orari

Mondoconvenienza: sciopero driver per diritti, salario e orario

Tipo: 

  • News

La filt CGIL di Venezia esprime completa soddisfazione per la riuscita degli scioperi indetti contro Movimoda società in appalto per la distribuzione mondo Convenienza la committenza stessa. Ore 20:00 di giovedì 16 alle ore 24:00 di sabato 18 i drivers in appalto di Mondo Convenienza stanotte dal lavoro, con presidio e volantinaggio prima davanti al magazzino di Cazzago di Pianiga, poi stoicamente sabato mattina davanti allo showroom di Mondo Convenienza a Marcon nonostante la pioggia battente.

M. Landini augura: Buon primo maggio a tutte e tutti!

Tipo: 

  • News

La Festa dei lavoratori è una giornata importante non solo per il sindacato. Fin da quando è nata è stata contrassegnata dalla lotta per i diritti dei lavoratori, per unificare il mondo del lavoro, per ridurre le diseguaglianze, per emancipare chi lavora. Allora la rivendicazione fondamentale era quella della riduzione dell’orario: otto ore per lavorare, otto ore per riposare, otto ore per vivere. Era il tema dei tempi di vita e di lavoro, attuale allora come oggi.

Appalti: stop a sfruttamento lavoro nella logistica e facchinaggio

Tipo: 

  • News

“Oltre alla gestione delle emergenze, caso per caso, serve un intervento specifico della politica sul sistema degli appalti nel facchinaggio”. E’ quanto chiedono i segretari generali della Cgil, Susanna Camusso e della Filt nazionale, Franco Nasso sul sistema degli appalti alle cooperative nel settore del facchinaggio e della logistica, sottolineando che “sono numerosi i casi di appalto a cooperative che offrono servizi basati sul contenimento dei costi, realizzati attraverso lo sfruttamento del lavoro, con orari e salari che derivano dalla mancata applicazione del contratto di lavoro ed inoltre attraverso la messa in discussione della continuità occupazionale e contrattuale nei cambi di appalto”.

TNT: fermati i licenziamenti in Veneto

Tipo: 

  • Accordi

Nel drammatico quadro di esuberi dei lavoratori TNT, ormai in crisi da anni, è stato siglato il 23 giungo scorso, con le organizzazioni sindacali l’accordo nazionale dove abbiamo evitato 239 licenziamenti e aperto un percorso governato di mobilità volontarie e incentivate. Nel Veneto gli esuberi strutturali indicati dalla società erano 18 e nell’incontro di verifica della situazione al 20 ottobre 2015 abbiamo condiviso che le mobilità volontarie sono state sufficienti ai parametri dell’accordo, pertanto si può considerare chiusa la vertenza e dal 1 novembre termina anche l’utilizzo della cassa integrazione. La Filt Veneto ritiene di aver raggiunto un obiettivo importante nell’evitare i licenziamenti e permettere ai lavoratori di continuare ad operare in condizioni di normalità.

Abbonamento a RSS - orari