lavoratrici

Anas: nuova fase di transizione. Presidio al MIT per sollecitare risposte

Tipo: 

  • News

Le segreterie nazionali hanno indetto per il 18 dicembre 2018 un presidio di delegati sindacali, lavoratrici e lavoratori Anas, presso il Ministero delle Infrastrutture e Trasporti, a Roma, per esprimere forte preoccupazione per la nuova fase di transizione e di incertezza che si prospetta per Anas e per sollecitare un incontro precedentemente richiesto.

Nella richiesta di incontro erano stati evidenziati i seguenti punti:

- conoscere le determinazioni e gli obiettivi fissati dal Ministero rispetto al futuro assetto di Anas Spa, in relazione a dichiarazioni, più volte rese agli organi di stampa, che prefigurano la prossima uscita della Società dal Gruppo FS, in assenza dell’indicazione di una nuova, diversa, collocazione;

FEDEX–TNT: sciopero per dire NO ai licenziamenti

Tipo: 

  • News

Iniziato dalla mezzanotte di giovedì 31 maggio e si protrarrà per 48 ore fino venerdì 1 giugno 2018 lo sciopero indetto da Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti alla Fedex-Tnt contro il piano di licenziamenti ed esternalizzazioni presentato dall’azienda: un gruppo con i bilanci in attivo che punta a tagliare i propri dipendenti e ad abbassare le condizioni di lavoro. Nel Veneto si stanno tenendo presidi davanti a tutte le sedi di Verona, Padova, Treviso, Venezia, e oggi 31 maggio, una delegazione di lavoratori e rappresentanti di Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti del Veneto sarà davanti a Palazzo Grandi Stazioni dove una delegazione incontrerà (alle 11,30) l’Unità di Crisi della Regione (vedi foto del presidio a Venezia, qui accanto).

Molestie: ok emendamento ma poco efficace senza sanzioni

Tipo: 

  • News

“L'emendamento contro le molestie sui luoghi di lavoro, approvato in via definitiva dalla Commissione Bilancio della Camera, è un passo avanti.” Lo afferma in una nota la Cgil. “Tuttavia per essere efficace deve essere accompagnato da un sistema sanzionatorio che colpisca chi non assicura condizioni di lavoro tali da garantire l'integrità fisica e morale delle lavoratrici e dei lavoratori”. “Al tempo stesso - aggiunge la Cgil - evidenziamo che la responsabilità rispetto all'applicazione della norma non può che essere in capo all'impresa, che ha il dovere di mantenere un ambiente di lavoro in cui sia pienamente rispettata la dignità di ognuna e di ognuno.”

“Come organizzazione sindacale - conclude la Cgil - continueremo le battaglie di questi anni per rafforzare le norme legislative e contrattuali finalizzate a combattere il fenomeno inaccettabile della violenza e delle molestie nei luoghi di lavoro, le cui dimensioni sono sempre più preoccupanti”.

HERTZ: piattaforma per la contrattazione di 2° livello

Tipo: 

  • News

Pubblichiamo la piattaforma del 16 ottobre 2017 che contiene la parte normativa e parte economica per la contrattazione di 2° livello Hertz 2017-2019 e che sarà presentata a lavoratrici e lavoratori, in attesa dell’inizio del confronto con l’azienda. Il rinnovo della contrattazione aziendale rappresenta un importante occasione per dare risposta alle aspettative ed ai bisogni delle lavoratrici e dei lavoratori e per consolidare e far crescere la presenza del sindacato nei luoghi di lavoro. Il miglioramento delle condizioni di lavoro e degli sviluppi professionali, l’allargamento dei diritti collettivi ed individuali, la salvaguardia del posto di lavoro, e la distribuzione di quote di incremento salariale legate al miglioramento delle performances aziendali sono i terreni di intervento privilegiati dalla contrattazione aziendale; tutto ciò – affrontato in un rapporto diretto e di partecipazione con le lavoratrici ed i lavoratori e in un contesto aziendale concreto e conosciuto – misurerà la nostra capacità di rappresentare i mutamenti intervenuti nelle aziende e bisogni vecchi e nuovi che esprimono le lavoratrici ed lavoratori.

Pagine

Abbonamento a RSS - lavoratrici