ETF

Women in Rail: avviato il tavolo per l’accordo EU nel sett. ferroviario

Tipo: 

  • News

Le donne rappresentano meno del 20% della forza lavoro ferroviaria, molto al di sotto del tasso di partecipazione delle donne al mercato del lavoro (46%). Per alcune categorie professionali, questa cifra è persino inferiore. Il 16 ottobre 2019 la CER Community of European Railway and Infrastructure Companies, in rappresentanza dei datori di lavoro del settore ferroviario, e l’ETF European Transport Workers 'Federation, in rappresentanza dei lavoratori, hanno avviato i negoziati per un accordo a livello di UE volto a promuovere l'occupazione femminile nel settore.

Le compagnie ferroviarie e i sindacati sono convinti che la situazione dovrebbe essere cambiata per non perdere il prezioso contributo delle donne, promuovere la diversità sul posto di lavoro e infine avvicinare l'immagine del settore ferroviario a quella della società in cui viviamo.

Mobility Package: Il no dei conducenti e presidi in Veneto

Tipo: 

  • News

Manifestazioni e presidi in Veneto al porto di Venezia ed agli interporti di Padova, di Verona e la zona industriale di Vicenza sono annunciati per il 14 gennaio 2019 in occasione dello sciopero nazionale di 24 ore del trasporto merci. Iniziative anche davanti alle stazioni di autobus si terranno il 21 gennaio in concomitanza con lo sciopero nazionale (4 ore) degli autisti del trasporto pubblico locale. Entrambe le vertenze riguardano provvedimenti su cui il parlamento europeo è chiamato a deliberare a breve. Ieri 10 gennaio la Commissione Trasporti del Parlamento Europeo ha votato le proposte contenute nel Mobility Package.

Ryanair: nuovo stop alla trattativa

Tipo: 

  • News

Fumata nera nella trattativa tra sindacati irlandesi e compagnia aerea. L’intesa è essenziale per risolvere le dispute in tutta Europa. C'è il rischio di nuovi scioperi in Germania, Belgio, Svezia e Olanda a settembre, dopo lo stop del 10 agosto scorso. Il dialogo tra i sindacati irlandesi dei piloti e i vertici Ryanair ha subito una nuova, inattesa battuta di arresto il 19 agosto scorso. Secondo quanto ha riportato l'agenzia Bloomberg, tra l’altro, il negoziato, che sembrava a un passo dalla soluzione, non riprenderà prima della prossima settimana, anche se ancora non è stato fissata alcuna data.

Di conseguenza anche i sindacati di Germania, Belgio, Svezia e Olanda sono sul piede di guerra per le condizioni di lavoro imposte dal vettore e hanno già proclamato e messo in atto una serie di scioperi che ne ha fortemente penalizzato l'attività estiva. L'ultimo sciopero, indetto il 10 agosto, ha lasciato a terra 400 aerei.

Ryanair: sciopero piloti in Europa

Tipo: 

  • News

Si fermano ancora i piloti Ryanair. Non in Italia, dove la normativa impedisce di scioperare fino al primo settembre, ma in altri 5 importanti paesi dell'Ue: Irlanda, Svezia, Belgio, Olanda e Germania. Le richieste però sono le stesse dello sciopero effettuato anche nel nostro paese a fine luglio e cioè migliori condizioni contrattuali e retribuzioni più elevate. Le dimensioni di questa nuova protesta saranno molto consistenti, con la cancellazione di quasi 400 voli (250 da e per la Germania e 146 negli altri paesi) su 2.400 voli in Europa, con circa 55mila passeggeri coinvolti. "Avremmo aderito volentieri allo sciopero europeo di domani - spiega Fabrizio Cuscito, coordinatore nazionale del trasporto aereo della Filt Cgil - ma è stato comunque un successo enorme". La richiesta dei sindacati - sottolinea Cuscito - è di avere "per tutti i piloti Ryanair, che in parte sono assunti da agenzie interinali, il medesimo contratto collettivo; inoltre, diritti in materia di welfare e la libertà di potersi iscrivere al sindacato".

Trasporto stradale, Pacchetto Mobilità: il NO dei Parlamentari EU

Tipo: 

  • News

Nella giornata di ieri la Commissione Occupazione e Affari Sociali del Parlamento Europeo ha discusso le proposte contenute nel Mobility Package, votando a favore di una retribuzione equa, di norme rigorose sul cabotaggio e di un’adeguata distribuzione dei tempi di riposo, sostenendo il divieto di trascorrere il riposo settimanale all’interno dei veicoli (Vedi i volantini allegati)

Si tratta di un primo ma importante risultato su temi per i quali ETF e Filt-Cgil stanno portando avanti la loro mobilitazione nell’ambito della “Fair Transport Europe Campaign”.

Sicurezza Stradale: No alla modifica dei Tempi di Guida e di Riposo degli autisti

Tipo: 

  • News

Comunicato ai lavoratori e all’utenza del servizio di trasporto su autobus. In questa settimana sono in discussione al Parlamento Europeo le modifiche contenute nel pacchetto mobilità che prevedono importanti peggioramenti delle condizioni di guida e di riposo dei conducenti professionisti.  Le modifiche proposte dalla Commissione Europea al Regolamento (EU) 561 del 2006 peggiorando notevolmente le condizioni di lavoro dei conducenti di autobus, prevedono solo due giorni di riposo ogni 20 giorni di guida, abrogando le norme attuali, secondo le quali sono previsti un minimo di 3 giorni di riposo in due settimane di lavoro.

Tutele autisti: presidio al MIT

Tipo: 

  • News

Nonostante le avverse condizioni climatiche e i disagi dovuti alla congestione viaria e ferroviaria, il presidio presso il MIT ha avuto uno straordinario successo di partecipazione, visibilità e riscontro nel confronto con il Ministero. Ciò, in primo luogo, grazie alla tenacia ed alla caparbia presenza dei delegati e dei funzionari della FILT, da tantissime zone del paese. Tutti uniti a salvaguardare le condizioni di vita e di lavoro del personale viaggiante, contro le pericolose incursioni in campo europeo che vorrebbero vedere ampliati i tempi di guida e ristretti quelli di riposo, per un trattamento economico e normativo uguale per il lavoro svolto all'interno di ogni stato, contro il dumping sociale e contrattuale, per l'ampliamento dei controlli a tutela della legalità, contro il riposo a bordo e per la tutela della sicurezza del personale viaggiante e di tutti i cittadini.

Autotrasporto: anche gli autisti veneti dicono no alle ipotesi della CE  

Tipo: 

  • News

“Vediamo purtroppo ancora molti autisti del Veneto bivaccare i sabati e le domeniche e di notte nei nostri pochi parcheggi attrezzati delle autostrade. Una normale e dignitosa condizione lavorativa che permetta di fare i riposi non in cabina di guida, ma in strutture adeguate e attrezzate è la nostra principale richiesta, anche perché la mancanza di un corretto riposo può avere un impatto diretto sulla sicurezza delle nostre strade. La liberalizzazione delle leggi sul distacco internazionale sotto i tre giorni permetterà ulteriori drammatiche perdite di occupazione per gli autisti e di lavoro per le imprese venete.

Trasporto Aereo: diritto di sciopero Controllori del Traffico Aereo

Tipo: 

  • News

Quasi 70 rappresentanti sindacali di tutta Europa affiliati al Coordinamento sindacale dei controllori del traffico aereo (ATCEUC) e alla Federazione europea dei lavoratori dei trasporti (ETF) si sono riuniti oggi a Bruxelles per discutere ulteriori passi nella loro campagna “Our Rights – Your Safety”, la difesa del diritto di sciopero del personale di gestione del traffico aereo europeo (ATM).

La Commissione europea ha pubblicato nel 2017 la comunicazione "Aviation: Open and Connected Europe (COM 2017) 286 final", raccomandando che gli Stati membri introducano politiche che limitano il diritto di sciopero del personale ATM.

La comunicazione viola in modo significativo la sovranità nazionale degli Stati membri, contraddice i trattati dell'UE e viola i diritti fondamentali dei lavoratori del settore in Europa.

Pagine

Abbonamento a RSS - ETF