Sciopero

Air France e KLM: sciopero del 11 ottobre 2016

Tipo: 

  • News

Si prepara una stagione calda per due compagnie aeree straniere operanti nel nostri aeroporti, si tratta di Air France e dell’olandese KLM. E’ infatti ancora critica la situazione per i dipendenti della compagnia aerea Air France in Italia, dopo il licenziamento collettivo che ha comportato nel recente passato la riduzione del personale di terra in alcuni aeroporti italiani. Anche l’ultimo tentativo di conciliazione svoltosi presso il Ministero del Lavoro il 6 settembre scorso, si è concluso con esito negativo. L'azione di licenziamento collettivo pari a 46 lavoratori su un organico di 155 dipendenti in Italia, interessa la riorganizzazione di varie direzioni industriali. Per tale azione l’azienda rifiuta ogni applicazione di ammortizzatori sociali, seppur temporalmente parziali, proposta dalle organizzazioni sindacali. L’espulsione da mondo del lavoro di decine di lavoratori è un provvedimento troppo drastico che non tiene conto dei precedenti accordi collaborativi con i sindacati. 

Autostrade: sciopero di 8 ore a fine luglio e 1 agosto

Tipo: 

  • News

Dopo due giorni di estenuanti trattative, il 15 luglio scorso le organizzazioni sindacali hanno preso atto della mancata volontà politica delle aziende del settore di rinnovare il CCNL in tempi rapidi. Le Aziende continuavano a respingere qualsiasi rivendicazione delle Organizzazioni Sindacali e contestualmente reiteravano le loro richieste anche su temi che avevano portato allo sciopero del 5 e 6 giugno scorsi. Nel volantino unitario allegato si riportano i temi principali e la parte economica. Mentre il versante sindacale produceva il massimo sforzo alla ricerca di mediazioni possibili, le Aziende rimanevano invece sulle proprie posizioni. Proposte irricevibili considerando che tali Aziende sono ricche, operano in regime di monopolio, sono tutelate da automatismi che determinano aumenti di pedaggi, ben al di sopra dell'inflazione, in presenza di aumento costante del traffico e dei profitti. Per questo è stato proclamato un nuovo

SCIOPERO GENERALE DI 8 ORE NELLE GIORNATE DI

SDA Grisignano: sciopero, ottenuto il ccnl per tutti!

Tipo: 

  • News

La lotta sindacale era partita lo scorso 12 maggio 2016 nel cantiere di Grisignano di Zocco a Vicenza dove vi è stata una giornata di sciopero da parte dei "driver" che lavorano per conto di SDA. Astensione dal lavoro finalizzata all'applicazione ed il rispetto del CCNL Trasporto Merci e Logistica (1 agosto 2013), con controparte le società aventi le gestioni per la distribuzione delle merci dalla stessa committenza. "Successivamente si sono svolti più incontri per sottoscrivere gli accordi sindacali necessari per l'emersione dalla insostenibile illegalità contrattuale e salariale che vivevano i lavoratori", afferma il segretario della Filt vicentina Daniele Conte.

Handler aeroporto VE: in programma un nuovo sciopero il 23 luglio

Tipo: 

  • News

Le organizzazioni sindacali emettono il comunicato unitario che pubblichiamo in allegato. Con esso si ringraziano tutti i lavoratori degli Handlers per la grande partecipazione allo sciopero del 5 luglio promosso unitariamente a difesa e a tutela del lavoro e dei diritti. Purtroppo l'indifferenza e la irresponsabilità delle aziende impongono di rafforzare l'iniziativa di lotta e ci costringono a dichiarare il prosieguo delle azioni con una nuova iniziativa di astensione di 8 ore per il giorno 23 luglio 2016 (dalle 10 alle 18). 

Tutti i lavoratori sono chiamati nuovamente ad una forte partecipazione attiva, consapevoli che il risultato dell'azione di sciopero diventa determinante per il futuro di tutta l'attività aeroportuale, per la garanzia dell'occupazione e per il rispetto delle regole e dei diritti. 

Alitalia: Lettera dei sindacati all’AD

Tipo: 

  • News

“Egregio mr. Ball, la grande rilevanza dell’azione di sciopero della giornata di martedì e soprattutto l’interesse sin qui dimostrato dalle lavoratrici e dai lavoratori di tutto il personale navigante Alitalia sui temi sensibili oggetto della vertenza, c’inducono a inviarle nuovamente alcune riflessioni". Inizia così la lettera aperta di Filt, Fit, Uiltrasporti e Ugl Ta, inviata all'ad della compagnia aerea. L'amministratore delegato Cramer Ball aveva scritto una lettera ai passeggeri, in occasione dello sciopero, criticando le organizzazioni dei lavoratori.

Sciopero Alitalia: Altissima adesione

Tipo: 

  • News

“Altissima adesione allo sciopero di piloti ed assistenti di volo del Gruppo Alitalia – Alitalia Cityliner”. E’ quanto riferiscono unitariamente Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti e Ugl Trasporto Aereo sottolineando che “al netto delle cancellazioni preventive effettuate dalla compagnia, l’adesione del personale navigante si attesta intorno al 95%, a dimostrazione della fondatezza delle ragioni della protesta”. “Lo sciopero di 4 ore – ricordano le quattro Federazioni dei trasporti – il primo dopo molti anni, è stato indetto a seguito delle decisioni unilaterali della compagnia in merito a licenziamenti di assistenti di volo per bassa produttività anche a seguito di infortuni sul lavoro, al mancato rispetto dell’esonero al lavoro notturno, alle violazioni contrattuali in tema di composizione equipaggi di volo, all’aumento dell’orario di lavoro, alla cessione di attività a vettori extra comunitari ed alle concessioni di viaggio”. 5 luglio 2016                                                        

Autostrade: riprende trattativa rinnovo ccnl

Tipo: 

  • News

Buon notizia: il 16 giugno scorso si è tenuto l’incontro convocato dalle associazioni datoriali dopo la riuscita dello sciopero del 5 e 6 giugno 2016. E’ emersa la volontà delle parti di rinnovare il ccnl in tempi brevi (fine di luglio). Sono stati stabiliti i prossimi incontri ed è stato sospeso lo stato di agitazione e tutte le forme di lotta collegate come il blocco degli straordinari e delle trasferte. Vedi il volantino in allegato

Altre info anche su: http://www.filtcgil.it/index.php/terra/viabilita/autostrade/

Autostrade: si sciopera per il ccnl

Tipo: 

  • News

Il mancato rinnovo del contratto nazionale Autostrade e Trafori è la motivazione che ha condotto allo sciopero di 4 ore domenica 5 e lunedì 6 giugno di tutti gli addetti delle autostrade. A proclamarlo unitariamente Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Sla Cisal e Ugl a seguito dello stato di agitazione indetto il 23 maggio scorso. Nonostante la disponibilità a ricercare soluzioni condivise per accelerare il percorso negoziale e dare il giusto aumento retributivo ai lavoratori del settore, uno dei più ‘profittevoli’ nel panorama industriale italiano, le associazioni datoriali Fise e Federreti hanno ribadito la richiesta di scontare dai futuri aumenti contrattuali le quote di salario che ritengono di avere erogato in eccesso in occasione dell’ultimo rinnovo. Secondo Filt, Fit, Uilt, Sla e Ugl “le parti datoriali hanno inoltre avanzato richieste di modifiche normative finalizzate a conseguire aumenti di produttività e di flessibilità della prestazione lavorativa totalmente ingiustificati, considerando gli straordinari risultati conseguiti da tutte le aziende del settore in termini di performance economico-finanziaria”. A cinque mesi dalla scadenza del contratto tutto ciò non è tollerabile e, pertanto, le Segreterie Nazionali hanno proclamato una prima azione di sciopero.

 

Veneto Strade: quali certezze per il futuro?

Tipo: 

  • News

Il 23 Dicembre 2015 le organizzazioni sindacali della Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti del Veneto e delle province di Belluno e Venezia, si sono incontrate con l’Assessore ai Trasporti della Regione Veneto Elisa De Berti. L’incontro era stato richiesto e programmato precedentemente a fronte dell’urgenza di discutere e trovare le soluzioni possibili e necessarie rispetto la crisi della Società Veneto Strade, che ha più volte dichiarato di non avere soldi oltre il mese di Dicembre 2015, anzi che alla fine dell’anno ci arrivava solo attraverso l’utilizzo delle proprie riserve. Abbiamo fatto le assemblee, sentito le preoccupazioni dei lavoratori, dichiarato lo stato di agitazione dei lavoratori, sentito le Prefetture dei territori, ma fino ad oggi solo promesse. Al momento non ci è dato di sapere che fine faranno le richieste dell’Azienda verso le risorse previste e non erogate dalle varie Istituzioni, a cominciare dalle Provincie. Come ancora non è chiaro cosa succederà alla scadenza delle convenzioni delle Provincie con Veneto Strade alla fine del 2016.

CCNL TPL: la lotta paga!

Tipo: 

  • News

Sospeso alle ore 01,00 del 27 novembre 2015 l'incontro con Asstra e Anav sul rinnovo del CCNL iniziato ieri mattina. Registrato l'avvicinamento delle reciproche posizioni sui diversi punti non ancora definiti (vedi tabella di sintesi allegata). Restano però tuttora aperte diverse questioni importanti, tra le altre relative: alla parte I (Sistema di Relazioni Industriali e Diritti Sindacali); agli artt. 16 e 17, nell'ambito dei quali deve ancora trovare adeguata soluzione il rafforzamento della "clausola sociale", anche alla luce delle minori tutele del rapporto di lavoro recentemente introdotte per via legislativa con il contratto a tempo indeterminato a cosiddette "tutele crescenti"; alle parti economiche. Ripreso il confronto a mezzogiorno e alle ore 1.00 del 28 novembre si sta trattando in una “non stop” per una probabile chiusura del rinnovo del ccnl in nottata. “Migliaia di autoferrotranvieri del Veneto aspettano da 9 anni il rinnovo del ccnl che resta lo strumento principale di tutela dei lavoratori soprattutto sul versante del governo dei grandi processi di cambiamento che dovremo affrontare nei prossimi anni nel nostro territorio. Come pure è importante un adeguato incremento salariale almeno a tre cifre e una unatantum che recuperi i troppi soldi persi in questi nove anni.

Pagine

Abbonamento a RSS - Sciopero