segretario generale

SVT VI: Quale integrazione? Personale in stato di agitazione

Tipo: 

  • News

Un anno fa nasceva ufficialmente la Società Vicentina Trasporti frutto della fusione di Aim Mobilità e FTV. L'evento salutato da tutti, politica locale compresa, con grande entusiasmo in quanto eravamo rimasti l'unica provincia ad avere due aziende del trasporto pubblico. Peccato però che successivamente su questa nuova ed importante realtà sia calato il silenzio. La Provincia di Vicenza ed Aim Holding, dopo aver impiegato circa 6 mesi per trovare un nuovo direttore, sembra non abbiano nessun interesse su come sia proseguito il processo di integrazione. La cosa è molto grave visto che parliamo di una azienda che garantisce quotidianamente la mobilità di migliaia di cittadini della Provincia e cosa non trascurabile dà lavoro a più di 500 persone.

Per Cgil il Ceta è un errore

Ieri il Parlamento europeo ha dato parere favorevole al Ceta (l’accordo di libero scambio tra Europa e Canada), con 408 voti favorevoli, 254 contrari e 33 astenuti. L’intesa, il cui negoziato è cominciato nel 2009, si è sviluppata all’ombra del Ttip (l’intesa commerciale tra Usa e Ue), messo ora definitivamente nel cassetto dal neopresidente americano Donald Trump.

TPL VR: la rivoluzione è nelle corsie preferenziali.

Tipo: 

  • News

Nelle ultime ore sulla stampa locale veronese si parla con una eccessiva enfasi di una “rivoluzione del TPL” che dovrebbe scaturire dalla semplice modifica di alcune tariffe degli abbonamenti. Peccato però, che in questa rivoluzione non sono previste modifiche alla viabilità, istituzioni di nuove corsie preferenziali e limitazioni del traffico privato! Secondo i dirigenti ATV queste novità dovrebbero invogliare i cittadini ad optare per il mezzo pubblico, anche se quest’ultimo continuerà a rimanere incolonnato per le vie cittadine come tutti i normali veicoli e continuerà a registrare ritardi che rendono assolutamente inattendibili gli orari indicate alle fermate. Da segnalare che le variazioni delle tariffe in alcuni casi comporteranno degli aumenti per gli utenti, scelta che in questo momento non sembra decisamente azzeccata. A seguito di queste dichiarazioni la FILT CGIL Verona ha emesso un comunicato stampa (vedi allegato) nel quale ribadisce che la vera rivoluzione si effettua con decisioni decisamente più coraggiose, quali l’istituzione di nuove corsie preferenziali, maggiori limitazioni nel centro storico, ecc.

Mario Lumastro Segretario Generale FILT CGIL Verona

Abbonamento a RSS - segretario generale