democrazia

RSU-RLS SVT Vicenza: la Filt è il 1° sindacato!

Tipo: 

  • News

Grande soddisfazione per la Filt Cgil Vicentina che, nelle elezioni della RSU e RLS che si sono svolte il 29-30 ottobre 2019, torna ad essere il primo sindacato nella più grande azienda di Trasporto Pubblico Locale di Vicenza “SVT srl” Società Vicentina Trasporti. Il consenso dato ai candidati della lista Filt Cgil è di 128 preferenze pari al 30,7%, con un forte vantaggio rispetto alle altre organizzazioni sindacali. Risultato dovuto dopo anni di impegno, serietà e coerenza dei nostri RSU e RLS uscenti.

Cgil Veneto: crisi, considerare le tante emergenze economico-sociali

Tipo: 

  • News

“Siamo di fronte ad una crisi politica improvvisa e al buio che, per modalità, tempistiche e parole d’ordine, rappresenta una scelta irresponsabile, fatta sulla pelle dell’Italia e per un puro calcolo di potere”. A dirlo è Christian Ferrari, segretario generale della Cgil Veneto. “Quella di Matteo Salvini - Continua Ferrari - è una decisione avventuristica, che non tiene in alcun conto le tante emergenze economico-sociali del Paese. Una decisione che, come abbiamo visto ieri in Senato, non sembra neppure pienamente convinta, che presenta persino tratti di inconsapevolezza, a conferma che non esiste vento favorevole per il marinaio che non sa dove andare".

Elezioni RSU-RLS Arcese VI: grande risultato per la Filt

Tipo: 

  • News

Ieri 11 aprile 2019 si sono svolte le elezioni delle RSU dei cantieri Arcese S.p.A. di Montecchio Maggiore (VI) e sono stati assegnati alla FILT CGIL di Vicenza, con la maggioranza dei voti, 2 componenti RSU di cui uno anche con funzione di Rappresentante dei lavoratori della Sicurezza (RLS). Un importante risultato a partire dall’alta partecipazione dei lavoratori che conferma la piena legittimità democratica delle Rappresentanze Sindacali Unitarie come valore centrale di democrazia e libertà nei luoghi di lavoro. Per questo grande risultato, ottenuto dai candidati eletti, la FILT CGIL ringrazia tutti i lavoratori e le lavoratrici che con la loro scelta hanno premiato il lavoro fatto in questi anni, confermando ancora fiducia e motivazione a proseguire l’importante azione di tutela dei loro diritti.

Ryanair: no dei lavoratori all’accordo Anpac

Tipo: 

  • News

“Alta adesione al 64% e larghissima maggioranza con l’82% di No”. Lo riferiscono Filt Cgil e Uiltrasporti riguardo il referendum che si è concluso oggi, sul gradimento dei piloti dell’accordo siglato tra Ryanair e l’associazione professionale Anpac. “L’esito del voto referendario espresso dai piloti, basati in Italia, sia alle dipendenze di Ryanair, sia assunti dalle agenzie di lavoro interinale – sostengono le due organizzazioni sindacali – è la dimostrazione di come sia sbagliato trattare unilateralmente solo con alcuni interlocutori, scelti dal management e di come l’assenza di democrazia generi attriti e conflitti, dannosi per l’azienda, i dipendenti e i passeggeri”.
“Adesso – sostengono Filt Cgil e Uiltrasporti – l’azienda prenda atto della volontà dei lavoratori e delle indicazioni dei giudici del Tribunale ci convochi per la definizione di un contratto collettivo di lavoro di diritto italiano che preveda le tutele del nostro ordinamento e soddisfi le legittime istanze dei piloti e degli assistenti di volo di Ryanair”.
“Contro l’approccio della compagnia irlandese verso i propri lavoratori – sottolineano infine Filt Cgil e Uiltrasporti – il prossimo 28 settembre si terrà il secondo sciopero di 24 ore di tutto il personale navigante della compagnia irlandese e delle agenzie interinali collegate, basato in Italia, unitamente a Belgio, Olanda, Portogallo e Spagna”.

Democrazia E’ … per rispondere alla paura

“Oggi il tema della democrazia è di grande attualità, complice l'evoluzione del quadro politico-parlamentare dovuta alle elezioni di marzo. Durante le giornate del lavoro della Cgil si parlerà anche delle grandi trasformazioni in corso nel lavoro e nella società, e di processi che mettono in discussione il rapporto tra il cittadino e il lavoratore con il lavoro e con la società”.

Fisco: flat tax e diseguaglianze

Tipo: 

  • News

Tra poche settimane il ministro dell'Economia Tria presenterà la variazione al Documento di economia e finanza, poi sarà il turno della legge di Bilancio. Secondo il contratto tra M5s e Lega, il cuore della politica economica del governo dovrebbe essere la flat tax, una riforma fiscale che annullerebbe la progressività contenuta prevista nella Costituzione. “La teoria della finanza pubblica si basa su due concetti: l'equità orizzontale e l'equità verticale. La prima ha a che vedere con ciò che la nostra Costituzione stabilisce nell'articolo 3, cioè che il calcolo della base imponibile dev’essere uguale per tutti i contribuenti. L'equità verticale rappresenta invece la progressività.

Chi ha più disponibilità può sopportare un peso fiscale proporzionalmente maggiore. Non c’è niente di complesso, sono solo regole di buon senso”.

Attivo Filt. Vogliamo il CCNL unico Merci Logistica

Tipo: 

  • News

Il Veneto, assieme a Emilia Romagna e Lombardia in questi anni è stato sul fronte di una battaglia sui diritti dei lavoratori della Logistica, gestendo situazioni durissime di scontro con la parte datoriale. Come Filt Veneto abbiamo lottato spesso contro committenti di altri settori come la Grande Distribuzione, l’Alimentazione e l’industria, che hanno costruito un modello che, scaricando sui più deboli e sfruttando oltre ogni limite i lavoratori soprattutto migranti, ha permesso loro di arricchirsi, di generare un mercato distorto, illegale e totalmente deregolamentato, dove spesso l’organizzazione e la gestione dei magazzini veniva lasciata a gruppi etnici, a cooperative spurie e illegali, a piccole imprese senza nessuna capacità imprenditoriale.

Pagine

Abbonamento a RSS - democrazia