filt cgil

Ryanair: illecito scegliere unilateralmente sindacati

Tipo: 

  • News

“E’ illecita la condotta di Ryanair che sceglie unilateralmente gli interlocutori sindacali a lei più graditi, a prescindere dalla reale rappresentanza”. E’ quanto riferiscono Filt Cgil e Uiltrasporti sulla sentenza del giudice del lavoro di Busto Arsizio, spiegando che “è stato accolto un nostro ulteriore ricorso contro i comportamenti antisindacali tenuti dalla compagnia irlandese, a danno dei lavoratori e delle organizzazioni sindacali”.

RSU-RLS SVT Vicenza: la Filt è il 1° sindacato!

Tipo: 

  • News

Grande soddisfazione per la Filt Cgil Vicentina che, nelle elezioni della RSU e RLS che si sono svolte il 29-30 ottobre 2019, torna ad essere il primo sindacato nella più grande azienda di Trasporto Pubblico Locale di Vicenza “SVT srl” Società Vicentina Trasporti. Il consenso dato ai candidati della lista Filt Cgil è di 128 preferenze pari al 30,7%, con un forte vantaggio rispetto alle altre organizzazioni sindacali. Risultato dovuto dopo anni di impegno, serietà e coerenza dei nostri RSU e RLS uscenti.

Ryanair ancora condannata per comportamento antisindacale

Tipo: 

  • News

“Anche il tribunale di Roma, dopo quelli di Bergamo e di Busto Arsizio, ha condannato il comportamento antisindacale di Ryanair”. Ne dà notizia la Filt Cgil, spiegando che “questa nuova sentenza rappresenta un’altra vittoria importante per i dipendenti della compagnia irlandese che hanno la base di lavoro nel nostro paese, a cui non è concessa la libertà di scegliere il proprio sindacato”.

Rider: decreto deludente. Sì al ccnl Logistica

Tipo: 

  • Documenti

“E’ negativo il nostro giudizio sulle norme per i rider, contenute nel decreto misure urgenti per la tutela del lavoro e per la risoluzione delle crisi aziendali”. Ad affermarlo il segretario nazionale della Filt Cgil Michele De Rose, spiegando che “le misure introdotte attraverso l’intervento legislativo sono deludenti ed insufficienti, mancando del coraggio necessario per imporre una svolta al lavoro dei ciclofattorini”.
“Nel decreto – spiega il dirigente sindacale della Filt Cgil – non ci sono infatti i necessari riferimenti al divieto di cottimo, al diritto alla disconnessione e non sono presenti le tutele sindacali, il riposo, un orario minimo garantito e un compenso dignitoso.

Anche alla luce di queste lacune per noi l’unico modo per assicurare tutele e riconoscere diritti ai rider rimane il contratto nazionale della logistica. La strada – spiega De Rose – recentemente è stata tracciata dal primo accordo territoriale di secondo livello, sottoscritto lo scorso maggio a Firenze, che disciplina, di concerto con le piattaforme, il lavoro dei rider. Una richiesta di riconoscimento di diritti e tutele che – afferma infine il dirigente sindacale – abbiamo registrato anche in tutte le città, da nord a sud, che abbiamo attraversato con gli appuntamenti della campagna ‘No easy riders’, promossa dalla Cgil”.

Ryanair dovrà risarcire 50 mila € per discriminazione

Tipo: 

  • News

“Condannata nuovamente Ryanair, questa volta dalla Corte d’appello di Brescia”. Lo riferisce Fabrizio Cuscito, segretario nazionale della Filt Cgil, in merito al nuovo pronunciamento nei confronti della compagnia irlandese, a seguito di quanto aveva stabilito il Tribunale di Bergamo che “da oltre un anno ha riconosciuto il comportamento discriminatorio nei confronti dei lavoratori che avevano rapporti con il sindacato”.

Trenitalia: la nota sindacale sul piano industriale 2019-23

Tipo: 

  • News

Il 19 giugno 2019 l’AD di Trenitalia ha illustrato alle Segreterie Nazionali il piano industriale 2019-2023 di Trenitalia. A fine riunione le Segreterie hanno prodotto un documento unitario (vedi allegato) Le linee guida del Piano Industriale di Trenitalia si sviluppa su cinque anni con una mole di investimenti di 10 miliardi di €, la maggior parte dei quali destinati al materiale rotabile, agli investimenti sugli impianti e sulla sicurezza. Per quanto riguarda il tema del personale, nell’arco di piano sono previste 3500 nuove assunzioni, di cui 1800 si concretizzeranno entro la fine del corrente anno. Assunzioni che entro il quinquennio potrebbero aumentare del 30%.

Sul tema del Trasporto Regionale, ad oggi vi sono 6 regioni che ancora non hanno firmato il rinnovo del Contratto di Servizio.

TPL: servono mezzi pubblici innovativi e sostenibili

Tipo: 

  • News

“Più risorse nell’ambito del Fondo investimenti per il rinnovo del parco mezzi e ripristino dei 300 mln del Fondo nazionale trasporti nella legge di assestamento al bilancio”. Lo chiede la Filt Cgil per il trasporto pubblico locale, in merito alle misure per la lotta all’inquinamento atmosferico e alle procedure di infrazione aperte dall’Unione Europa nei confronti dell’Italia, sottolineando che “i trasporti sono uno degli indici di pressione ambientale più forti nelle città”.
Per la Filt Cgil “un trasporto pubblico locale con mezzi innovativi e sostenibili rappresenta una risposta ad una cultura ambientale ed a come noi governiamo l’ambiente che diventa fondamentale come tema democratico del rapporto con i cittadini”.

29 maggio 2019

 

TPL: incontro al MIT, servono più impegni del ministero

Tipo: 

  • News

“Abbiamo preso atto dell’attenzione e dell’apertura al confronto da parte del Ministero, delle azioni messe in campo e abbiamo ribadito la necessità di un confronto politico, attraverso una prossima convocazione, sugli impegni presi per il settore”. Lo afferma la Filt Cgil sull’incontro avuto, unitariamente a Fit Cisl, Uiltrasporti, Faisa Cisal e Ugl Fna, con i rappresentati del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti sulle problematiche del trasporto pubblico locale, a seguito del presidio dei lavoratori del settore. “Sul taglio dei 300 milioni ai finanziamenti al settore – spiega la Federazione dei Trasporti della Cgil – abbiamo ribadito la necessità della stabilizzazione del Fondo nazionale trasporti e ricordato l’impegno politico a trovare la copertura nella legge di assestamento al bilancio entro il mese di luglio”.
“Sul tema della sicurezza – riporta infine la Filt – il Mit ci ha riferito che sta predisponendo una sede interministeriale permanente di confronto per contrastare il fenomeno sempre frequente delle aggressioni al personale”.

Filt Cgil: 27 e 28 novembre 2018 a Milano XI Congresso nazionale

Tipo: 

  • News

 Si aperto a Milano il 27 novembre 2018 l’XI Congresso nazionale della Filt Cgil che prosegue fino a domani con l’intervento conclusivo del segretario confederale della Cgil, Vincenzo Colla. Al termine dei lavori congressuali sarà convocata l’Assemblea generale che eleggerà il nuovo segretario generale della Federazione.
Nel corso della prima giornata è intervenuta, la segretaria generale della Cgil Susanna Camusso per la commemorazione del segretario generale della Filt Alessandro Rocchi, recentemente scomparso, ricordandolo come “un dirigente sindacale di poche parole, ma sempre attento al merito delle questioni economico sindacali della confederazione e della sua categoria che ha seguito fino all’ultimo”.
Al congresso come ospiti sono intervenuti anche il Presidente ETF – Federazione Europea dei Trasporti, Frank Moreels, Segretario Generale ETF, Eduardo Chagas, l’Assessore al Lavoro del Comune di Milano, Cristina Tajani, il segretario generale aggiunto della Fit Cisl Salvatore Pellecchia ed il segretario generale della Uiltrasporti Claudio Tarlazzi.

Filt Cgil in lutto. Scomparso il Segr. Gen. A.Rocchi. Un ricordo della Filt Veneto

Tipo: 

  • News

È venuto a mancare ieri 4 novembre 2018 a 58 anni, dopo una breve malattia, Alessandro Rocchi segretario generale della Filt nazionale che ha diretto la categoria anche nel Veneto dal 2003 al 2008. La Cgil e la Filt del Veneto sono profondamente addolorate per la scomparsa di un compagno ed un amico intelligente ed attento che ha dato un indiscutibile e prezioso contributo alla vita del sindacato nella regione.

Nato nel 1960, romano, dopo una breve esperienza da disegnatore meccanico presso una società privata di costruzioni civili, nel 1981 Rocchi viene assunto, per concorso pubblico, dalle Ferrovie dello Stato. Si iscrive alla Cgil nel 1985. Prima delegato dei macchinisti del Deposito locomotive Roma San Lorenzo, poi, dal 1988 al 1991, nel coordinamento sindacale del settore ferrovieri della Filt Lazio.

Dal 1992 al 2002 svolge la sua attività sindacale presso la Filt nazionale, occupandosi del settore ferrovieri.

Pagine

Abbonamento a RSS - filt cgil