crisi

Alitalia: servono risposte rapide o scadrà la cassa integrazione

Tipo: 

  • News

Sono vari i quotidiani che tornano oggi a parlare di Alitalia. Riprendiamo la notizia sulle pagine di Roma del Messaggero (servizio di Michele Di Branco, p. 16). Alitalia, corsa contro il tempo. I commissari straordinari della compagnia di bandiera hanno convocato i sindacati, per un incontro informale per fare il punto sull'offerta vincolante e il piano industriale che la cordata formata da Fs, Atlantia, Mef e Delta deve presentare entro la scadenza del 15 settembre. Il ministro dello Sviluppo economico, Luigi Di Maio, prima dell'apertura della crisi, aveva assicurato che il governo avrebbe «seguito la scrittura del piano, che deve essere sul lungo raggio ma, soprattutto, non deve sacrificare l'occupazione».

Trasporto Aereo: i perché dello sciopero nazionale del 21 maggio 2019

Tipo: 

  • News

Proclamazione seconda azione di sciopero nazionale di 24 ore per il giorno 21 maggio 2019, dalle ore 00.00 alle ore 23.59 per tutto il personale dipendente delle società/compagnie del settore Trasporto Aereo. Le ragioni della vertenza nazionale sono le seguenti. In questi ultimi vent’anni il settore del trasporto aereo ha vissuto una fase di accentuata dicotomia, una costante crescita del numero dei passeggeri e del volato da un lato, mentre, dall’altro, una sempre maggiore crisi delle imprese della filiera del trasporto aereo con un proliferare di situazioni fallimentari, in alcuni casi della stessa impresa più volte nel tempo, come nel caso di Alitalia.

DNATA: Sciopero per dire NO al licenziamento di addetti

Tipo: 

  • News

Si è svolto oggi presso l’aeroporto di Tessera, dalle ore 10 alle ore 14.00, la prima iniziativa di sciopero nazionale dell’azienda Dnata srl che si occupa di catering (allestimento e pasti per le compagnie aeree). La motivazione dello sciopero riguarda la scelta aziendale di non trovare una soluzione alternativa al licenziamento di 30 persone su tutto il territorio nazionale, 5 solo su Venezia (in una platea di 50). I licenziamenti avvengono in prossimità dell’apertura della stagione estiva, che per il trasporto aereo, e in particolare per lo scalo veneziano, comincia il 1° di aprile con l’inserimento delle destinazioni americane.

INTERVISTA A SUSANNA CAMUSSO

Tipo: 

  • News

Pubblichiamo le domande del giornalista Marco Damilano al segretario generale della Cgil. IN CGIL SI CHIUDE LA FASE DELLE TENSIONI.  NEL PAESE CI VUOLE UNA SINISTRA UNITA E FELICE. Crisi della sinistra, ma anche crisi dei sindacati, referendum costituzionale vinto, ma anche sconfitta del sindacato confederale nella vertenza Alitalia, tensioni continue con i partiti della sinistra e necessità di superare le politiche fallimentari di questi anni a partire dal Jobs Act, il giudizio sulle proposte di reddito di cittadinanza (“non risolve né la questione della disuguaglianza, né quella della mancanza di reddito. Noi pensiamo sia indispensabile mantenere uno stretto legame tra reddito e lavoro”), battaglie politiche sui contenuti, unità interna della Cgil e nuovi assetti del gruppo dirigente in vista del Congresso del 2018 che segnerà la conclusione degli otto anni di mandato di Susanna Camusso. 

Nuova guida Inca: mamme e papà che lavorano

Tipo: 

  • News

L’Italia registra, ormai da molti anni, una spiccata tendenza alla denatalità, le cui cause sono molteplici, dalla precarietà del mercato del lavoro soprattutto per i giovani, alla carenza di servizi sociali per la prima infanzia; dalla lunga crisi di questi anni, dalla quale sembra sempre più difficile uscire, all’assenza di adeguati strumenti a sostegno della genitorialitá. L’unico apporto alla crescita della popolazione è rappresentato dalle donne immigrate che mantengono un tasso di natalità superiore alle italiane, ma più lungo è il periodo di residenza più i comportamenti sociali tendono ad uniformarsi.

Alitalia: sciopero di 24 ore il 5 aprile 2017

Tipo: 

  • News

“Siamo nella fase più delicata di tutta la vertenza Alitalia, con lo sciopero di 24 ore del 5 aprile 2017 si segna un passaggio importante, afferma Federica Vedova Segretaria della Filt Veneto, “lo stesso Ministro Delrio sollecita i vertici aziendali ad individuare un piano industriale e di rilancio che non proponga, ancora una volta, tagli sul personale e sul costo del personale. Nel Veneto Alitalia è ancora un vettore importante, anche in termini economici, sono molte le aziende che lavorano per la compagnia, alcune in forma esclusiva, il cosiddetto indotto, che rischiano indirettamente di subire la crisi Alitalia in maniera pesante. Anche la politica è preoccupata di questa grave crisi e l’interrogazione parlamentare indirizzata al Ministro del lavoro e delle politiche sociali che pubblichiamo in allegato ne è la prova.

Pagine

Abbonamento a RSS - crisi