segretario generale Filt-Cgil

Trasporto merci: solidarietà sciopero Amazon Germania

Tipo: 

  • News

Di seguito la traduzione della lettera di solidarietà della Filt Cgil al sindacato tedesco Ver.di, che ha organizzato per il 24 aprile uno sciopero dei lavoratori Amazon. Lo sciopero si svolgerà contemporaneamente alla cerimonia di premiazione di Jeff Bezos, che riceverà nelle stesse ore a Berlino il premio Axel Springer. 
“Cari compagni, care compagne, La Filt-Cgil esprime la propria solidarietà per lo sciopero Amazon da voi organizzato a Berlino il prossimo 24 aprile. 
Siamo profondamente convinti del fatto che questa dimostrazione abbia un significato particolarmente simbolico, essendo in coincidenza con la cerimonia di premiazione di Jeff Bezos per l’Axel Springer Award: si tratta di un'importante opportunità per sensibilizzare l'opinione pubblica sulla situazione dei lavoratori di Amazon e far sentire la loro voce. 
Siamo tutti impegnati a denunciare e combattere le pessime condizioni di lavoro, la precarietà, lo sfruttamento la mancanza di tutele sociali che colpiscono i lavoratori Amazon in tutto il mondo. 
Tutti noi lottiamo contro questa nuova forma di schiavitù! 
Ci uniamo a voi nella vostra protesta e vi auguriamo il miglior successo per questa iniziativa. 

In solidarietà,
Alessandro Rocchi 

Ryanair: inaccettabile attaccare i diritti dei dipendenti

Tipo: 

  • News

“La condotta della compagnia aerea Ryanair è palesemente antisindacale”. Lo affermano in una nota congiunta il segretario confederale Cgil, Vincenzo Colla, ed il segretario generale della Filt-Cgil, Alessandro Rocchi che informano di aver presentato il 14 dicembre 2017 “una precisa istanza alla Commissione di garanzia per il diritto di sciopero con la richiesta di avvio della procedura di valutazione della compagnia aerea”. Colla e Rocchi fanno rilevare che “la legge che disciplina l’esercizio del diritto di sciopero – la 146 del 90 – contiene degli obblighi che le imprese devono rispettare: obblighi che prevedono di concordare, mediante contratti collettivi le prestazioni indispensabili, gli obblighi di informazione all’utenza, l’obbligo delle procedure di raffreddamento”.
Da ciò la richiesta alla Commissione di avviare “apposito procedimento di valutazione per irrogazioni della sanzioni previste dalla legge 146/90 nei confronti di Ryanair, e di produrre conseguente delibera che indichi alla compagnia a desistere dal comportamento non conforme alle leggi italiane”.
La Cgil e la Filt chiedono inoltre alla stessa Commissione di essere convocati in audizione.

Rocchi: permane il giudizio negativo sulla ‘manovrina’

Tipo: 

  • News

Riprendiamo l’editoriale di Alessandro Rocchi, Segretario Generale Filt-Cgil, pubblicato sul periodico NoStop di luglio 2017, appena uscito. In questo articolo, in sintesi, sulle questioni generali si rafforza la contrarietà della Cgil con la sostanziale ‘riesumazione’ dei voucher. Per quanto riguarda i trasporti, il percorso parlamentare ha sostanzialmente confermato l’impianto originario, con l’eccezione dell’intervento, nel Tpl, sul Regio Decreto 148 del 1931 con la proposizione di un emendamento che ‘abroga l’abrogazione’ del RD e tramuta in legge la clausola sociale, occupazionale e contrattuale concordata col Ministero. 

Connettere l'Italia. Sui trasporti ancora lavoro ancora da fare

Tipo: 

  • News

“Finalmente idee chiare, obiettivi ed una squadra che progetta e attua collegialmente”. È quanto ha detto il segretario generale della Filt-Cgil Alessandro Rocchi aprendo il suo intervento al convegno 'Connettere l'Italia' organizzato dal Mit a La Sapienza, aggiungendo “ma perché soltanto oggi che ci approssimiamo alla scadenza della legislatura?”. Secondo Rocchi intervenendo alla tavola rotonda, “il sindacato merita ascolto. La riforma della portualità, il codice degli appalti e la legge sul caporalato dimostrano che ascolto e collegialità producono cose buone. Invece nella logistica, dove si annida l’illegalità e dove abbiamo sollecitato interventi dei Ministeri competenti, non abbiamo ancora raccolto riscontri, così come sono complessivamente insoddisfacenti gli interventi legislativi sul trasporto pubblico locale e regionale, contenuti nella cosiddetta 'manovrina', in particolare sulle clausole sociali relative”. “Per un ruolo fattivo del sindacato - ha proseguito il segretario generale della Filt - servono anche forme di partecipazione del lavoro che possono essere sperimentate in tutte quelle aziende pubbliche che prevedono ingressi di privati, come è avvenuto in Enav, si prospetta nel Gruppo FS e potrebbe avvenire in diverse aziende del TPL”.

Abbonamento a RSS - segretario generale Filt-Cgil