fs

Alitalia: servono risposte rapide o scadrà la cassa integrazione

Tipo: 

  • News

Sono vari i quotidiani che tornano oggi a parlare di Alitalia. Riprendiamo la notizia sulle pagine di Roma del Messaggero (servizio di Michele Di Branco, p. 16). Alitalia, corsa contro il tempo. I commissari straordinari della compagnia di bandiera hanno convocato i sindacati, per un incontro informale per fare il punto sull'offerta vincolante e il piano industriale che la cordata formata da Fs, Atlantia, Mef e Delta deve presentare entro la scadenza del 15 settembre. Il ministro dello Sviluppo economico, Luigi Di Maio, prima dell'apertura della crisi, aveva assicurato che il governo avrebbe «seguito la scrittura del piano, che deve essere sul lungo raggio ma, soprattutto, non deve sacrificare l'occupazione».

Filt Cgil in lutto. Scomparso il Segr. Gen. A.Rocchi. Un ricordo della Filt Veneto

Tipo: 

  • News

È venuto a mancare ieri 4 novembre 2018 a 58 anni, dopo una breve malattia, Alessandro Rocchi segretario generale della Filt nazionale che ha diretto la categoria anche nel Veneto dal 2003 al 2008. La Cgil e la Filt del Veneto sono profondamente addolorate per la scomparsa di un compagno ed un amico intelligente ed attento che ha dato un indiscutibile e prezioso contributo alla vita del sindacato nella regione.

Nato nel 1960, romano, dopo una breve esperienza da disegnatore meccanico presso una società privata di costruzioni civili, nel 1981 Rocchi viene assunto, per concorso pubblico, dalle Ferrovie dello Stato. Si iscrive alla Cgil nel 1985. Prima delegato dei macchinisti del Deposito locomotive Roma San Lorenzo, poi, dal 1988 al 1991, nel coordinamento sindacale del settore ferrovieri della Filt Lazio.

Dal 1992 al 2002 svolge la sua attività sindacale presso la Filt nazionale, occupandosi del settore ferrovieri.

FS servizi ferroviari in appalto. A rischio 2 mila addetti: sciopero 24-9

Tipo: 

  • News

Stop a pulizia stazioni, treni e servizi accessori, ristorazione, pulizia a bordo e accompagnamento notte. “Il prossimo 24 settembre, dopo quello dello scorso 20 luglio, si terrà, per l’intero turno di lavoro, il secondo sciopero nazionale del personale dipendente delle aziende che operano nel settore degli appalti ferroviari del Gruppo FS Italiane”. A proclamare la protesta sono unitariamente Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Ugl TAF e Fast Confsal denunciando che “a causa all’esaurimento degli ammortizzatori sociali sono a rischio esubero oltre 2 mila addetti su 10 mila totali, impiegati nei servizi ferroviari prevalentemente in appalto di pulizia treni, stazioni e servizi accessori, di ristorazione e pulizia a bordo treno e di accompagnamento notte”.
“Al Ministero del Lavoro – spiegano le organizzazioni sindacali – a cui abbiamo più volte richiesto di intervenire, spetta il compito di risolvere la questione degli ammortizzatori in scadenza e della validazione delle tabelle del costo del lavoro convenute tra le parti”.

FS: bene focalizzare piano industriale sui PENDOLARI. Chiesto incontro

Tipo: 

  • News

“Bene focalizzare sul trasporto ferroviario regionale dei pendolari”. Così il segretario nazionale della Filt Cgil Michele De Rose sull’intervista al Sole 24 Ore del nuovo amministratore del Gruppo FS Italiane, Gianfranco Battisti, aggiungendo che “ci aspettiamo di essere convocati per affrontare i temi presenti nel nuovo piano”. “Da ciò che è stato anticipato – prosegue il dirigente sindacale della Filt – condividiamo la continuità nel piano di investimenti sulle infrastrutture e sui nuovi treni, così come previsto dal piano Connettere l’Italia.

Inoltre, come chiedevamo, apprezziamo l’intenzione di puntare meno sulle acquisizioni non strettamente collegate al core business, cercando invece di valorizzare le risorse interne e la professionalità dei ferrovieri, anche attraverso il riconoscimento del premio di risultato 2018 e l’avvio del confronto per il rinnovo del contratto della Mobilità. In merito al tema delle alleanze strategiche nelle diverse modalità di trasporto – osserva infine De Rose – serve da parte del Governo un intervento per mettere FS nella condizione di fare chiarezza”

Trenitalia Reg.le Veneto: revoca sciopero equipaggi

Tipo: 

  • News

Il 1 febbraio 2018 le Organizzazioni Sindacali del Veneto si sono incontrate con Trenitalia sui temi legati allo sciopero dichiarato per domenica 4 febbraio. È stato siglato un verbale d’accordo con l’Azienda con la convinzione di riuscire ad ottenere per il Personale di Macchina e Bordo del Veneto delle condizioni di lavoro migliori, per questo lo sciopero del 4 febbraio è stato revocato.

FSI: Modello organizzativo e quotazione “Frecce”

Tipo: 

  • News

Le Segreterie Nazionali hanno espresso il proprio dissenso sull’ipotesi di societarizzazione del segmento Frecce e hanno richiesto all’AD di Gruppo FSI, cosi come previsto dal CCNL vigente, la convocazione urgente della “Sede di Partecipazione e Consultazione”. I risultati positivi che il Gruppo FS Italiane (772 milioni di euro) ha conseguito anche nel 2016, sono il frutto delle riorganizzazioni e degli accordi sindacali che ci sono stati negli ultimi anni. Sempre grazie a tali elementi è stato possibile distribuire, negli ultimi anni, significativi dividendi all’azionista e la scelta, da parte del governo, di creare una sinergia industriale fra il FSI e l’Anas attraverso l’integrazione/fusione fra le due società conferma la volontà degli azionisti di rafforzare ulteriormente la centralità di un gruppo integrato qual’è quello di FSI. Se le ipotesi del vertice del Gruppo FSI di revisione del modello organizzativo industriale di Trenitalia fossero attuate determinerebbero un aumento dei costi, disfunzioni organizzative e produttive con rischio di mettere in discussione gli attuali livelli occupazionali e di reddito.

Anas: incontro con il vertice, le preoccupazioni dei sindacati

Tipo: 

  • News

Martedì 11 aprile 2017 si è tenuto l’incontro programmato con il vertice Anas, richiesto dalle Organizzazioni Sindacali, per un esame congiunto sulle problematiche che investono le società regionali, in particolare CAS (Sicilia) e Veneto Strade, nel corso del quale sono stati svolti un confronto a tutto campo sulla condizione più generale di Anas, ed un riesame delle materie oggetto di trattativa. La riunione è iniziata con uno sguardo approfondito relativo ad ANAS in pieno cambiamento strutturale, con un approfondimento a tutte le questioni lasciate aperte dal recente rinnovo contrattuale, dal modello di esercizio al livello di servizio e alla riorganizzazione delle Macroaree. La prima importante novità riguarda lo sblocco delle assunzioni, in particolare per i profili tecnici ed ingegneristici.

ANAS: i primi temi di discussione del rinnovo ccnl

Tipo: 

  • News

Pubblichiamo il verbale di incontro sottoscritto il giorno 8 giugno 2016 tra le segreterie nazioni e Anas per esaminare le tematiche oggetto di confronto dell’attuale fase di rinnovo contrattuale. Le materie su cui si concorda di definire i primi contenuti riguardano il Mercato del lavoro e il Welfare aziendale. Si stabilisce inoltre di avviare i seguenti tavoli: bilateralità, pariteticità e tutele e retribuzione variabile che si svolgeranno il 15 e il 22 giugno. Verrà calendarizzato infine il confronto relativo alle relazioni industriali, alla classificazione del personale, all’organizzazione del lavoro e alla sicurezza sul lavoro. Il 22 giugno prossimo si terrà un incontro con il Presidente. Leggi tutto in allegato.

Treni MI-VE: Frecciarossa o Frecciabianca?

Tipo: 

  • News

La scelta commerciale compiuta da Trenitalia S.p.A. per la linea Milano-Venezia, da cui si prosegue per Trieste-Udine da un lato e Torino dall’altro, è stata quella di sostituire il materiale rotabile del Prodotto Freccia Bianca con materiale rotabile del Prodotto Freccia Rossa. Questa scelta risponde alla necessità, interna alle dinamiche di Trenitalia, di immettere i nuovi ETR 1000 che ampliano il parco rotabili in disponibilità al Prodotto Freccia Rossa, la conseguenza è quella di aumentare i treni Freccia Rossa nelle tratte laddove non era presente o era meno presente a scapito in questo caso di Freccia Bianca.

FONDO FS Proseguono gli incontri per definire regolamento e procedure

Tipo: 

  • News

Il 24 marzo 2016 sono proseguiti gli incontri fra FS e Segreterie Nazionali per definire: l'accordo di procedura che disciplina gli accessi al fondo di sostegno di FS, il cui regolamento risulta già approvato con Decreto Interministeriale di marzo 2015; un nuovo regolamento che recepisce la possibilità di introdurre alcune nuove prestazioni previste dal dlgs 148/2015, in materia di riordino degli ammortizzatori sociali. Nell'incontro è stato possibile approfondire l'analisi del testo relativo alle procedure per accedere agli strumenti previsti dal Decreto Interministeriale già in vigore, che prevede la possibilità di attivare i seguenti strumenti di gestione degli esuberi: riconversione professionale, riduzione o sospensione dell'orario di lavoro (a carico del fondo ordinario finanziato da azienda e lavoratori); accesso anticipato alla pensione (a carico del fondo straordinario finanziato solo dall'azienda). Durante il confronto, sono stati chiesti alcuni chiarimenti sui criteri di accesso alle diverse prestazioni in caso di parità nei requisiti previsti, chiedendo il rispetto delle norme di legge che tutelano i carichi familiari durante le procedure di esubero (L.223/91). Leggi tutto nell’allegato 

Pagine

Abbonamento a RSS - fs