Firenze

Rider: decreto deludente. Sì al ccnl Logistica

Tipo: 

  • Documenti

“E’ negativo il nostro giudizio sulle norme per i rider, contenute nel decreto misure urgenti per la tutela del lavoro e per la risoluzione delle crisi aziendali”. Ad affermarlo il segretario nazionale della Filt Cgil Michele De Rose, spiegando che “le misure introdotte attraverso l’intervento legislativo sono deludenti ed insufficienti, mancando del coraggio necessario per imporre una svolta al lavoro dei ciclofattorini”.
“Nel decreto – spiega il dirigente sindacale della Filt Cgil – non ci sono infatti i necessari riferimenti al divieto di cottimo, al diritto alla disconnessione e non sono presenti le tutele sindacali, il riposo, un orario minimo garantito e un compenso dignitoso.

Anche alla luce di queste lacune per noi l’unico modo per assicurare tutele e riconoscere diritti ai rider rimane il contratto nazionale della logistica. La strada – spiega De Rose – recentemente è stata tracciata dal primo accordo territoriale di secondo livello, sottoscritto lo scorso maggio a Firenze, che disciplina, di concerto con le piattaforme, il lavoro dei rider. Una richiesta di riconoscimento di diritti e tutele che – afferma infine il dirigente sindacale – abbiamo registrato anche in tutte le città, da nord a sud, che abbiamo attraversato con gli appuntamenti della campagna ‘No easy riders’, promossa dalla Cgil”.

Sicurezza: feriti tre operai di una ditta esterna che eseguiva manutenzione per Ferrovie

Tipo: 

  • News

Tre operai sono rimasti feriti nella notte a Firenze dopo che un treno merci in transito ha urtato la piattaforma su rotaia da cui stavano eseguendo lavori di manutenzione con una scala motorizzata. È accaduto poco dopo la mezzanotte nella galleria ferroviaria Pellegrino, fra le stazioni di Campo Marte e Statuto. L'urto ha sbalzato sulla massicciata i tre uomini che sono stati soccorsi dai Vigili del fuoco e consegnati al personale del 118 che li ha stabilizzati e immobilizzati prima di trasferirli al pronto soccorso. A quanto si apprende, le loro condizioni non sono gravi, ma la linea ferroviaria di 'cintura' tra le stazioni di Firenze è rimasta chiusa per tutta la notte e soltanto alle 6 è stato riaperto un binario. Sul posto è arrivata la scientifica della Polizia di Stato e Polfer e personale Rfi per eseguire i rilievi.

Ryanair: inaccettabile attaccare i diritti dei dipendenti

Tipo: 

  • News

“La condotta della compagnia aerea Ryanair è palesemente antisindacale”. Lo affermano in una nota congiunta il segretario confederale Cgil, Vincenzo Colla, ed il segretario generale della Filt-Cgil, Alessandro Rocchi che informano di aver presentato il 14 dicembre 2017 “una precisa istanza alla Commissione di garanzia per il diritto di sciopero con la richiesta di avvio della procedura di valutazione della compagnia aerea”. Colla e Rocchi fanno rilevare che “la legge che disciplina l’esercizio del diritto di sciopero – la 146 del 90 – contiene degli obblighi che le imprese devono rispettare: obblighi che prevedono di concordare, mediante contratti collettivi le prestazioni indispensabili, gli obblighi di informazione all’utenza, l’obbligo delle procedure di raffreddamento”.
Da ciò la richiesta alla Commissione di avviare “apposito procedimento di valutazione per irrogazioni della sanzioni previste dalla legge 146/90 nei confronti di Ryanair, e di produrre conseguente delibera che indichi alla compagnia a desistere dal comportamento non conforme alle leggi italiane”.
La Cgil e la Filt chiedono inoltre alla stessa Commissione di essere convocati in audizione.

Busitalia: sottoscritto contratto collettivo aziendale

Tipo: 

  • News

Mercoledì 18 febbraio 2015, dopo 18 mesi di trattative, oltre 35 incontri è stato firmato l'accordo aziendale di Busitalia. Questo accordo partito inizialmente con  l'obiettivo di armonizzare i trattamenti economico-normativi dei 4 impianti di Padova, Rovigo, Firenze e San Sepolcro è  partito dagli accordi in vigore in questi territori, cercando di armonizzarli e per quanto possibile migliorarli. Gli articoli sono stati completamente riscritti. Nel corso degli incontri si è anche convenuto di inserire due articoli  per regolare nuove acquisizioni per gare o acquisto di ramo d'azienda da parte di Busitalia e introdurre alcuni paletti normativi per quel che riguarda l'organizzazione del trasporto urbano, finora assente nella gestione Busitalia (Rovigo l'urbano viene gestito con normativa extraurbana perché i turni sono misti, mentre ATAF è ancora gestito separatamente). Tante parti sono nuove, dalle relazioni sindacali, libertà sindacali, pari opportunità, welfare aziendale, mensa, premio di risultato, regolamento per le RSU ecc. La trattativa non è stata semplice a causa dell'atteggiamento abbastanza ostico di Busitalia, rafforzato anche dalla situazione difficile che attraversa il trasporto pubblico. Complessivamente è un accordo buono perché norma compiutamente tutte le questioni. La parte carente riguarda l'organizzazione del servizio urbano, comprese la carenza di specifiche indennità che a mano a mano che si implementerà questo servizio occorrerà correggere.

Consorzio Gesconet: rettifica.

Tipo: 

  • News

A correzione del comunicato “Consorzio Gesconet: nessuna Sorpresa” pubblicato su queste pagine  il 30 ottobre scorso nella notizia dal titolo “Consorzio Gesconet. Cambiare la legislazione su appalti e fisco” si precisa che la Santa Cristina Soc. Coop. con sede in Firenze è del tutto estranea a questa vicenda e non ha mai fatto parte del Consorzio citato. Pertanto il testo, su questo punto, era stato rettificato e immediatamente rimosso, nella stessa mattinata, dal sito della federazione. Filt Veneto

Vedi al link: http://www.filt.veneto.cgil.it/content/consorzio-gesconet-cambiare-la-le...

Abbonamento a RSS - Firenze