filt veneto

I Rider devono essere considerati lavoratori subordinati.

Tipo: 

  • News

“Bene abbiamo fatto a prevedere e inserire, lo scorso dicembre, la figura del rider nel rinnovo del contratto collettivo nazionale della logistica, trasporto merci e spedizione”, così dichiarano Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uiltrasporti. “Per noi è evidente che i rider sono una figura sempre più importante nel settore, per cui devono avere certezze retributive, di organizzazione del lavoro e di salute e sicurezza. Da ciò deriva anche che dovranno essere riconosciuti come lavoratori subordinati, sebbene siano una figura innovativa e con modalità e strumenti di lavoro non tradizionali. Stiamo lavorando con l’ambizione di poter rappresentare al meglio questa realtà nel nostro contratto nazionale, proprio perché va contemperato il processo innovativo con le difficoltà oggettive che i rider incontrano e con le tutele a cui hanno diritto”.  "Il ccnl logistica/merci - afferma Renzo Varagnolo Segretario Generale Filt Veneto - regolamenta e da diritti ai rider al pari dei driver che consegnano pacchi attraverso appalti con committenti del settore.

Autotrasporto: la formazione favorisce migliori condizioni di lavoro e sicurezza

Tipo: 

  • News

“Un importante aggiornamento tecnico non solo sull‟utilizzo del cronotachigrafo, ma in generale su tematiche come i tempi di guida e riposo, la sicurezza stradale e la normativa sociale”. E‟ quanto riferisce la segretaria nazionale della Filt Cgil Giulia Guida sul seminario nazionale per delegati della Filt Cgil su 'Cronotaghigrafo, sicurezza e normativa sociale' che si è tenuto nelle giornate di lunedì e ieri e che ha visto gli interventi di Roberto Parillo, presidente sezione Trasporto su Strada dell‟ETF - Federazione Europea dei Trasporti, di Silvio Faggi, vice Presidente Albo Autotrasporto e di Giuseppina della Pepa, Segretaria Generale di Anita, oltreché di 60 delegati provenienti da tutta Italia.

Autotrasporto: vietato il riposo settimanale nel veicolo

Tipo: 

  • News

“Da anni denunciamo le difficoltà dei lavoratori, in termini di carichi di lavoro, di sicurezza stradale, di inadeguatezza delle infrastrutture e di concorrenza sleale”. E’ quanto afferma la segretaria nazionale della Filt Cgil Giulia Guida sulla sentenza della Corte di giustizia Ue che conferma il divieto per conducenti di pulman e di camion di trascorrere i loro periodi di riposo settimanali nei veicoli, sottolineando che “finalmente arriva un pronunciamento autorevole che può aiutare a contrastare l’utilizzo distorto di pratiche come il distacco transnazionale che crea condizioni inaccettabili per gli autisti e di sicurezza per tutti gli utenti della strada”.

Attivo Filt. Vogliamo il CCNL unico Merci Logistica

Tipo: 

  • News

Il Veneto, assieme a Emilia Romagna e Lombardia in questi anni è stato sul fronte di una battaglia sui diritti dei lavoratori della Logistica, gestendo situazioni durissime di scontro con la parte datoriale. Come Filt Veneto abbiamo lottato spesso contro committenti di altri settori come la Grande Distribuzione, l’Alimentazione e l’industria, che hanno costruito un modello che, scaricando sui più deboli e sfruttando oltre ogni limite i lavoratori soprattutto migranti, ha permesso loro di arricchirsi, di generare un mercato distorto, illegale e totalmente deregolamentato, dove spesso l’organizzazione e la gestione dei magazzini veniva lasciata a gruppi etnici, a cooperative spurie e illegali, a piccole imprese senza nessuna capacità imprenditoriale.

Pagine

Abbonamento a RSS - filt veneto