politica economica

Manovra 2019 non risolve povertà e lavoro. Intervista a S. Camusso

Tipo: 

  • News

Dopo le dichiarazioni molto critiche sulla manovra del governo che sono state espresse dai gruppi dirigenti dei sindacati confederali già prima di Natale, ieri il segretario generale Susanna Camusso è tornata a parlare delle scelte del governo su Repubblica con una intervista a cura di Luisa Grion.

Ora il governo potrà dire "abbiamo fatto", ma nella realtà, reddito di cittadinanza e Quota 100 incideranno poco sui due problemi che avrebbero dovuto affrontare: povertà e cancellazione della legge Fornero.

Ci siamo sui titoli, non sui contenuti e l'impostazione di fondo mi sembra superata, conservatrice». Susanna Camusso, leader della Cgil, premette che prima di dare il suo giudizio definitivo sulle misure vuol aspettare il testo ufficiale, ma nella bozza - precisa - ci sono incongruenze che «gridano vendetta».

Rocchi: permane il giudizio negativo sulla ‘manovrina’

Tipo: 

  • News

Riprendiamo l’editoriale di Alessandro Rocchi, Segretario Generale Filt-Cgil, pubblicato sul periodico NoStop di luglio 2017, appena uscito. In questo articolo, in sintesi, sulle questioni generali si rafforza la contrarietà della Cgil con la sostanziale ‘riesumazione’ dei voucher. Per quanto riguarda i trasporti, il percorso parlamentare ha sostanzialmente confermato l’impianto originario, con l’eccezione dell’intervento, nel Tpl, sul Regio Decreto 148 del 1931 con la proposizione di un emendamento che ‘abroga l’abrogazione’ del RD e tramuta in legge la clausola sociale, occupazionale e contrattuale concordata col Ministero. 

Il governo continua a sbagliare la politica economica”. Intervista a S. Camusso

Susanna Camusso, segretario generale della Cgil, ha cominciato dai gazebo di piazza San Babila a Milano la campagna per la raccolta delle firme per la legge di iniziativa popolare per il nuovo Statuto dei lavoratori e per i referendum abrogativi di alcune parti del Jobs act, delle norme sui voucher e sugli appalti. Dopo più di quarantamila assemblee e oltre due milioni di lavoratori consultati, dice che questa sarà «una rivoluzione per la Cgil.

Abbonamento a RSS - politica economica