filt veneto

Dialogo sociale EU nel ferroviario: serve un approccio più negoziale

Tipo: 

  • News

La riunione del Comitato Guida (Steering Committe) della sezione ferrovieri ETF del 25 maggio scorso aveva l’obiettivo di condividere le decisioni riguardanti il rilancio del dialogo sociale europeo del settore, anche a seguito della partecipazione ETF all’incontro CER dei direttori delle Risorse Umane, tenutosi a Napoli a fine aprile. A quell’incontro che si riteneva importante per la prosecuzione del dialogo con la controparte ha partecipato, oltre al segretariato ETF rail, la vicepresidente (FILT) della sezione ferrovieri ETF in rappresentanza del presidente, assente per altri impegni. Nell’incontro di Napoli l’ETF ha evidenziato come il rilancio del dialogo sociale europeo potrebbe essere più efficace provando ad affrontare insieme, dirigenti e organizzazioni sindacali, le sfide che l’intreccio tra la crisi economico-finanziaria, la ristrutturazione delle imprese e l’apertura del mercato dovuta alla liberalizzazione pone alle aziende ferroviarie e ai lavoratori del settore. Per questo il rilancio del dialogo sociale europeo, sul quale CER ed ETF stanno lavorando ormai da più di un anno, necessita ora di un’accelerazione. 

Alitalia: Filt diffida a non a stravolgere ccnl

Tipo: 

  • News

“Respingiamo la volontà di Alitalia di stravolgere ed annullare il contratto nazionale”. E’ quanto afferma il segretario nazionale della Filt Cgil Nino Cortorillo, in merito alla lettera di diffida inviata ad Alitalia ed Assaereo ad interrompere iniziative unilaterali su contratto ed accordi, spiegando che “l’intenzione di Alitalia di passare dal 1 marzo dal contratto nazionale a un regolamento aziendale è una provocazione a cui le Federazioni nazionali dei trasporti, Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti e Ugl Trasporto Aereo, hanno risposto diffidando l’azienda dal decidere in via unilaterale su norme pattizie”. “Questo – aggiunge il dirigente nazionale della Filt – mentre l’assenza di un piano industriale fa sorgere ogni dubbio sulle reali volontà degli azionisti”. Secondo Cortorillo infine “chi gioca ad alzare la tensione farebbe bene ad impegnarsi nella soluzione delle troppe criticità emerse nei conti e negli sprechi aziendali”. 13 febbraio 2017

Veneto Strade: urgente tavolo regionale. Lavoratori pronti alla mobilitazione.

Tipo: 

  • News

Lavoratori sul piede di guerra a fronte della vicenda di Veneto Strade, la società di manutenzione e gestione della rete viaria partecipata dalle Province (50%) e dalla Regione (30%), in forti difficoltà di sostenibilità finanziaria, a fronte della mancata copertura economica da parte delle Province. La situazione più critica riguarda la provincia di Belluno dove sono occupati i due terzi dei circa 300 lavoratori e dove la gestione della rete stradale è particolarmente delicata per la morfologia del territorio e le condizioni climatiche (vedi comunicato in allegato). “Dal primo di marzo – riferisce Federica Vedova, Segretaria regionale della Filt Cgil – non sappiamo come la società potrà far fronte al pagamento delle retribuzioni e nemmeno come verrà garantita la stessa operatività aziendale.

In questi mesi abbiamo assistito ad un balletto di ipotesi contrastanti da parte di diversi soggetti, mentre nei fatti nessuna soluzione concreta è all’orizzonte. I tempi stringono, i lavoratori sono fortemente preoccupati ed il Veneto produttivo e turistico ha necessità di strade sicure e di una rete efficiente, possibili solo a fronte di una manutenzione ed una cura che solo una società con la struttura e le dimensioni di Veneto Strade può garantire.  

Anas: inclusione e partecipazione per il nuovo ccnl

Tipo: 

  • Contratti

“Agisce e fornisce risposte su un’ampia tastiera di materie e offre una prospettiva ad interessanti sviluppi di unificazione del lavoro che opera nella viabilità”. Così il segretario generale della Filt Cgil Alessandro Rocchi sul rinnovo del Ccnl Anas. “E’ un risultato importante – aggiunge la segretaria nazionale della Filt Tatiana Fazi - “perché interessa i 6 mila dipendenti dell’intero Gruppo ed arriva dopo 7 anni di blocco della contrattazione per le società pubbliche e per tutto il pubblico impiego. Ora l’allineamento al 2018 della scadenza di questo CCNL con quello delle Autostrade conferma la prospettiva di unificazione, già dal prossimo rinnovo, nel contratto unico della viabilità”.

Pagine

Abbonamento a RSS - filt veneto