Trasporto a fune

Contratto addetti impianti a fune: firmata ipotesi rinnovo

Tipo: 

  • Contratti

“Firmata con l’associazione datoriale Anef l’ipotesi di accordo per il rinnovo del contratto collettivo nazionale degli addetti agli impianti di trasporto a fune”, ne danno notizia Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti e Savt, aggiungendo che: “c’è soddisfazione per un rinnovo arrivato, dopo un’approfondita trattativa, prima della sua naturale scadenza, prevista per il prossimo 30 aprile in un settore conta circa 15mila lavoratrici e lavoratori”.
“L’ipotesi di accordo – spiegano le organizzazioni sindacali – che nei prossimi giorni sarà sottoposta a validazione da parte dei lavoratori del settore, prevede 72 euro di aumento retributivo a regime, suddiviso in tre tranche per la vigenza 2019-2022 del contratto. Inoltre sono previsti più 100 euro annui a titolo di welfare, che possono essere incrementati a 110 euro se il lavoratore destina la quota alla previdenza complementare. Incrementate anche le tutele in caso di malattia ed equiparato il trattamento, economico e normativo, tra lavoratori stagionali e a tempo indeterminato”.

Rinnovato ccnl impianti a fune

Tipo: 

  • Accordi

Siglata ipotesi di accordo per il rinnovo del contratto nazionale degli addetti agli impianti di trasporto a fune. E’ quanto riferiscono unitariamente Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti sull’intesa raggiunta con l’associazione datoriale Anef, sottolineando che “oggi è stata approvata all’unanimità dall’attivo dei quadri e delegati delle tre Federazioni e secondo quanto previsto dall’accordo interconfederale su rappresentanza e democrazia sindacale, la riserva sarà sciolta entro il 30 aprile, a seguito della validazione da parte degli addetti nelle assemblee”. “L’accordo di rinnovo, raggiunto prima della sua scadenza naturale del 30 aprile prossimo – spiega le Federazioni dei trasporti di Cgil, Cisl e Uil, insieme e Savt Trasporti – avrà decorrenza dal 1 maggio 2016 al 30 aprile 2019. L’accordo che interessa circa 12 mila addetti prevede un aumento medio mensile a regime di 71 euro. L’accordo stabilisce inoltre una clausola sociale che garantisce la tutela occupazionale e la conservazione dei trattamenti economici e normativi nei cambi di azienda”.

Impianti a fune: fondi per il Veneto

Tipo: 

  • News

Pubblichiamo in allegato Deliberazione della Giunta Regionale n. 2370 del 16 dicembre 2014  avente per oggetto: D.G.R. n.1700/2013 e D.G.R. n.2620/2013- PAR FSC Veneto 2007-2013. Attuazione Asse prioritario 4 Mobilità Sostenibile - Linea di intervento 4.2 Impianti a fune. Miglioramento dell'accessibilità delle aree di montagna anche attraverso lo sviluppo e il potenziamento degli impianti a fune. Impegno di spesa e approvazione schema di disciplinare. Pubblicata sul Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 1 del 2 gennaio 2015 che contiene le tabelle del finanziamento. Riguarda gli impianti di Verona, Vicenza, Belluno, Treviso, secondo le tipologie di impianto. Ripartiti per cofinanziamento rispettivamente per area impianti 3 milioni di euro a Verona; €. 4.329.200 a Vicenza; €. 11.178.406,51 all’area Belluno/Treviso di fondi comunitari per la mobilità sostenibile.

Impianti a fune: rinnovato il CCNL. Ora al vaglio dei lavoratori

Tipo: 

  • Accordi

Pubblichiamo in allegato, testo e comunicato del rinnovo del Contratto nazionale di lavoro dei 15.000 lavoratori del settore degli impianti a fune. Come è noto la Regione del Veneto ha una parte notevole di questi impianti nella provincia montana per antonomasia (Belluno) e poi molti impianti sparsi nelle province di Vicenza, Verona, Treviso. L’ipotesi di accordo realizzata sarà sottoposta al vaglio dei lavoratori in questa settimana per approdare prima delle festività alla sigla definitiva.