi europei, tra cui Belgio, Germania, Olanda, Portogallo, Spagna e Svezia.

“Occorrono – spiegano le due organizzazioni sindacali – risposte ferme ed unitarie al reiterato comportamento antisindacale di Ryanair che impedisce la libertà sindacale ai propri lavoratori e pretende di sostituire gli accordi contrattuali con dei regolamenti siglati con associazioni, scelte dalla dirigenza e non dai lavoratori”.
“L’incontro di domani – spiegano Filt Cgil e Uiltrasporti – ha lo scopo di concertare una serie di iniziative comuni tra diversi paesi europei che vivono le medesime difficoltà con il vettore irlandese, per giungere ad ottenere il ripristino di normali relazioni industriali tra le parti sociali, basate sul principio della democrazia rappresentativa e finalizzate alla tutela dei salari e delle condizioni di lavoro del personale navigante Ryanair, attraverso l’intensificarsi delle azioni di sciopero”.

Ryanair: accordo con i piloti irlandesi

Tipo: 

  • Accordi

Dopo una maratona di 22 ore, ok all'intesa con il sindacato Forsa. La firma è ritenuta basilare per chiudere tutte le dispute in atto negli altri Paesi europei. Possibile stop a conflitto con azienda e scioperi. La compagnia aerea Ryanair ha raggiunto un accordo con il sindacato dei piloti irlandesi, Forsa. I piloti potrebbero mettere fine, ora, al conflitto che ha portato a uno sciopero di cinque giorni in Irlanda. La compagnia ha dichiarato che i suoi piloti con sede in Irlanda dovevano comunque decidere in merito all'accordo, arrivato dopo l'incontro maratona di 22 ore concluso questa mattina (23 agosto). 

Ryanair: nuovo stop alla trattativa

Tipo: 

  • News

Fumata nera nella trattativa tra sindacati irlandesi e compagnia aerea. L’intesa è essenziale per risolvere le dispute in tutta Europa. C'è il rischio di nuovi scioperi in Germania, Belgio, Svezia e Olanda a settembre, dopo lo stop del 10 agosto scorso. Il dialogo tra i sindacati irlandesi dei piloti e i vertici Ryanair ha subito una nuova, inattesa battuta di arresto il 19 agosto scorso. Secondo quanto ha riportato l'agenzia Bloomberg, tra l’altro, il negoziato, che sembrava a un passo dalla soluzione, non riprenderà prima della prossima settimana, anche se ancora non è stato fissata alcuna data.

Di conseguenza anche i sindacati di Germania, Belgio, Svezia e Olanda sono sul piede di guerra per le condizioni di lavoro imposte dal vettore e hanno già proclamato e messo in atto una serie di scioperi che ne ha fortemente penalizzato l'attività estiva. L'ultimo sciopero, indetto il 10 agosto, ha lasciato a terra 400 aerei.

Incendio A14 Bologna: priorità a sicurezza stradale viaggiatori e sul lavoro dei conducenti

Tipo: 

  • News

“Massima attenzione al tema della sicurezza stradale e delle condizioni di lavoro dei conducenti, in particolare nel trasporto di materiale infiammabile”. E’ quanto chiede la Filt Cgil, a seguito dell’incidente stradale avvenuto sul tratto dell’A14, all’altezza di Borgo Panigale aggiungendo che “siamo in attesa di conoscere gli esiti degli accertamenti delle Autorità sulle cause e sulle responsabilità di quanto accaduto”.
“In ogni caso serve da subito attivare, soprattutto in questi giorni d’inteso traffico, misure concrete e congiunte da parte del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti, del Ministero dell’Interno, della Polizia Stradale, coinvolgendo nell’iniziativa tutti i concessionari autostradali, per garantire la sicurezza stradale dei conducenti di mezzi pesanti e di tutti gli utenti”.
“Esprimiamo – aggiunge infine la Filt – cordoglio ai familiari delle vittime coinvolte nell’incidente, vicinanza ai feriti e sVedi anche su: http://www.rassegna.it/articoli/filt-assicurare-sicurezza-per-viaggiator...olidarietà a tutti coloro che sono coinvolti nei soccorsi”.

Pagine

Abbonamento a RSS - condizioni di lavoro