dipendenti diretti

Trasporto Aereo: i perché dello sciopero nazionale del 21 maggio 2019

Tipo: 

  • News

Proclamazione seconda azione di sciopero nazionale di 24 ore per il giorno 21 maggio 2019, dalle ore 00.00 alle ore 23.59 per tutto il personale dipendente delle società/compagnie del settore Trasporto Aereo. Le ragioni della vertenza nazionale sono le seguenti. In questi ultimi vent’anni il settore del trasporto aereo ha vissuto una fase di accentuata dicotomia, una costante crescita del numero dei passeggeri e del volato da un lato, mentre, dall’altro, una sempre maggiore crisi delle imprese della filiera del trasporto aereo con un proliferare di situazioni fallimentari, in alcuni casi della stessa impresa più volte nel tempo, come nel caso di Alitalia.

Sciopero Merci Logistica: chiudere in tempi rapidi il contratto di filiera

Tipo: 

  • News

“Adesioni altissime, da nord a sud, fino al 100% nei centri e nei magazzini di distribuzione e spedizione delle merci, agli ingressi di porti e degli interporti con lunghe file di camion, nelle filiali dei corrieri espressi”. E’ quanto riferisce la Filt Cgil in merito allo sciopero generale nel settore dell’autotrasporto, della logistica, delle spedizioni proclamato unitariamente a Fit Cisl e Uiltrasporti “per il rinnovo del contratto nazionale unico di settore”.

L’adesione allo sciopero nella nostra regione oggi è stato del 90% nei corrieri e la Filt in Veneto esprime forte soddisfazione per i tanti autotrasportatori che hanno incrociato le braccia, soprattutto in Fercam. In tutte le provincie c’è stata una buona riuscita di presidi e volantinaggi come nel porto di Venezia (fermo oggi fino alle 17), all’interporto di Padova e Verona (proseguono fino a domani). Gli scioperanti hanno distribuito volantini ricevendo la solidarietà dei passanti e dei cittadini.

Logistica. Appalto a Tessera con DHL: accordo per nuovi diritti.

Tipo: 

  • Accordi

Oggi in aeroporto a Tessera, presso il cantiere Dhl lavorano più di 20 operatori della logistica, con una nuova prospettiva di vita e di occupazione. Infatti, oggi, in occasione dell'ennesimo cambio appalto che rappresenta quasi la normalità nell'ambito logistico, non solo gli addetti alla movimentazione della merce in aeroporto, per conto di Dhl, hanno ottenuto la sicurezza del posto di lavoro, ma hanno raggiunto tutta una serie di diritti frutto della lotta sindacale svolta dalla Filt sia in campo locale che nazionale e delle intese raggiunte con una committenza al passo coi diritti e coi tempi. Infatti, sono stati assunti con contratto a tempo indeterminato da una società, la GI ON BOARD, aggiudicataria dell'appalto di Tessera con DHL, come dipendenti diretti e non più soci di cooperativa che lasciavano sul piano dei diritti e del salario pezzi importanti come per esempio i primi tre giorni di malattia non pagati, le ore di lavoro scritte sul contratto di assunzione, ma quasi mai svolte appieno e di conseguenza una riduzione del salario.

Abbonamento a RSS - dipendenti diretti